LaRedoute

Al Salone del Camper arriva la Parma Shopping Card

In occasione della manifestazione del turismo en plein air in programma dall'8 al 16 settembre, Ascom Confcommercio Parma, con la collaborazione di AssoCamp, Apc e Fiere di Parma, promuove una carta che darà diritto a espositori e concessionari provenienti da tutt'Italia e non solo a sconti e acquisti vantaggiosi all'interno di negozi e locali di città e provincia


Ai partecipanti del Salone del Camper, in programma dall'8 al 16 settembre alle Fiere di Parma, un evento di grande rilievo che nel 2011 ha fatto registrare oltre 120mila presenze, sarà data la possibilità di scoprire in modo "agevolato" il territorio parmense. Lo spiega Ascom Confcommercio in una nota.

La shopping card, distribuita in 4mila copie, si presenterà come una sorta di biglietto da visita, un servizio d'accoglienza che potrà essere utilizzato negli oltre 70 negozi e locali di Parma e nelle 50 attività commerciali e di ristorazione della provincia, associati ad Ascom, che hanno aderito al progetto.

"Si tratta di un'iniziativa che va a rafforzare ulteriormente il rapporto tra manifestazione e territorio" sottolinea Claudio Franchini, direttore area associativa di Ascom Parma. "La carta infatti agevola la permanenza dei visitatori sul territorio e favorisce insieme nuovi consumi".
"Il Salone del Camper - aggiunge Vittorio Dall'Aglio, presidente nazionale Assocamp - è infatti un appuntamento che deve entrare sempre più in sinergia con il territorio che lo ospita, perché può essere un'opportunità per stimolare ulteriormente il turismo en plein air, un settore che rappresenta per l'economia locale, come per quella nazionale, una risorsa".
"Il nostro tipo di turista - ha proseguito Gianni Brogini, segretario generale Apc Associazione produttori camper e caravan - è un turista curioso, in cerca di nuove opportunità nei territori che visita e proprio Parma, in considerazione delle tante offerte di cui dispone - per sua natura ma anche grazie dello sforzo congiunto di enti e associazioni come in questo caso - costituisce terreno fertile per il camperista".
"In un momento difficile come questo - ha concluso Maurizio Ciacchella, show manager di Fiere di Parma - avere cosi tanti espositori che occupano gli spazi della Fiera è un primo successo. Si pensi ad esempio che tutti i produttori stranieri che omologano in Italia parteciperanno a questa edizione. Siamo convinti quindi che il Salone abbia tutte le carte in regola per riconfermarsi quale appuntamento fondamentale non solo per gli appassionati, ma per tutti coloro che vorranno scoprire il mondo del turismo en plein air".
tratto da repubblica.it   segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone - turismoculturale@yahoo.it http://turismoculturale.altervista.org cell. + 39 3207505116

Nessun commento: