LaRedoute

Torino rende omaggio a Tina Modotti, musa di Weston. Cento foto a Palazzo Madama, anche suoi nudi scattati da artista

Fu musa di artisti come Edward Weston e Diego Rivera, recitò nel cinema muto di Rodolfo Valentino, amò perdutamente il rivoluzionario cubano Julio Antonio Mella che finì ucciso nel 1929. Tina Modotti, umili origini udinesi e una vita fra Usa, Messico, Spagna, Francia, Germania e Unione Sovietica, fu però soprattutto una attivista comunista e un'artista. Ai suoi scatti, anticipatori della fotografia di reportage sociale di epoca posteriore, è dedicata una retrospettiva della Fondazione Torino Musei curata da Cinemazero.

Dopo Eve Arnold, il torinese Palazzo Madama prosegue con Modotti la nuova serie sulla fotografia declinata al femminile. Molte immagini sono dedicate al Messico, terra di elezione dell'artista, che vi morì nel 1942. Lì si trova la sua tomba, che sulla lapide reca inciso l'elogio funebre scritto per lei da Pablo Neruda. Il sepolcro è stato a lungo abbandonato, racconta il curatore Pino Cacucci nel catalogo di Silvana Editoriale, come per molti anni è stata quasi cancellata la sua memoria. L'attivismo politico rese l'artista agli occhi di molti benpensanti dell'epoca nient'altro che "una prostituta comunista".

E gli splendidi scatti di Edward Weston che la ritraevano nuda, inclusi nella mostra di Torino, completarono con la complicità dei giornali del tempo l'opera di svilimento messa in campo contro di lei da molti regimi politici. Fu espulsa dal Messico nel 1930 con la falsa accusa di avere partecipato a un attentato contro il presidente della Repubblica. Non venne accolta negli Usa, di cui pure era diventata cittadina. Riparò in una Berlino che non le piacque, poi in una Mosca incupita dalle purghe staliniane. Le circa cento foto di Tina Modotti esposte a Torino, presentate oggi alla stampa, rivelano una grande attenzione formale e profonda sensibilità nei confronti degli ultimi. Sono immagini di campesinos, pescatori, donne che lavano i panni e che allattano, bambini. Scatti magnifici, dei quali l'autrice non era mai soddisfatta. "Caro Edward - scrive l'artista nel 1929 a Weston, inviandogli un pacco di foto per il Berkeley Art Museum - certe volte sento che sarebbe più onesto da parte mia rinunciare a tutte le pretese e non fare più fotografia, al di fuori del lavoro puramente commerciale dei ritratti. Tuttavia è un sacrificio e mi addolora soltanto pensarlo, così continuo ma i risultati non mi soddisfano mai". La mostra 'Tina Modotti, retrospettiva' è visitabile dal 1 maggio al 5 ottobre nella Corte Medievale di Palazzo Madama, il biglietto costa 8 euro e include un'audioguida.
ansa

Nautica: torna Yacht Med Festival di Gaeta, 24 aprile - 1 maggio

(ANSA) - GAETA (LATINA), 19 APR - Quando il settimo anno non è sinonimo di crisi: torna lo Yacht Med Festival, evento in controtendenza rispetto all'onda negativa che ha coinvolto negli ultimi anni l'industria nautica italiana. Lo accoglie Gaeta, dal 24 aprile al primo maggio: è la Fiera Internazionale dell'Economia del Mare, con un modello fieristico di successo che punta all'aggregazione fra le diverse realtà produttive del comparto nautico e del turismo di Lazio e Campania.
Nei 37.000 mq di superficie espositiva distribuiti su tutto il lungomare di Gaeta, trovano spazio 380 espositori, 130 le imbarcazioni in mostra e pronte per prove in acqua, un calendario di circa 50 eventi, fra mostre, regate, tavole rotonde e convegni che rappresentano tutti i settori legati alla Blue Economy: nautica, portualità turistica e commerciale, logistica, trasporti, pesca, formazione, ambiente, sport, turismo, editoria, artigianato e agroalimentare.

Nel corso della manifestazione saranno presentati anche i primi risultati dei tavoli di lavoro avviati nelle edizioni precedenti: il modello di semplificazione delle procedure nella pesca in collaborazione con il Comando Generale delle Capitanerie di Porto; il supporto a un processo di qualificazione della filiera nautica; la definizione di un nuovo metodo di certificazione e di rete nella portualità turistica, e la messa a punto di nuovi sistemi di partenariato pubblico- privato nell'Economia del Mare. A Gaeta è nata anche la Rete Nazionale degli Istituti Nautici, in cui il MIUR ha riconosciuto la città come il luogo in cui discutere le politiche formative legate al mare, anche in relazione alle nuove direttive europee.
Ma il principale risultato raggiunto, secondo Vincenzo Zottola, presidente di Unioncamere Lazio, della Camera di Commercio di Latina e organizzatore dello Yacht Med Festival, è stato quello di divenire un modello innovativo di confronto nazionale fra istituzioni, associazioni e imprese che vedono nella manifestazione il luogo privilegiato per l'elaborazione delle proprie politiche di intervento e per il confronto con tutti gli altri principali stakeholder del settore.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lo sbarco di Napoleone 200 anni fa all'Elba Le celebrazioni per il bicentenario dell’Imperatore sull’isola

(di Ida Bini)
E’ ricco il calendario dei festeggiamenti per il bicentenario dell’arrivo di Napoleone Bonaparte sull’isola d’Elba: eventi culturali e folcloristici, rievocazioni storiche, mostre, concerti e convegni celebrano il grande evento, che comincia il 4 maggio e si protrae fino al 26 febbraio 2015 per ricordare i 10 mesi d’esilio del grande condottiero francese in terra toscana. Correva l’anno 1814 quando, dopo l’abdicazione di Fontainebleau, Napoleone veniva costretto all’esilio sull’isola d’Elba, dove sbarcò il 4 maggio e da dove fuggì furtivamente dopo dieci mesi.
Sull’isola Napoleone portò i fasti del suo impero, soprattutto nella sua residenza di Portoferraio e lasciò importanti segni nella costruzione di ospedali e nell’organizzazione delle strade, delle miniere di Rio e Capoliveri e dell’agricoltura isolane. Le celebrazioni per il “turista più famoso della storia dell’Elba” si inaugurano il 4 maggio con la rievocazione storica dello sbarco dell’imperatore a Portoferraio, il principale porto dell’isola, con oltre 200 figuranti in costume d’epoca – ufficiali e soldati della sua guardia - e la consegna delle chiavi della città. In occasione del bicentenario nel piazzale Napoleone di Portoferraio è stata restaurata anche la sua residenza villa dei Mulini per riscoprirne l’assetto originario voluto dall’Imperatore. La Villa, costruita nel 1724 dal granduca Gian Gastone de’ Medici, fu riadattata secondo le esigenze di Napoleone che fece aggiungere alla residenza un piano da dove osservava le navi in entrata e in uscita dal porto.
Oggi la palazzina dei Mulini è un museo nazionale e ospita mobili ottocenteschi stile impero, la biblioteca dell’Imperatore e un giardino che si sviluppa tra la palazzina e il mare, abbellito da due statue classiche. Da inizio giugno al 30 settembre la galleria Demidoff di Villa di San Martino ospita una mostra dedicata all’isola durante il periodo napoleonico con l’allestimento dell’originale tenda da campo, mai vista prima in pubblico in Italia, usata da Napoleone nei suoi spostamenti durante le campagne militari. Si tratta di un’imponente reggia itinerante, alta più di 3 metri, raffigurata nei più importanti dipinti dell’epoca, con tutte le comodità e le sicurezze per l’Imperatore. Restaurata dal Mobilier National di Parigi la tenda, realizzata in cotone e lino a righe bianche e blu e bordata da una frangia di lana rossa, era attrezzata come una piccola reggia trasportabile che si distingueva in mezzo all’accampamento militare. Nella tenda si trovavano mobili progettati da abili artigiani facilmente ripiegabili, trasportabili e molto leggeri, che dovevano seguire Napoleone nei suoi tanti spostamenti.
I festeggiamenti proseguono per tutta l’estate con spettacoli, mercati, concerti, gare veliche, proiezioni cinematografiche e fuochi d’artificio; in particolare si segnalano il 13 e il 14 giugno la Régat Napoléon, gara velica dell’Aive, associazione italiana vele d’epoca, che parte da La Spezia e si conclude a Portoferraio; i giochi pirotecnici a Portoferraio il 15 agosto, in occasione del compleanno di Napoleone, e la rievocazione dell’incontro del condottiero con la contessa Maria Walewska, sua amante e madre di suo figlio Alexandre, nel santuario della Madonna del Monte di Marciana. Le celebrazioni si concluderanno il 26 febbraio 2015 con una grande festa che ricorda il giorno in cui l’Imperatore, il 27 febbraio 1815, organizzò un grande evento al quale invitò tutta la popolazione dell’isola; per la grande confusione le guardie inglesi lo persero di vista e lui poté imbarcarsi di nascosto su un bastimento che lo aspettava all’isolotto di fronte al porto. Per i bicentenario il comune di Portoferraio ha organizzato anche numerose iniziative turistiche come le passeggiate guidate I luoghi di Napoleone, per conoscere meglio il grande personaggio storico e il suo stretto rapporto con l’isola. Un’altra iniziativa interessante è Napoleone a tavola: per tutta l’estate nei ristoranti del tour si possono trovare accattivanti menu napoleonici, basati sulla cucina tradizionale ottocentesca locale e numerosi eventi a tema. In particolare: Viaggio nella tradizione gastronomica dell’isola d’Elba al tempo di Napoleone, dal 5 all’11 maggio e dall’8 al 15 giugno, e la fiera del Bicentenario con degustazioni dei prodotti e dei piatti della tradizione ottocentesca, che si svolge l’8 giugno.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Osservatorio Trivago.it: per il ponte del 1° maggio vince il mare, con Costa campana e Riviera Romagnola al top

Secondo l’Osservatorio di Trivago.it, gli italiani per il ponte del 1° maggio hanno in programma una prima “uscita” al mare: mentre Pasqua e il 25 aprile registravano un forte flusso di ricerche verso le città d’arte e luoghi di culto, infatti, il lungo fine settimana del 1° maggio segna un’inversione di tendenza che si focalizza sulle mete balneri. La classifica stilata da Trivago, in particolare, vede protagoniste Riviera Romagnola Costa Campana, con 7 destinazioni nelle prime dieci: in testa, Rimini, Sorrento e Riccione. E poi, in Ischia, Capri, Amalfi e Milano Marittina. Al quinto posto è una località siciliana, San Vito Lo Capo, al settimo il Lido di Jesolo e al nono Alassio. L’interesse per le mete balneari è confermato anche dalle ricerche relative a destinazioni fuori dai confini italiani: accanto alle classiche capitali europee, come Londra, Vienna e Parigi, infatti, sono presenti in posizioni alte della classifica Barcellona (la più ricercata in assoluto), Nizza e Cannes.
webitmag.it

Courtyard by Marriott, nuova apertura in Sud Corea

Ha appena aperto il Courtyard by Marriott Seoul Pangyo, nuovo indirizzo nel cuore della Pangyo Techno Valley, hub tecnologico in espansione nella città di Seongnam, nella provincia sudcoreana di Gyeonggi. L’hotel di 282 camere si trova a soli tre minuti a piedi dalla stazione metropolitana di Pangyo, da cui raggiungere in 16 minuti il distretto Gangnam di Seoul. Il Courtyard by Marriott Seoul Pangyo è la settima proprietà di Marriott International nella Corea del Sud e il secondo del brand Courtyard. “Questo importante investimento è stato reso possibile grazie alla partnership con il gruppo finanziario coreano Mirae Asset, con il quale ci auguriamo di collaborare a lungo per garantire il successo dell’hotel” commenta Don Cleary, chief operations officer per Asia Pacifico di Marriott International. “Il nuovo Courtyard integra la visione globale di Marriott International di smart business travel: una combinazione di tecnologia innovativa, design contemporaneo e comfort. Grazie alla posizione ottimale in un’area in forte sviluppo ci aspettiamo che l’hotel diventi un punto di riferimento nel distretto sia per viaggiatori business sia per i residenti” afferma Paul Cannings, general manager del Courtyard by Marriott Seoul Pangyo. L’hotel, 100% smoke-free, offre tre tipologie di camere, dai 26 ai 42 mq, tutte con smart TV a schermo piatto da 40 pollici e accesso a Internet. La Executive Lounge al 19° piano propone gratuitamente prima colazione, happy hour alla sera, tè e caffè e meeting room. L’hotel si sviluppa a partire dall’8° piano di un edificio di 19 piani che comprende uffici, negozi, ristoranti e caffetterie ai livelli inferiori. Per agevolare gli ospiti, l’albergo è stato progettato in modo che la lobby, il ristorante, il bar e le sale riunioni siano tutti posizionati all’8° piano.
webitmag.it

Sicilia, presentato il piano turistico per far decollare l’isola

Quattro milioni di euro provenienti dai fondi europei per il 2014, a cui se ne aggiungono altrettanti per l’anno successivo. Come spenderà questi soldi destinati alla promozione turistica l’assessore della Regione Sicilia Michela Stancheris? La risposta è arrivata dalla conferenza stampa in cui l’assessore ha presentato il calendario della manifestazioni fieristiche e borsistiche del secondo semestre 2014 e del 2015. Il filo conduttore della programmazione è il consolidamento dell’immagine della Sicilia, con il rilancio del “brand” dell’isola in Italia e all’estero, e la conquista di nuovi mercati. A proposito di nuovi mercati, la Stancheris punta in particolare suiturismi di nicchia, come quello scolastico, enogastronomico e green. Tra le manifestazioni a cui la Regione parteciperà (in tutto 15, da Milano a Tokyo e Parigi) nel prossimo autunno ci sarà anche la Borsa del turismo religioso, “da fare nell’area Sud-Est della Sicilia”.
fonte: webitmag.it

Milano ‘scandinava’ per un weekend. Rassegna BeNordic fra design, gastronomia e arte

Milano si prepara a diventare “scandinava” per un lungo weekend: dall'8 all'11 maggio Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia sbarcheranno nel capoluogo lombardo con sapori, suoni e profumi delle loro terre con l'evento BeNordic. Un viaggio nel viaggio alla scoperta dei Paesi Nordici.

Alla quattro giorni sarà protagonista il Nordic Lifestyle in tutte le sue declinazioni: design, gastronomia, musica, letteratura, ambiente e sostenibilità. Organizzata dalle quattro organizzazioni ufficiali turistiche dei rispettivi Paesi, l'iniziativa coinvolgerà scrittori e chef, musicisti e artisti in quattro grandi aree tematiche allestite in via eccezionale a Palazzo Giureconsulti. Un palcoscenico sarà dedicato a eventi musicali, show-cooking, lezioni di lingue nordiche, presentazioni. Una zona relax sarà adibita per approfondire alcuni aspetti della cultura nordica attraverso la lettura di libri o la consultazione di materiale audiovisivo. Per i bambini c'è un angolo ad hoc per lasciarsi prendere dalla creatività. E infine nella zona del “Caffè di viaggio” sarà possibile avvicinarsi alle tradizioni nordiche e dialogare con le organizzazioni turistiche competenti.

Ecco qualche dettaglio in più sul programma: l’evento sarà inaugurato per il pubblico nel tardo pomeriggio del 9 maggio con l’esibizione dal vivo di un gruppo delle Faroe e con uno show cooking in cui i prodotti norvegesi saranno abbinati al vino marchigiano "Vennskapsvin" (vino dell'amicizia) della Cantina Di Ruscio, nato da una collaborazione con le Isole Lofoten pensata per creare un mix tra la cultura norvegese e l'enologia italiana. Dalla mattina di sabato 10 maggio la kermesse entrerà nel vivo: lezioni di lingua per imparare il vocabolario di base del turista, racconti di viaggio, la finale dell'Eurovision Song Contest in diretta da Copenaghen. Domenica 11 maggio in programma diversi momenti per le famiglie. Ad accogliere i più piccoli un grande Emmet interamente costruito con i mattoncini Lego e un incontro ravvicinato, oltre che ‘anticipato’, con il “vero” Babbo Natale. Tutte le informazioni sul sito www.benordic.it.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Balli d'epoca a Villa Taranto Sulle note di Verdi, Strauss e Rossini, appuntamento il 4 maggio sul Lago Maggiore

Un tuffo nel passato, tra Settecento e Ottocento, nella cornice fiabesca dei giardini di Villa Taranto, sul Lago Maggiore. È l'iniziativa organizzata dall'Ente Giardini Botanici Villa Taranto per domenica 4 maggio, meteo permettendo.

Si tratta di una giornata dedicata ai balli d'epoca aperta a grandi e piccoli che potranno assistere alla rievocazione di antiche danze grazie alla collaborazione dell'Associazione “Historia Subalpina”. I figuranti animeranno il parco con coreografie risorgimentali indossando i pomposi costumi d'epoca. Si ballerà sulle note di Verdi, Strauss e Rossini. I visitatori potranno semplicemente ammirare e godersi lo spettacolo, oppure potranno abbandonarsi con i ballerini nelle danze. Il programma prevede due spettacoli, il primo alle 14.30 e il secondo alle 16. In caso di pioggia l'evento sarà rinviato al 21 settembre 2014.

Villa Taranto è un tripudio di colori e profumi nei suoi 16 ettari di parco grazie alle migliaia di bulbose, tulipani in testa, che la decorano e a centinaia di altre specie floreali fra cui azalee, rododendri e la Davidia Involucrata in fiore, comunemente chiamata “albero dei fazzoletti”. Sono 20mila le piante di particolare valenza botanica che ospita e oltre 15mila le piantine di bordura che tappezzano le aiuole.

Fra i prossimi appuntamenti si può segnare in agenda dal 20 giugno la “Victoria Cruziana in flower” (fino a fine ottobre): si tratta della 'fioritura' della regina delle piante acquatiche dell'America meridionale. La Victoria Cruziana dal 1956 ha trovato il suo habitat naturale nella Serra dei Giardini Botanici di Villa Taranto, dove, nei periodi di maggiore attività vegetativa le foglie raggiungono anche due metri di diametro. E in più si può ammirare la mostra permanente della Dalia, dall'ultima decade del mese di luglio fino a fine ottobre, nel “Labirinto delle dalie”. Ci sono 1500 piante suddivise in oltre 350 varietà.

Tutte le informazioni su: www.villataranto.it.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

A Capalbio primo festival,naked yoga, arte e Reiki. Dal 16 al 18 maggio; anche conferenza su turismo naturista


Arte, musica, teatro, discipline olistiche, il tutto rigorosamente in veste adamitica. Dal 16 al 18 maggio si svolgerà nel Villaggio Capalbio Resort il primo Festival Naturista italiano, unica occasione di incontro di tutto il mondo nudonaturista: associazioni, gruppi indipendenti e tutti coloro che seguono questo stile di vita. Per l'occasione è convocata anche una grande conferenza dell'associazionismo naturista italiano, alla quale sono invitate a discutere di naturismo e di turismo naturista tutte le associazioni italiane, sindaci, amministratori pubblici e operatori turistici. ''In Italia - spiegano gli organizzatori - il naturismo e lo stile di vita che esso rappresenta è in crescita continua, come dimostra il fiorire di iniziative e di leggi naturiste regionali, mentre crescono le strutture turistiche naturiste. Il Festival Naturista intende pertanto essere occasione di incontro e di dibattito tra tutte le anime del naturismo, nonché un momento di divulgazione e comunicazione con il vasto pubblico, al fine di diffondere una corretta informazione sul naturismo stesso e le sue potenzialità turistiche''. Si terranno stage e seminari di naked yoga, Reiki, Biodanza Naturista ed è previsto uno stage di body painting. (ANSA). RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Google, a passeggio fra i vigneti francesi con un click

BORDEAUX - Vigneti, cantine e dimore di Bordeaux e dintorni a portata ci click. Grazie a Street View, il servizio di Google Maps per visitare i luoghi dal livello stradale e con immagini a 360 gradi, gli appassionati di vino, e non solo, possono visitare dalla poltrona di casa il meglio di alcuni 'Chateaux' francesi. In rete i primi otto.

Prossima tappa per gli eno-turisti online sarà l'Alsazia.

Sul suo blog d'Oltralpe il colosso di Mountain View spiega che con street View è possibile fare una passeggiata virtuale fra strade e vigneti di Bordeaux, tra le regioni vitivinicole più rinomate di Francia. I più curiosi hanno anche la possibilità di intraprendere un tour dentro le prestigiose dimore del territorio. Otto finora quelle che hanno spalancato le porte a Google e che è già possibile visitare: Chateau Lafon-Rochet, Chateau de La Brède, Chateau de Malle, Chateau de Pressac, Chateau d'Agassac, Chateau Coutet, Chateau La Conseillante e Chateau Corbin Michotte.

I ''wine lover'' non potranno fare a meno anche di una capatina 'virtuale' nella città medievale di Saint-Emilion, la 'Montalcino' francese, che tra l'altro è patrimonio Unesco dal 1999. Con Street View si entra anche nel Musée d'Aquitaine per conoscere qualcosa in più della storia di Bordeaux.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

A Firenze la festa delle famiglie 'diverse'. Il 4 maggio in piazza

(di Eugenia Romanelli)
E se invece di pensare la famiglia come modello statico si cominciasse a immaginarla in modo dinamico, come arcipelago di mondi, di modi diversi di amarsi e crescere insieme? Connessi e vicini, ma ognuno con caratteristiche uniche. Un nido di affetti capace di custodirli e generarli, certo, con genitori, figli e magari qualche animale domestico, ma senza sottomettersi al dogma degli standard. In poche parole, non sono famiglie anche quelle con un solo genitore, magari vedovo? O una coppia di persone con un animale cui dedicarsi? O due genitori separati o divorziati ma che continuano insieme a tirare su la prole? E genitori e figli adottivi dove li mettiamo? E i genitori con figli nati con tecniche di riproduzione assistita? Le declinazioni degli affetti e dei progetti sono moltissime, forse infinite, e comprendono anche le famiglie omogenitoriali, ossia formate da due donne o due uomini e i loro figli, siano essi nati da progetto condiviso, con tecniche di fecondazione assistita, oppure provenienti da precedente famiglia eterosessuale. Ecco perché scendere in piazza, domenica 4 maggio a Firenze, insieme ai genitori “arcobaleno”, riuniti da ogni parte dello stivale per sfilare coi loro bambini per le vie della città e raccontare, con la loro sola presenza, un modo nuovo di essere felici e di rendere felici i “nuovi” bambini.

Il programma? Alle 10.30, a Piazza degli Strozzi, prenderanno la parola testimoni, rappresentanti delle associazioni e della cultura nonché esperti impegnati sull’argomento, mentre i bambini si divertiranno in piazza ai giochi tradizionali di strada. Alle 12 una banda musicale e alcuni artisti di strada guideranno il corteo verso la Fondazione Kennedy e la Piazza delle Murate, passando per il centro storico. Alle 13 la conferenza stampa, sempre alla Fondazione Kennedy. Nel pomeriggio invece gare, giochi, concerti, spettacoli, attività formative per i piccoli, mentre i grandi si scambieranno esperienze idee e opinioni tra i banchetti di Famiglie Arcobaleno e della casa editrice Lo Stampatello, specializzata in libri per bambini delle famiglie omoparentali (www.lostampatello.com).

“L’idea della Festa delle Famiglie – spiega Giuseppina La Delfa, Presidente dell’Associazione - nasce nella primavera del 2009 dalla voglia di pensare ad una festa dove tutti si sentano inclusi. Un momento di aggregazione tra tutte le persone che si riconoscono in un’idea di società fondata sul dialogo, sullo scambio, sul rispetto di tutte le differenze. Perché, anche se la famiglia serena è tale qualunque sia la sua composizione, ci sono, nel nostro paese, famiglie riconosciute come tali e famiglie negate. Ora cosa di meglio di una giornata di festa dove tutte le famiglie si ritrovano per capire appunto che una famiglia è semplicemente una famiglia?”.

Soprattutto da quando, nel 2013, la Festa delle Famiglie è stata inserita nelle celebrazioni dell’IFED, la Giornata Internazionale per l’Uguaglianza tra le Famiglie che si festeggia in contemporanea in decine di paesi in tutto il mondo, la tematica è diventata di grande attualità e il confronto con l’intera società civile sembra ormai urgente e necessario. Partita dall’associazione Famiglie Arcobaleno, che riunisce genitori e aspiranti genitori omosessuali e transessuali, la Festa delle Famiglie da sempre coinvolge - oltre a tutta la rete delle associazioni LGBTI - l’associazionismo laico e progressista che lavora sui temi della famiglia, della scuola, dell’educazione: associazioni come il Coordinamento Genitori Democratici (l'unica associazione laica italiana dei genitori che opera sul territorio nazionale da quasi quarant’anni, da quando cioè Gianni Rodari e Marisa Musu la fondarono), realtà internazionali impegnate a tutto campo nella tutela dell’ambiente, nel sociale, dei diritti umani, come Legambiente e Amnesty International, e tante organizzazioni e persone che desiderano confrontarsi e avvicinarsi alle diverse realtà familiari.

“La Festa delle Famiglie è da sempre un evento di gioia e di vita che intende coinvolgere tutte le realtà associative e i singoli, perché pensiamo che solo insieme si possa abbattere il muro dell'odio e del pregiudizio – si legge sul sito www.famigliearcobaleno.org. Mai come in questi ultimi tempi in Italia, fanalino di coda per i diritti LGBT, si sente l’esigenza di mostrare le nostre famiglie, in un momento in cui gli attacchi si sono fatti più sistematici ed intimidatori. Si pensi al caso del consigliere comunale di Trento che ha proposto di schedare tutte le famiglie con almeno un genitore omosessuale e attenzionarle ai servizi sociali, fino a chiedere l’allontanamento dei bambini e l’affidamento a famiglie «tradizionali». Sono all’ordine del giorno manifestazioni liberticide che non vogliono leggi contro l’omofobia, e tantomeno vogliono riconoscere diritti ormai affermati in quasi tutte le democrazie occidentali, come il matrimonio egualitario e la possibilità, per il genitore non legale, di adottare il figlio del coniuge (la cosiddetta stepchild adoption). Si cerca di costruire muri, di togliere spazi, libertà, dignità, ma sono altrettanto forti le voci di chi crede nel rispetto e nell’uguaglianza dei diritti, e sono queste le voci che vogliamo unire e far sentire più forte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Divertimento per tutti nel lungo ponte primaverile... Da Gardaland al Bioparco di Roma

Divertimento alla portata di tutti nel lungo ponte di fine aprile che traghetta nel mese di maggio: parchi divertimento, acquari e zoo spalancano le porte alle famiglie con attività per i più piccoli, promozioni e novità.

A Gardaland (Castelnuovo del Garda) il 2014 si è aperto all'insegna della Prezzemolo Land: oltre mille quadri dominati da un castello medievale circondato da scivoli bagnati e altri giochi d'acqua. I più piccoli potranno divertirsi cimentandosi con macchine volanti, tavolozze di colori, ingranaggi, catapulte, tappeti elastici, torri, ponti, rampe, corde, pedane. Allestito anche un planetario con rosa dei venti e sistema solare sul tetto. Senza dimenticare il “resto” del mondo Gardaland che piace anche ai teenager: le montagne russe alate Raptor, il rollercoaster Blue Tornado e le Jungle Rapids.

A Genova la primavera porta rinnovamento all'Acquario Village: il nuovo padiglione Cetacei dell'acquario (progettato da Renzo Piano), la nuova sala della Tempesta in 4 D del Galata Museo del Mare e attività a tema per il ponte. L'Acquario di Genova ha di recente aperto “Il mondo dei coralli”, tre piccole vasche “cameo” tropicali grazie alle quali i visitatori possono conoscere le bioluminescenze delle diverse specie di corallo, i cuccioli di pesce pagliaccio e cardinale e altre specie. Ogni fine settimana è possibile partecipare a tour guidati. Inoltre il 24 e 26 aprile, il primo e il 3 maggio, i bambini da 7 a 13 anni possono prenotarsi per la “Notte con gli squali”. Due volte a settimana CrocierAcquario propone un'escursione in battello nel Santuario dei Cetacei in compagnia di un biologo marino dell'Acquario di Genova e del WWF. Il primo maggio c'è una partenza speciale. Divertimento in cima alle priorità alla Città dei bambini e dei ragazzi: struttura dedicata a gioco, scienza e tecnologia per ospiti tra i 2 e i 12 anni.

Sorpresa nell'uovo di Pasqua per l'Acquario di Livorno dove sono arrivati da pochi giorni i cavallucci marini tropicali ospitati in una vasca ad hoc. Con questa sono 33 le vasche espositive nel percorso di visita che ospitano oltre 1.600 animali di più di 300 specie diverse. Novità di questo mese un altro ospite molto gradito a grandi e piccoli: la tartaruga verde “Ari”, che nuota nella vasca più grande della struttura che riproduce l'ambiente del mare Indo-Pacifico. Ari è stata trafugata, appena nata, nel 1991 da un turista italiano in vacanza alle Maldive ed è stata poi abbandonata. La struttura ha un calendario “speciale” di attività per i ponti del 25 aprile e primo maggio.

Roma, che sarà presa d'assalto soprattutto nel fine settimana per la canonizzazione di due Papi, ha un'oasi lontana dal Vaticano adatta per le famiglie: il Bioparco, che in occasione di Pasqua ha inaugurato la nuova area tematica dei “Pesci alieni”. Spazio dedicato alle centinaia di specie animali e vegetali presenti nelle acque dolci e salate del nostro Paese, con particolare riferimento al bacino del Mediterraneo. Si possono ammirare il pesce scorpione e il pesce siluro, ma anche meduse, barracuda e specie vegetali come la posidonia.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lusso viaggia in jet set con Boeing 757 Four Seasons


Prima in treno sull'Orient Express, poi per mare con il transatlantico Queen Mary, da oggi invece il lusso viaggia in jet con il Boeing 757 Four Seasons. L'aeroplano sarà riconoscibile per la sua livrea nera con il nome in bianco sulla fusoliera e il logo dell'albero, sempre in bianco, sulla coda. Le prenotazioni sono già aperte e il jet decollerà a febbraio 2015 con i primi 52 viaggiatori per un viaggio attorno al mondo che partirà da Los Angeles.
     Il primo viaggio, 24 giorni e nove tappe, partirà da Los Angeles con soste a Bora Bora, Tailandia, India e Turchia si fa strada a Londra, ovviamente soggiornando negli hotel della catena ad ogni fermata. Prezzo? Centotrentamila dollari se si viaggia da soli, 119.000 a testa in camera doppia. E se invece si vuole noleggiare il jet per un viaggio privato 'bastano' 110 mila dollari o più al giorno. Interni ed esterni progettati dal team di designer della catena alberghiera con sedili in pelle e tappeti, i passeggeri non dovranno spegnere il telefonino ma saranno connessi in Wi-Fi anche in volo e con lo chef e un assistente personale potranno organizzare 'al volo' trattamenti nelle spa, prenotare campi da golf le escursioni o una cena 'stellata'. "Portare il nostro leggendario servizio in cielo è stata la naturale evoluzione di ciò che offriamo nei nostri hotel da oltre 50 anni" afferma Susan Helstab, Executive Vice President Marketing di Four Seasons Hotels and Resorts.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA