LaRedoute

Turismo: Francia, apre discussa passerella Mont-Saint-Michel

Dopo tre anni di lavori e molte polemiche, domani apre al pubblico il nuovo ponte pedonale del Mont-Saint-Michel, uno dei siti turistici più frequentati di Francia, con 2,7 milioni di visitatori l'anno. La strada leggermente sopraelevata per contrastare le maree, che storicamente collegava il monte alla terra ferma, verrà distrutta in autunno e il monte, potrà tornare (anche se per poche ore l'anno) ad essere un'isola.

Al suo posto, il ponte-passerella pedonale, lungo circa 800 metri e sostenuto da 134 pali, permetterà ai visitatori di raggiungere più facilmente il luogo. Mentre le navette che collegano il sito con i parcheggi, cominceranno a circolare da settembre. Il progetto dell'architetto austriaco Dietmar Feichtinger - un ponte a 's' che sfiora l'acqua durante le maree, spiega, "per confondersi nel paesaggio come una lama galleggiante" - presentato come necessario per salvare dall'insabbiamento la storica rocca sull'Atlantico eletta dall'Unesco patrimonio dell'umanità, ha sollevato diverse polemiche. Residenti e commercianti del posto hanno denunciato le condizioni di "accesso inadeguate all'offerta turistica".

Il nuovo sistema di parcheggi e trasporti, progettato per permettere ai turisti di raggiungere l'abbazia, è infatti situato a circa tre chilometri dal monte (necessari per rispettare l'ecosistema) e dista altri 900 metri dalla stazione delle navette. La Corte dei Conti ha invece criticato l'elevato costo dei lavori, 184 milioni di euro (lo Stato ha partecipato con un finanziamento di 85 milioni), giudicati troppi se si considera che il Mont-Saint-Michel sarà di fatto un'isola solo pochi giorni o poche ore all'anno, in base alle maree.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Nessun commento: