LaRedoute

Il turismo culturale e' ormai secondo solo a quello balneare

(Adnkronos) - C'e' una decisa ripresa del turismo internazionale, nell'ambito della quale pero' la domanda in Europa cresce meno della media, mentre vanno forte le richieste asiatiche. L'Italia, nel contesto europeo, si trova, proprio grazie all'attrattiva del suo patrimonio culturale, nella condizione favorevole per intercettare la nuova domanda che nasce soprattutto dai paesi emergenti, dal momento che e' soprattutto la motivazione culturale quella che spinge questi nuovi consumatori di turismo. E' il quadro di insieme che emerge dalla 19/esima Borsa mediterranea del turismo archeologico, che si sta svolgendo a Paestum in Campania, dove e' intervenuta l'assessore regionale al turismo della Toscana, Cristina Scaletti.
A trainare la ripresa sono proprio i territori specializzati nel turismo culturale, che presentano caratteristiche storico-artistiche e attrattive paesaggistiche, concentrati in citta' d'arte o diffusi nei borghi incastonati nel paesaggio italiano, fortemente attrattivo per la componente straniera della nostra clientela turistica.
''Il centro dell'attenzione su turismo e cultura in Toscana e' da sempre altissimo, e d'altra parte il turismo culturale e' ormai secondo solo a quello balneare'', ha detto Scaletti.