LaRedoute

Festival del Viaggio, l'Africa al centro. L'evento a Firenze dal 13 al 15 settembre

Gli appassionati di viaggi alla ricerca di nuove idee possono intanto programmare una gita nel capoluogo fiorentino per approfittare di una tre giorni ricca di documentari, incontri, conferenze che in particolare si concentreranno sull'Africa e sulle tradizioni delle popolazioni indigene. Un evento organizzato dalla Società italiana dei viaggiatori che giunge alla settima edizione e che per la terza volta sceglie Firenze come location (www.festivaldelviaggio.it/2012/).

In anteprima per l'Italia è in programma la proiezione dei documentari africani del regista russo Sergej Yastrzhembskiy, a cura della Fondazione Sistema Toscana-Mediateca Regionale, e dell'inedito Somalia 1939 di Nello Puccioni. Saranno proposti al pubblico anche incontri con antropologi, membri di organizzazioni umanitarie e rappresentanti delle comunità africane. Il Museo di Storia Naturale della città sarà la cornice per gli approfondimenti sui Masai del Kenya, i Boscimani del Botswana, i Surma etiopi e poi ancora sulla Somalia, sul valore degli oggetti africani. Non sarà solo un festival di "approfondimento": la kermesse offre al pubblico momenti di scoperta di alcuni angoli suggestivi di Firenze. Tornano i "Notturni Fiorentini", tre serate di visite guidate nel centro storico lungo le Vie Romee. Ciceroni lo storico Renato Stopani, che condurrà fra gli ospedali e le chiese dei pellegrini medievali, e lo scrittore Marco Vichi, che proporrà due passeggiate sulle orme di grandi letterati del passato e non solo.
ansa

Luna di miele, Stati Uniti al top. L’America è al primo posto tra le mete scelte dagli sposini italiani

Sì alla luna di miele, soprattutto se è “on the road”. E’ questa la tendenza delle giovani coppie, misurata dall’indagine 2012 di “CartOrange”, specializzata nei viaggi di nozze. Con un occhio rivolto in particolare alla Lombardia, l’agenzia sostiene di ricevere sempre più richieste per viaggi nei quali si possano visitare più destinazioni muovendosi lungo un itinerario studiato su misura. I neo sposi di questa regione, secondo CartOrange, nel 2012 hanno scelto soprattutto gli Stati Uniti (26.8%), in linea con quanto avviene nel resto del Paese, seguiti da Australia e Polinesia (17%) e, poco più indietro nelle preferenze, il Sud Africa (ben il 12.8% contro il 4% nazionale). Tutti Paesi che vengono scelti per essere visitati in lungo e in largo, spostandosi da un luogo ad un’altro. Anche in Lombardia, molti sposini scelgono la formula della lista-viaggio. In questo modo circa il 50% degli sposi chiede come regalo di matrimonio un pezzettino di viaggio.

La maggioranza si rivolge a consulenti di viaggio o agenzie per gestire al meglio gli aspetti organizzativi sia della lista nozze sia del viaggio stesso. Il web, inoltre, è un passaggio obbligato per chi progetta la luna di miele, come se i cataloghi patinati non bastassero più. Le future coppie trascorrono molto tempo su internet, cercando informazioni sui luoghi che intendono visitare e leggendo le esperienze di chi ci è già stato. Nel nuovo sito, CartOrange raccogle i racconti di chi è già tornato e inoltre i futuri sposi hanno la possibilità di scegliere il proprio consulente di viaggio, cioè lo specialista che li aiuterà a organizzare il viaggio di nozze ideale, con la comodità di poterlo incontrare direttamente a casa propria, sabato e domenica compresi.


Nel 2012, la meta più gettonata in Italia risulta essere gli Stati Uniti, scelto da quasi il 25% degli sposini (24.9%). Al secondo posto le destinazioni agli antipodi, ossia Australia e Polinesia, che insieme costituiscono il 15% del mercato. In crescita le richieste per il Sud Africa (4%) mentre le crociere di nozze risentono della crisi del settore (8%). La rivelazione dell’anno è l’Argentina, un Paese che attira sempre più coppie di neo sposi. L’Italia delle lune di miele è divisa in due. Al Nord si preferiscono viaggi itineranti, tour di Stati Uniti t Australia in testa. Al Sud invece c’è una netta preferenza per la formula della crociera, scelta da oltre il 13% delle coppie. Il budget. Per un viaggio di nozze negli Stati Uniti ogni coppia spende mediamente 7.500 euro; in Australia 11.500, in Polinesia 12.800 e in Sudafrica 7mila. I tempi. Il viaggio di nozze si prenota con anticipo, solo il 5% sceglie soluzioni last minute, prenotandolo lo stesso mese del matrimonio. La maggioranza degli sposi conferma il proprio viaggio tra i 4 e i 5 mesi primi della partenza e circa il 19% degli sposi lo fa con più di 6 mesi di anticipo. La durata media della luna di miele è due settimane. Per partire settembre rimane il mese preferito con il 20% delle partenze, seguito da luglio (18%) e giugno (17%). Aprile è il mese che fa segnare l'incremento maggiore rispetto all'anno precedente.
ansa

Turismo sostenibile: tre eccellenze nel ferrarese

Legambiente premia due campeggi ai Lidi e l'agriturismo a Porotto

 

Nella pagella annuale di Legambiente Turismo che certifica nel 2012 l’eccellenza e l’attenzione ambientale, c’è spazio anche per Ferrara: infatti tra le dodici segnalazioni nazionali – relative al settore risparmio e produzione energetica da fonti rinnovabili – tre riguardano strutture ricettive situate nella nostra provincia e che sono associate Ascom. Il bollino di qualità e rispetto ambientale riguarda il camping Florenz a Lido degli Scacchi, il camping Spina a Lido di Spina ed infine l’agriturismo alla Casella a Porotto.
I promossi a pieni voti da Legambiente hanno saputo coniugare la sensibilità ambientale all’innovazione tecnologica con la realizzazione di avanzati impianti a servizio delle strutture: dunque dalla produzione di energia elettrica con l’obiettivo dell’autosufficienza all’impianto geotermico per il riscaldamento/raffrescamento.
Spirito d’impresa e rispetto dell’ambiente possono andare a braccetto con un occhio attento a colmare non solo le esigenze attuali ma anche a coprire le esigenze ricettive tipiche delle tre strutture che con il loro impegno guardano al futuro.
“É la chiara dimostrazione – commenta soddisfatto il presidente di Ascom Confcommercio, Giulio Felloni – della volontà dei nostri associati di proporre servizi sempre più raffinati, con un occhio di particolare riguardo ai temi attualissimi del risparmio energetico e dell’uso di fonti rinnovabili nel massimo e quotidiano rispetto ambientale. Questi esempi di concreta ed attenta imprenditorialità vanno imitati e seguiti a riprova che è possibile perseguire con fantasia e volontà la via della ripresa”.
estense.com

Regione Emilia-Romagna stanzia 4 milioni per imprese turistiche di montagna

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato quattro milioni di euro per lo sviluppo delle imprese e del turismo della montagna. Le risorse andranno alle 19 Comunità e Unioni montane esistenti in Emilia-Romagna. Tra gli approfondimenti della notizia si trova il riparto dettagliato delle risorse per provincia.
Queste risorse si aggiungono ai 9 milioni stanziati all’interno degli accordi quadro di sviluppo della montagna e ai 5 utilizzati  per interventi straordinari di messa in sicurezza delle strade nel 2010.
Quattro milioni di euro per sostenere la montagna, preservarne lo sviluppo, impegnarsi per creare le condizioni perché sia ospitale per chi ci vive e attraente per le imprese, prime fra tutte quelle del turismo.
a Regione investe nello sviluppo dell’Appennino per ridurre le disparità tra la montagna e il resto della regione. A conferma arrivano i dati dell’ultimo stanziamento di risorse per investimenti pubblici: si tratta di quasi 4 milioni di euro, di cui 2 di provenienza regionale e 1,9 statali, che la giunta regionale ha stanziato per l’Appennino.
Le risorse andranno alle 19 Comunità e Unioni montane esistenti in Emilia-Romagna (tra gli approfondimenti il riparto per province).
e vanno ad aggiungersi ai 9 milioni di euro stanziati nel 2010 all’interno degli accordi quadro di sviluppo della montagna e ai 5 milioni di euro sempre del 2010 utilizzati dai territori per interventi straordinari di messa in sicurezza delle strade.
laltrapagina.it

Borsa del turismo: Città e siti Unesco riuniti ad Assisi

Dal 21 al 23 settembre Assisi torna a essere vetrina internazionale dellla Borsa del Turismo dei Siti Unesco. Nelle stesse date è attesa la prima edizione delle Giornate della Dieta Mediterranea

Gli operatori del turismo si incontrano ad Assisi

Il turismo culturale è uno dei segmenti chiave per un Paese come l’Italia che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità. Non è un caso dunque che proprio in Italia, in particolare ad Assisi, è organizzata la terza edizione della Borsa internazionale del turismo città e siti Unesco in programma quest'anno dal 21 al 23 settembre. La manifestazione metterà in vetrina le peculiarità dei Siti Unesco, offrendo agli espositori opportunità di contatto con i principali tour operator provenienti da tutto il mondo. Convegni, seminari e approfondimenti punteranno gli occhi degli esperti del settore verso il mondo del Patrimonio Culturale; saranno trattati, tra i vari contenuti, il tema del turismo culturale e responsabile. Oltre ai buyer italiani sono stati selezionati buyer stranieri provenienti da Austria, Germania, Svizzera, Belgio, Olanda, Francia, Regno Unito, Usa, Paesi Scandinavi e Giappone.
Tour in stile Unesco

La Basilica di San Francesco
"In un mercato del Turismo sempre più frastagliato, con offerte last minute provenienti da ogni parte - spiega Claudio Ricci, sindaco di Assisi e Presidente dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco- non esisteva una promozione del patrimonio culturale e paesaggistico adeguata al rango dei Siti Unesco. Questo Salone vuole essere una concreta vetrina per comunicare e presentare in maniera adeguata le bellezze dei Beni Patrimonio Mondiale dell’Umanità, per creare circuiti turistici che integrino i classici tour e la presenza nelle città e nei siti patrimonio dell’Unesco. L'obiettivo - aggiunge Ricci - è quello di “fare sistema” realizzando un accattivante circuito turistico che riesca a coinvolgere un numero sempre maggiore di Tour Operator internazionali che facciano avvicinare, in modo responsabile, i turisti a queste location".
I tesori della Dieta Mediterranea

Nei giorni del Salone è attesa anche la prima edizione delle Giornate della Dieta Mediterranea. L'evento è stato ideato per far conoscere in tutti i suoi aspetti il modello nutrizionale e culturale della dieta, inserita nel 2010 nella lista del patrimonio immateriale dell’Unesco come esempio di eccellenza di stile di vita oltre che alimentare. "La dieta Mediterranea è il terzo elemento della cultura italiana elevato a patrimonio dell’umanità, dopo l’Opera dei Pupi e il Canto a Tenore dei pastori sardi", ricorda Claudio Ricci. "Si tratta di un riconoscimento importante, che, se ben comunicato, potrebbe avere echi efficaci nella percezione della qualità del settore agroalimentare italiano, ma anche in termini di turismo enogastronomico".
(11/09/2012)

Info: www.worldheritagetourismexpo.com
fonte http://www.mondointasca.org/articolo.php?ida=23415&sez=10
segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone
turismoculturale@yahoo.it

Si terrà in Perù il salone del turismo termale

Termatalia, la fiera internazionale di turismo termale, si terrà per la prima volta fuori dalla Spagna: dal 28 al 30 settembre 2012 sarà infatti il Perù a ospitare la 12° edizione del salone dedicato alla salute e al benessere.

La manifestazione riunirà imprenditori di catene termali, alberghi di lusso, centri benessere e fornitori di servizi provenienti da 20 Paesi, tra i quali Argentina, Germania, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Slovacchia, Stati Uniti, Francia, Italia, Messico, Portogallo, Turchia, Uruguay, Spagna e naturalmente il Perù stesso.
In Perù esistono numerosi luoghi aperti al turismo dove poter ritemprare mente e corpo, veri e propri centri termali dotati di vasche con acque medicinali e ricche di minerali, hotel di lusso con centri benessere immersi in scenari di incredibile bellezza che la rendono una meta sempre più ambita da quanti desiderano conoscere i benefici delle acque termali in una destinazione fuori dal comune.

L’edizione 2012 di Termatalia “Acqua e Natura”, che si svolgerà al Centro Congressi Real Felipe del Callao, sarà incentrata sull’offerta e sulle esperienze relative ai diversi usi dell’acqua, dalla degustazione all’uso nella cosmetica fino alle proprietà curative, per promuovere lo scambio di conoscenze su questa importante risorsa, incrementare il turismo termale e del benessere e favorire opportunità di business e di sviluppo per gli operatori del settore.

L’offerta ‘naturale’ del Perù
Termatalia ha una rete di partner internazionali che si impegnano a sostenere e promuovere lo sviluppo del turismo della salute e del benessere, e il Perù è uno dei Paesi dell’America Latina con il maggior potenziale in questo settore. L’abbondanza di sorgenti si deve a un fenomeno geologico di origine vulcanica, la subduzione, causato dallo sprofondamento della zolla di Nasca sotto la zolla sudamericana che ebbe inizio nel Mesozoico e continua ancora oggi. Le acque sotterranee, che fuoriescono da queste falle geologiche, si riscaldano raggiungendo temperature che vanno dai 20° fino agli 89°.

Un’ulteriore sfaccettatura del vasto panorama dell’offerta turistica peruviana, l’ideale per chi vuole dedicare qualche giorno alla cura del corpo, provando terapie, trattamenti ed esperienze sensoriali frutto di una tradizione antica, di riti e credenze lontane e di prodotti che solo qui, in questa terra, crescendo tra selva, Ande e Amazzonia, hanno saputo sviluppare poteri unici.

Termatalia è organizzata dall’Associazione Expourense con il supporto del ministero del Commercio Estero e del Turismo-Mincetur e PromPerú, il governo regionale e il Consiglio Provinciale di Callao e sostenuta dal governo regionale della Galizia e la città di Ourense, in Spagna
 fonte> lagenziadiviaggi.it

Turismo «en plein air» in grande stile al Salone del Camper di Parma 2012

Lorenzo Centenari

Famigliole e agenti di commercio, coppie e gruppi di amici, bimbi in carrozzina e animali al guinzaglio, gente da ogni regione d’Italia così come dal resto d’Europa.
Un esercito di appassionati
Un'invasione motorizzata degli appassionati - per amore o per lavoro - del turismo «en plein air» che ha trasformato il sabato all'Ente Fiere in un raduno festoso di gente proveniente da ogni parte d'Italia e dall'estero.
Tutti alla fiera delle ferie «fai da te», quelle che fanno a meno di alberghi, agenzie e prenotazioni, quelle che richiedono solo energia e spirito di avventura, quelle tuttavia che non rinunciano a socializzazione, condivisione, persino al lusso.
Di dormire, cenare o giocare al pc mentre il babbo guida e sorseggia Red Bull, ma anche di cambiare rotta in corso d’opera perché è così che ha votato la maggioranza dell’equipaggio, e non conta che età avessero i giurati. Già: anche in un’era di «flexicurity» esistenziale c’è spazio per una sfera, la precarietà della propria meta vacanze, che da alcuni non viene affatto vissuta con ansia.
Previsti 120 mila visitatori
La terza edizione del Salone del Camper - a vederla dall'esterno - appare come l’autocelebrazione di un microcosmo che a conti fatti è tutt’altro che micro, se è vero – come si augurano Fiere di Parma e Apc – Associazione Produttori Caravan e Camper – che al termine degli otto giorni di apertura l’affluenza ammonterà a 120.000 persone.
Come «target», visti i tempi di magra, l’organizzazione ha insomma fissato la stessa cifra raggiunta un anno fa: per crescere, verrà il tempo.
Ma le premesse sono buone: dal casello dell’A1 ai parcheggi che delimitano il quartiere fieristico è un tripudio di mansardati, furgonati, profilati.
Perché non può dirsi completa, l’esperienza, se non si raggiunge Parma in camper.
E così il serpentone bianco che le forze dell’ordine incanalano con diligenza sfocia, a ridosso dei padiglioni, in un monocromatico tappeto a motore, col «dirigibile» di un costruttore leader del settore come la tedesca Carthago a guidare i visitatori già a parecchi chilometri di distanza.
Sotto la copertura fotovoltaica delle Fiere ecco poi distribuirsi, lungo una superficie totale di 150.000 metri quadrati dei quali 45.000 mq netti occupati, una vetrina interattiva composta da 600 veicoli in rappresentanza di 250 aziende tra produttori veri e propri, accessoristica, componentistica, magazine, consorzi turistici ed Enti locali.
Un'Arca di Noè per il turismo
Il Salone del Camper autentica Arca di Noè del turismo all’aria aperta, un modo di dire ma non solo.
Le tende «a castello» che lo specialista Autohome monta sul tettuccio di alcune Panda sono a prova di belve feroci, mentre a bordo di un selvaggio Mercedes Atego allestito da Bimobil nemmeno il deserto del Sahara dovrebbe rappresentare un problema.
Chi, invece, la propria citycar invita a stivarla nel «bagagliaio» di un motorhome è Punto Camper, che sul pianale di un Morelo carica una Fiat 500.
Un po’ come Concorde Reisemobile, che a uno dei propri modelli di punta getta in pasto una Smart.
Camper ma anche roulotte, tende, carrelli tenda, verande, qualsiasi strumento si presti alla vita da campeggio, spartana sì ma anche ricca di comodità.
All’«expo» parmense si dà appuntamento l’elite europea: Laika, Roller Team, Giottiline, Arca, Caravans Internationals, Truma, Thetford, Knuas Tabbert, al cocktail inaugurale non manca nessuno.
Nemmeno Case come Iveco, Renault e Mercedes che ai camper prestano la base meccanica, attorno alla quale gli allestitori disegnano appartamenti mobili. 
fonte: gazzettadiparma.it

Turismo «en plein air» in grande stile al Salone del Camper di Parma 2012

Lorenzo Centenari

Famigliole e agenti di commercio, coppie e gruppi di amici, bimbi in carrozzina e animali al guinzaglio, gente da ogni regione d’Italia così come dal resto d’Europa.
Un esercito di appassionati
Un'invasione motorizzata degli appassionati - per amore o per lavoro - del turismo «en plein air» che ha trasformato il sabato all'Ente Fiere in un raduno festoso di gente proveniente da ogni parte d'Italia e dall'estero.
Tutti alla fiera delle ferie «fai da te», quelle che fanno a meno di alberghi, agenzie e prenotazioni, quelle che richiedono solo energia e spirito di avventura, quelle tuttavia che non rinunciano a socializzazione, condivisione, persino al lusso.
Di dormire, cenare o giocare al pc mentre il babbo guida e sorseggia Red Bull, ma anche di cambiare rotta in corso d’opera perché è così che ha votato la maggioranza dell’equipaggio, e non conta che età avessero i giurati. Già: anche in un’era di «flexicurity» esistenziale c’è spazio per una sfera, la precarietà della propria meta vacanze, che da alcuni non viene affatto vissuta con ansia.
Previsti 120 mila visitatori
La terza edizione del Salone del Camper - a vederla dall'esterno - appare come l’autocelebrazione di un microcosmo che a conti fatti è tutt’altro che micro, se è vero – come si augurano Fiere di Parma e Apc – Associazione Produttori Caravan e Camper – che al termine degli otto giorni di apertura l’affluenza ammonterà a 120.000 persone.
Come «target», visti i tempi di magra, l’organizzazione ha insomma fissato la stessa cifra raggiunta un anno fa: per crescere, verrà il tempo.
Ma le premesse sono buone: dal casello dell’A1 ai parcheggi che delimitano il quartiere fieristico è un tripudio di mansardati, furgonati, profilati.
Perché non può dirsi completa, l’esperienza, se non si raggiunge Parma in camper.
E così il serpentone bianco che le forze dell’ordine incanalano con diligenza sfocia, a ridosso dei padiglioni, in un monocromatico tappeto a motore, col «dirigibile» di un costruttore leader del settore come la tedesca Carthago a guidare i visitatori già a parecchi chilometri di distanza.
Sotto la copertura fotovoltaica delle Fiere ecco poi distribuirsi, lungo una superficie totale di 150.000 metri quadrati dei quali 45.000 mq netti occupati, una vetrina interattiva composta da 600 veicoli in rappresentanza di 250 aziende tra produttori veri e propri, accessoristica, componentistica, magazine, consorzi turistici ed Enti locali.
Un'Arca di Noè per il turismo
Il Salone del Camper autentica Arca di Noè del turismo all’aria aperta, un modo di dire ma non solo.
Le tende «a castello» che lo specialista Autohome monta sul tettuccio di alcune Panda sono a prova di belve feroci, mentre a bordo di un selvaggio Mercedes Atego allestito da Bimobil nemmeno il deserto del Sahara dovrebbe rappresentare un problema.
Chi, invece, la propria citycar invita a stivarla nel «bagagliaio» di un motorhome è Punto Camper, che sul pianale di un Morelo carica una Fiat 500.
Un po’ come Concorde Reisemobile, che a uno dei propri modelli di punta getta in pasto una Smart.
Camper ma anche roulotte, tende, carrelli tenda, verande, qualsiasi strumento si presti alla vita da campeggio, spartana sì ma anche ricca di comodità.
All’«expo» parmense si dà appuntamento l’elite europea: Laika, Roller Team, Giottiline, Arca, Caravans Internationals, Truma, Thetford, Knuas Tabbert, al cocktail inaugurale non manca nessuno.
Nemmeno Case come Iveco, Renault e Mercedes che ai camper prestano la base meccanica, attorno alla quale gli allestitori disegnano appartamenti mobili. 
fonte: gazzettadiparma.it

Al Salone del Camper 2012 è stata premiata oggi la creatività di studenti e giovani professionisti

Vincitrice per la categoria Animali con il progetto "Confy Travel Cage" è la giovanissima designer Erica Bernardini. Si è tenuta questa mattina, nell'ambito della fiera di riferimento nazionale per l'industria del caravanning, inaugurata ieri a Parma e in corso fino al 16 settembre, la cerimonia di premiazione della prima edizione del Concorso Nazionale "Camper e Giovani Designer" per la progettazione di scocche e sistemi accessori e coordinati per veicoli ricreazionali. L'iniziativa, aperta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, studenti o laureati presso università italiane o equipollenti in Design industriale, Architettura e Ingegneria oppure studenti o diplomati presso istituti e accademie pubblici e privati in Design industriale, è stata indetta da APC-Associazione Produttori Caravan e Camper. L'Associazione, nata nel 1977 in seno ad ANFIA e attiva dal 2010 come Associazione autonoma, è impegnata per la promozione e la diffusione del turismo en plein air in Italia e riunisce 41 aziende produttrici di autocaravan, caravan e componenti. I concorrenti hanno avuto tempo dal 10 aprile al 10 luglio per partecipare al concorso inviando gratuitamente i propri lavori. Vincitrice della categoria Terza Età è Alessia Musetti (Toscana) con il progetto "Iting"; per la categoria Bambini, invece, sono state premiate Federica Raffin e Jessica Tonioli (Friuli Venezia Giulia) con il progetto "Coquille"; mentre per la categoria Sostenibilità ad ottenere il riconoscimento è stato Max Veronesi (Emilia Romagna) con il progetto "Kitch_Flip". Il progetto vincitore della categoria Terza Età, presentato da Alessia Musetti, ha ricevuto, inoltre, la menzione speciale, "Premio Luano Niccolai", che APC ha deciso di dedicare alla memoria della storica figura dell’imprenditoria italiana per il settore camper, ex Presidente di APC
fonte: 9colonne

L'invasione degli ultracamper: Parma capitale per 8 giorni

Tutto è pronto per dare il via alla terza edizione presso Fiere dall'8 al 16 settembre. 250 espositori è il seconod più importante appuntamento europeo del settore

E' la seconda rassegna europea pe rdimensioni, novità presentate, volume d'affari e visitatori.
La conferenza inaugurale che si terrà sabato 8 settembre alle 11.30 presso Fiere di Parma (sala dei Trecento) darà il via ad un programma ricco di importanti iniziative e ed eventi dedicati agli addetti ai lavori e agli amanti del turismo en plein air. Visitando il Salone del Camper sarà possibile scoprire le potenzialità del turismo all'aria aperta, dalla componentistica e accessoristica ad una selezione di carrelli tenda, tende, verande ed altre attrezzature per il campeggio fino alle offerte turistiche di Associazioni e Enti locali, a cui è dedicata un'intera area della manifestazione.

A disposizione degli amanti del plein air, naturalmente, anche la possibilità di scoprire le tendenze ed i nuovi modelli presentati da tutti i principali costruttori europei di veicoli ricreazionali, che hanno confermato massicciamente la loro presenza al Salone del Camper.

Sono complessivamente circa 250 gli espositori presenti a questa edizione del Salone del Camper, con circa 600 veicoli esposti su una superficie espositiva di oltre 150.000 mq complessivi. Come sempre saranno tantissime le novità, e per scoprirle tutte si può solo visitare ilSalone; certamente gli appassionati di questo settore non resteranno indifferenti ad un paio di anticipazioni, come il ritorno di Giottiline alla produzione dei motorhome, il nuovo sistema EXPS utilizzato nella costruzione dei veicoli CI e Roller Team,
l'evoluzione degli stabilizzatori AKS di Al-Ko.

Non mancherà la consueta area dedicata agli eventi serali, dove oltre alla ristorazione i visitatori troveranno manifestazioni musicali, cabaret, degustazioni enogastronomiche e promozione del nostro bel Paese, anche di quell'Italia piccola ma piena di storia, fatta di paesini e borghi dal patrimonio culturale-artistico tutto da scoprire o che ospitano sul loro territorio parchi e aree protette dal valore inestimabile.

Scegliere il camper vuol dire proprio questo: viaggiare 365 giorni l'anno, in assoluta libertà, per scovare tesori nascosti spesso al di fuori delle mete turistiche tradizionali.

La nostra penisola è una miniera di bellezze ed è per questo che oltre 2,5 milioni di turisti stranieri hanno continuato a scegliere anche per il 2011 l'Italia come destinazione per le loro vacanze all'aria aperta. Questo dato rappresenta solo una piccola anticipazione di quelli elaborati dal Ciset, il Centro Internazionale di Studi sull'Economia Turistica dell'Università Cà Foscari di Venezia, che verranno sommariamente anticipati nel corso della conferenza di apertura del Salone del Camper ed in seguito, a partire dalle 14,00 presso lo spazio Agorà, dettagliatamente presentati alla Stampa ed al pubblico.

Come ogni anno, nella sua analisi il Ciset ha focalizzato il proprio lavoro su un Paese europeo, analizzandone turismo attuale e potenziale; per l'edizione 2012 del Salone il focus sarà sui Paesi Bassi con un'analisi mirata dei suoi flussi turistici.

Per scoprire tutte le novità, gli eventi, i parcheggi e le aree di sosta a disposizione basta visitare sito internet www. salonedelcamper. it, disponibile anche in inglese.
fonte > Foiano in Piazza

Macao: aperta la prima edizione del Convegno economico-turistico del mondo

Il 9 settembre a Macao si è aperto il "Convegno economico-turistico mondiale di Macao 2012" della durata di tre giorni. Il suo tema è: "La crescita trainata dalla crescita: il mutuo vantaggio tra gli sviluppi del turismo e dell'economia". Lo scopo è quello di creare una piattaforma di cooperazione e di scambi internazionali, cercando punti d'incontro e opportunità di cooperazione per il settore turistico e gli altri settori pertinenti, coordinando la promozione della competitività internazionale del settore turistico di Macao.
Secondo i dati statistici, il Convegno ha attratto più di 600 funzionari governativi ed esponenti interessati provenienti da oltre 20 paesi e regioni.
italian.cri

Turismo: 'Casoni aperti', 100 kayak su Laguna Grado

Un centinaio di kayak sono partiti da Aquileia e, pagaiando sul fiume Natissa, hanno raggiunto la Laguna di Grado e Marano per la sesta edizione della manifestazione 'Casoni Aperti' che quest'anno, per inizitiva dell'assessorato al turismo della Provincia di Udine, e' stata inserita nel progetto europeo Slow Tourism.

Una nuova identita', per la manifestazione che celebra le tipiche case dei pescatori sulla Laguna, che ha permesso di aprirsi al grande pubblico grazie alla possibilita' di imbarcarsi sulla motonave Santa Maria che ha fatto rotta sull'isola di Sant'Andrea. Il comandante e chef Nico ha 'condito' l'itinerario con spiegazioni naturalistiche e con degustazioni dei vini locali. (ANSA).

Tra turismo e creatività l'idea di due giovani cervelli mai fuggiti

Lui si chiama Kriss, ha 34 anni, è siciliano e fino a ieri era uno sceneggiatore free lance. Lei è Lucia, 37 anni, pugliese art director fino allo scorso luglio. Coppia nella vita e d'ora in poi anche nel lavoro, hanno deciso di dare una svolta alla loro carriera professionale. A differenza di molti, hanno deciso di restare in Italia e di scommettere sul loro futuro. Per mesi hanno cercato l'idea giusta e alla fine l'hanno trovata. Si sono affilianti al Cts, la più grande associazione italiana dedita alla mobilità giovanile e studentesca che ad oggi conta 215mila soci circa. Hanno unito, così, il piglio dello sceneggiatore e la fantasia del creativo, portando alla rete Cts molti elementi di novità.

La nuova sede Cts che hanno avviato, a Roma, nel quartiere Monti, è infatti un 'travel concept space', uno spazio in cui contemporaneamente si svolgono diverse attività: diffondere la pratica del turismo giovanile facendo dell'esperienza del viaggio un momento di crescita, condivisione, partecipazione e integrazione; una libreria, dove è possibile acquistare guide turistiche e dedicarsi alla lettura di qualche bella pagina di letteratura di viaggio o saggistica seduti su un comodo divano; un bar, il luogo in cui darsi appuntamento per quattro chiacchiere con gli amici, un caffè o un aperitivo e infine lo store, dove è possibile trovare prodotti davvero particolari come le macchine fotografiche analogiche vintage Lomography o le borse artigianali di Maledetti Toscani.

Nella nuova sede Cts, è possibile approfondire la conoscenza delle lingue attraverso i programmi Education o i corsi di lingua all'estero e usufruire di servizi turistici dedicati come passaggi aerei, ferroviari e marittimi, autonoleggio, alberghi e residence universitari, convenzioni con tour operator. E' possibile inoltre partecipare attivamente a progetti di ricerca per la salvaguardia della natura o, ancora, visitare mete al di fuori dei circuiti turistici tradizionali. Il tutto in un'ottica di responsabilità e sostenibilità, perché Cts dal 1992 è stata riconosciuta dal ministero dell'Ambiente come associazione di protezione ambientale a livello nazionale.

Kriss e Lucia amano parlare di suggestioni di viaggio: "C'è sempre una suggestione che ci porta a scegliere una destinazione piuttosto che un'altra. Noi vorremmo portare i nostri nuovi soci a dare corpo a quelle suggestioni. E' per questo che abbiamo concepito il nostro spazio in questo modo. Perché gustando un caffè turco o tra le pagine di uno scritto di Chatwin si può davvero andare lontano".
adnkronos

Turismo all'Elba per i piccoli: il blogtrip anche su Twitter. L'hashtag #elba4kids: si conclude l'iniziativa

Si è concluso il blogtrip dedicato alle vacanze con bambini, e organizzato dall'Hotel Le Acacie di Naregno, all'isola d'Elba, grazie a un'idea di Cristiana Bartolini, che gestisce l'hotel. Giornate dedicate al divertimento ma anche alla riflessione su dove va il turismo all'Elba. Protagoniste, un gruppo di mamme con i loro figli, come spiega il blog elbano "Officina Turistica". Era possibile seguire il viaggio di mamme e bambini grazie all'hashtag #elba4kids su Twitter. Il risultato di giorni di tweet è un bell'affresco dell'Elba, con paesaggi da cartolina.

Durante le giornate di Elba 4 Kids, Robi Veltroni, che gestisce il blog Officina Turistica, ha partecipato a un incontro all'Hotel Le Acacie, proprio nell'ambito dell'iniziativa turistica. L'incontro si intitolava "L'Isola che... Comunicare una destinazione nell'era di internet".

Veltroni, sul blog, aggiorna i navigatori sulle mete di mare più ricercate sulla Rete. Nella top 10 non compare nessuno dei comuni elbani (Riccione e Rimini sono prima e terza): i primi comuni dell'isola compaiono subito dopo la top 10, con Capoliveri al 14esimo posto e Portoferraio al 17esimo.

Un bel risultato comunque per Capoliveri, con la cui amministrazione comunale "Officina Turistica" collabora per la migliore integrazione possibile tra Internet e turismo all'Isola d'Elba. "Un piccolo primato che deve migliorare - dice Veltroni sul blog - guardando con fiducia al prossimo anno di collaborazione con il Comune".

La Nazione

Duomo Siena, pavimento-spettacolo Potra' essere ammirato dal pubblico ma solo per poco meno di due mesi

Torna visibile al pubblico, per poco meno di due mesi, fino al 24 ottobre, il pregiatissimo pavimento del duomo di Siena. "Il più bello, grande e magnifico che mai fusse stato fatto", lo definì Giorgio Vasari. Normalmente il prezioso tappeto marmoreo è coperto da lastre di legno truciolato per proteggerlo dal calpestio dei visitatori, più di un milione all'anno. Il pavimento del Duomo è frutto di un complesso programma realizzato attraverso i secoli, a partire dal Trecento fino all'Ottocento.

I cartoni preparatori per cinquantasei tarsie furono forniti da importanti artisti, quasi tutti 'senesi', fra cui il Sassetta, Domenico di Bartolo, Matteo di Giovanni, Domenico Beccafumi, ma anche l'umbro Pinturicchio, autore, nel 1505, del celebre riquadro con il Monte della Sapienza. Durante il periodo di scopertura sarà possibile ammirare anche le tarsie nell'esagono sotto la cupola, lo spazio vicino all'altare, i riquadri del transetto: i visitatori saranno guidati all'interno di un percorso che permetterà la visita straordinaria intorno all'abside, con la visione delle tarsie lignee di Fra Giovanni da Verona e gli affreschi di Domenico Beccafumi.
ansa

Estate, 40mila italiani in vacanza col coupon. Internet sempre più strumento anti-crisi per le vacanze

Internet sempre più strumento anti-crisi per le vacanze: quest'estate sono almeno 40 mila gli italiani che sono partiti, principalmente verso il mare, grazie ai "coupon", le offerte online di pacchetti-vacanza. Calabria e Sardegna le mete più cliccate del Belpaese, mentre all'estero le più gettonate sono state Spagna ed Egitto. A fotografare le vacanze col coupon degli italiani è Groupon Italia, tra i siti specializzati per i gruppi d'acquisto online.

A fronte della crisi economica, tanti italiani si sono rivolti alle offerte della rete pur di non rinunciare a qualche giorno fuori casa. Secondo i dati diffusi da
Groupon Italia, con i coupon acquistati sulla piattaforma tra giugno e agosto 2012 sono già partite per le vacanze più di 40 mila persone. L'acquisto di un soggiorno, in Italia o all'estero, tramite il gruppo di acquisto online è una soluzione che piace soprattutto alle coppie (l'88% degli acquirenti), mentre il mare è stato il principale oggetto dei desideri insieme alle strutture a 4 stelle.

Gli internauti che hanno scelto l'Italia si sono recati principalmente in
Calabria, in particolare a Tropea e nelle località della costa ionica settentrionale, e poi in Sardegna (Alghero e Oristano le mete più amate) e in Toscana, nella maremma grossetana e anche sulle colline senesi. Puglia e Sicilia altre due regioni molto cliccate. Coloro che hanno preferito spiagge all'estero si sono invece riversati maggiormente su Spagna, in particolare nelle Baleari, ma anche in Egitto e Croazia.
ansa