LaRedoute

La Merkel telefona e conferma: a Pasqua in vacanza a Ischia


Ischia. Non sembra conoscere fine la lunga storia d'amore che lega l’isola e Angela Merkel. Per il terzo anno consecutivo, infatti, la cancelliera tedesca ha scelto Ischia come meta per le tradizionali vacanze primaverili. La signora Merkel è attesa nei giorni che precedono la Pasqua: come da consuetudine, la data esatta del suo arrivo risulta ancora top secret, ma dovrebbe oscillare tra lunedì 14 e giovedì 17 aprile. Sembra invece certa la presenza sull'isola del marito Joachium Sauer, chimico e professore all'Università Humboldt di Berlino, che da anni accompagna la presidente dell'Unione cristiano-democratica nelle sue vacanze italiane. 


I coniugi, come da tradizione, alloggeranno all'hotel Miramare di Sant'Angelo, albergo a picco sul mare che dal 1933 ha ospitato personaggi del calibro di Dwight Eisenhower, Gabriele D'Annunzio e tanti altri. Qui la coppia avrà la possibilità di ritemprarsi con le cure termali del giardino l'Aphrodite, con massaggi rilassanti e lunghe passeggiate ed escursioni. Il tutto con uno sguardo alla suggestiva baia dei Maronti, che fa da cornice all'incredibile tranquillità che caratterizza ancora oggi Sant'Angelo, borgo ischitano da anni riconosciuto a livello internazionale come meta preferita della Merkel. In qualche bar dell’isola sono già comparsi i manifestini di benvenuto.

Il rapporto tra la cancelliera tedesca e l'isola più grande del golfo di Napoli non nasce certo ieri. Per decenni, ancor prima che si imponesse tra gli esponenti di punta della politica mondiale, la scelta è sovente ricaduta su Ischia, a testimonianza dell'amore di una generazione di tedeschi per la tranquillità, la gente e il mare che caratterizzano la località nota per il Castello Aragonese e il Fungo. A guastare un amore che sembrava indissolubile ci hanno pensato i successi in politica a partire dal 2005 e le conseguenti attenzioni sempre più pressanti della stampa internazionale. Il legame con l'isola verde sembrava essersi incrinato nel 2007, conseguenza delle non poche polemiche scatenate dal servizio di un tabloid inglese, che pubblicò un'immagine della premier tedesca intenta – proprio a largo di Sant'Angelo - a cambiarsi il costume.

Ma i grandi amori non finiscono mai e, dopo l'assenza dell'anno seguente, la Merkel tornò nel 2009, poi nel 2012 e l'anno scorso, testimonianza di quanto apprezzi il calore e la riservatezza con cui da sempre è stata accolta dagli Ischitani. A dimostrarlo il singolare episodio dell'aprile scorso, con la cancelliera tedesca che fece visita al maitre ischitano Cristoforo Iacono, con cui nei tanti soggiorni ischitani aveva stretto un rapporto cordiale. Il dipendente dell'albergo era stato licenziato alcuni mesi prima, la Merkel non lo trovò nella struttura e decise così di andarlo a trovare a casa per fargli sapere la sua vicinanza. Episodi del genere dimostrano la profondità del rapporto che intercorre tra la leader tedesca e Ischia: un legame lungo decenni che anche quest'anno consentirà all'isola di fare il giro del mondo e magari di conquistare, gratis, nuovi vacanzieri.
di Cristiana Messina

Nessun commento: