Turismo: Urbino, Ravenna e Rimini i capoluoghi piu' virtuosi

i comuni più virtuosi in relazione alla qualità, quantità, efficacia dei flussi di spesa pubblica destinata al turismo

E' Urbino il comune capoluogo turisticamente più sostenibile. E' quanto emerge da una ricerca presentata al Cnel. Tra le prime dieci risultano anche grandi metropoli italiane: oltre a Milano, che si è collocata al quinto posto, Venezia al nono e Palermo al decimo, prima delle città del Sud. Inoltre: Roma occupa il dodicesimo posto, Torino il diciottesimo e Napoli al diciannovesimo; mentre la Regione più rappresentata nei primi posti è l'Emilia Romagna con tre Comuni Ravenna, Rimini e Piacenza. "Questa ricerca, che ha incrociato più di un milione e seicentomila dati, è interessante perché affronta le criticità del turismo nelle nostre città italiane", ha spiegato il sindaco di Cagliari, Emilio Floris, responsabile del turismo per l'Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci).

La classifica dei comuni più turisticamente sostenibili è stata ottenuta mettendo in relazione la spesa pubblica sul turismo con l'occupazione, la società, l'economia e l'ambiente locale. Lo studio è stato condotto dall'Osservatorio Nazionale Spesa Pubblica e Turismo sostenibile, promosso dall'Ente bilaterale nazionale del turismo (Ebnt) con la partecipazione dell'Unione delle Province d'Italia, della Provincia di Rimini e dell'Ires Nazionale. La graduatoria dei Comuni restituisce la fotografia di quella che i promotori della ricerca considerano i comuni più virtuosi in relazione alla qualità, quantità, efficacia dei flussi di spesa pubblica destinata al turismo con l'evoluzione dell'economia turistica e della qualità sociale e territoriale locale. Ai risultati si è giunti basandosi sull'Indice Sintetico di Turismo Sostenibile (ISTS), calcolato prendendo in esame diversii parametri tra i quali: gli indici di contesto che tematizzano la caratterizzazione occupazionale e demografica locale, la ricettività turistica, l'accessibilità in termini di infrastrutture, il rischio e la qualità ambientale; l'attrattività naturalistica e storico-paesistica e, infine, l'aspetto economico con la caratterizzazione delle imprese turistiche locali. Con riferimento alla spesa turistica, sono stati inoltre calcolati gli indici di struttura e efficienza di bilancio (costruiti sulle voci di entrata, spesa corrente e gli investimenti dei Comuni nel 2007). L'incrocio di questi risultati con gli indicatori della spesa pubblica locale mostra i comuni virtuosi cioè quelli attenti alla sostenibilità turistica e contemporaneamente quelli che nel turismo spendono più e meglio. Oltre a Urbino, Ravenna e Rimini, i comuni migliori sono: Bolzano, Cagliari, Como, Cosenza, Cuneo, Imperia,Massa, Milano, Olbia, Pisa, Siena, Torino, Udine, Varese eVerona. "Per ognuno di questi indicatori, nella medesima provincia,si sono rilevati Comuni non capoluogo che hanno raggiunto performance migliori - ha spiegato il presidente dell'Ebnt,Gabriele Guglielmi - il cui elenco completo verrà pubblicato prossimamente sul sito www.ebnt.it". Anche attraverso i risultati della classifica, l'OsservatorioNazionale svilupperà il benchmarking dell'efficienza dei flussi finanziari, supportando le amministrazioni pubbliche al miglioramento dell'efficacia e dell'efficienza della spesa indirizzata alla valorizzazione turistica sostenibile dei territori.Nel lungo periodo, invece, si pone l'obiettivo di generare un aumento degli investimenti destinati al settore del turismo e al suo sviluppo sostenibile e di contribuire a una spesa pubblica trasparente oltreché efficiente ed efficace, che metta in rete il sistema turistico italiano.

Questa è la classifica finale deiprimi dieci comuni capoluogo turisticamente sostenibili: si tratta dei comuni più virtuosi cioè quelli attenti alla sostenibilità turistica e contemporaneamente che nel turismo spendono più e meglio:

1) URBINO

2) RAVENNA

3) RIMINI

4) MASSA

5) MILANO

6) FIRENZE

7) MANTOVA

8) PIACENZA

9) VENEZIA

10)PALERMO

ansa

Nessun commento: