LaRedoute

Giuseppe Lorin: cultura e storia nel primo romanzo postfantastorico

Tra le Argille del Tempo, il primo romanzo postfantastorico all'Isola del CinemaVenerdì 24 luglio alle ore 19,00 la presentazione del libro "TRA LE ARGILLE DEL TEMPO" di Giuseppe Lorin all' Isola del Cinema. Modera Vittorio Lussana, direttore di Periodico italiano magazine e di Laici.it. Letture a cura di Valentina Ghetti. La suggestione del rito propiziatorio di CVLTVS DEORVM aprirà l'evento.

Tra le argille del tempo è il primo romanzo di genere postfantastorico che sottolinea la fragilità delle esistenze e della storia dei luoghi da esse abitati e modificati. Partire con la storia dell'area intorno a Roma è inevitabile per chi a Roma è nato e vi risiede. L'amore per la città e la ricerca dei suoi segreti sono stati gli incentivi per affrontare e sviluppare un argomento che l'autore aveva lasciato maturare nei meandri della sua conoscenza.
Dagli Etruschi a Enea e a Romolo e Remo, dalle vestali ai sette colli, dalla Fides alle società segrete, dall'inquisizione ai libri al rogo, dai Templari ai Cavalieri di Malta, dalle chiese dell'Aventino ai segreti nascosti in esso, dai riti mitriaci al Castello della Magliana, dal "biondo Tevere" il racconto dell'ultima notte di Pier Paolo Pasolini... e altro ancora.
Dopo la fantasia e la storia c'è la realtà che va descritta e raccontata minuziosamente nel rispetto della verità. I personaggi descritti, le loro storie e i luoghi rispecchiano l'autenticità narrativa.
Questa settimana vi consigliamo “Tra le argille del tempo” di Giuseppe Lorin (David and Matthaus Edizioni). Giuseppe Lorin è un giornalista e scrittore amante della storia.
La Storia

Il primo romanzo postfantastorico, un genere inedito tutto da scoprire. Un plot coinvolgente nel quale la storia viene abilmente mescolata ad alcuni spunti fantastici. Tra le argille del tempo troviamo elementi nuovi per valutare e denunciare situazioni poco chiare. L’amore per Roma e per le zone circostanti emerge in tutta la sua autenticità, così come si percepisce la rabbia verso chi, sfruttando il proprio potere, si approfitta delle circostanze per occultare dettagli fondamentali. L’autore di questa avventura non si lascia però intimorire dalle varie forme di ostracismo con le quali si deve scontrare. I protagonisti della storia sono infatti pronti ad affrontare ogni tipo di situazione e di pericolo, coltivando la speranza di trasmettere questo spirito ad ogni singolo lettore. Solo così si potranno infatti diramare le nubi che avvolgono alcuni eventi del passato e inondare di luce i riscontri del presente. Solamente con questo spirito si potrà evitare di accrescere il numero di ombre che minacciano il nostro futuro prossimo. Dagli Etruschi a Enea ed a Romolo e Remo, per arrivare al “biondo Tevere” con il racconto dell’ultima notte di Pier Paolo Pasolini. Giuseppe Lorin mette a disposizione del lettore la sua grande cultura e il suo amore per la storia, tracciando un percorso fascinoso e ricco di mistero. Un libro che assomiglia ad una pietra preziosa non ancora catalogata.

La “Voce” dello Scrittore

“Io ho grande rispetto per la conoscenza e per la verità storica, elementi indispensabili per affrontare bene il presente e proiettarsi positivamente verso il futuro. Una comunicazione completa e trasparente ottimizza ogni tipo di contesto”.

Ricordiamo anche la pagina Facebook “La voce degli scrittori” e l’applicazione ufficiale. Il programma va in onda ogni martedì e giovedì alle 20,15 su LazioTv (ch12) e in diretta anche in streaming sul sito di Lazio tv.
tratto da opinione.it e today.it

segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone
turismoculturale@simail.it



Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/eventi/tra-le-argille-del-tempo-il-primo-romanzo-postfantastorico-all-isola-del-cinema.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Una Chiesa realizzata con alberi vivi

Gli amanti della natura hanno un posto in più per pronunciare il loro 'Sì', si tratta di una chiesa fatta completamente da alberi
Un'intera Chiesa fatta di alberi vivi: si trova a Ohaupo, in Nuova Zelanda ed attende tutti gli amanti dell'ambiente che vogliono dirsi 'Sì' in mezzo alla natura. La location per matrimoni green assomiglia ad un luogo incantato ed è stata realizzata, in quattro anni di duro lavoro, da Barry Cox, un imprenditore già titolare di una società di giardinaggio specializzata nel ripiantare alberi vivi.
L'imprenditore ha andato intorno ad una struttura in ferro cinque specie diverse di alberi, sfruttando le diverse caratteristiche delle piante. Le pareti sono state realizzate con degli arbusti, mentre il tetto è stato progettato in modo tale da consentire alla luce di filtrare.

La Chiesa, che può ospitare fino a 100 ospiti, è stata pensata da Cox in anni di viaggi e chiese visitate.
La location, che può essere visitata o affittata per cerimonie ed eventi, comprende anche un labirinto, splendidi giardini e una tensostruttura.
gc - ecoseven.net

SALONE DEL CAMPER 2015: AL VIA A SETTEMBRE L’ESPOSIZIONE PIU’ INNOVATIVA DEL MONDO

Dal 12 al 20 settembre saranno presentate alla Fiera di Parma centinaia di novità, ma anche incontri e tavole rotonde per fare il punto sul turismo in libertà.
Alcuni idee di itinerari estivi in camper, che porteranno alla kermesse di Parma…

Camper, da turismo di nicchia a viaggiare contemporaneo

La ripresa passa anche attraverso il turismo in libertà di chi sceglie di trascorrere le vacanze in autocaravan, camper o tenda. Nel primo trimestre 2015 il settore segna un +7,7% nel mercato del nuovo, a cui si aggiunge +13,8% nel mercato dell'usato. Boom dell'export con circa l'83% dei veicoli prodotti in Italia destinati all'esportazione. Emerge dalla IV edizione del Rapporto Nazionale illustrati da Apc-cer.
    Sono 2,7 milioni i turisti stranieri che anche quest'anno sceglieranno di visitare l'Italia in autocaravan, caravan o tenda, pari a circa il 6% del movimento turistico totale internazionale nella nostra Penisola ed equivalenti a 22,9 milioni di notti trascorse in campeggi, punti di sosta o aree attrezzate (7% dei pernottamenti totali incoming), per un fatturato di 1,1 miliardi di euro annui (3.7% della spesa complessiva).
    "Nonostante il settore abbia subito una frenata negli ultimi anni a causa della crisi, l'industria del caravanning sta reagendo con tenacia per contrastare la fase recessiva - commentato Jan De Haas, presidente Apc-Associazione Produttori Caravan e Camper - e lo dimostra il significativo riscontro da parte degli oltre 800mila camperisti italiani e dei circa 5,7 milioni di turisti itineranti, italiani e stranieri, che scelgono di scoprire le bellezze dell'Italia attraverso questa fantastica esperienza di viaggio: il camper appunto".
    Il Rapporto realizzato con il Ciset di Venezia, è stato presentato alla presenza del viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini e Antonio Cellie, l'a.d. di Fiere di Parma, che a settembre organizza il Salone del Camper.
   ansa

Famiglie in vacanza, le mete ideali per i bambini

di Ida Bini

A caccia di stelle nel cuore delle Dolomiti, nella natura nell’Alpe di Siusi come un vero ranger o a cavallo in Valtellina; nel villaggio di Pippi Calzelunghe, tra le onde di una piscina a Budapest o in kayak a Ibiza; nel Galles per osservare i delfini, lungo i sentieri della Foresta Nera o su una zattera nello Stubai. Tante sono le occasioni e ancor più numerose le mete ideali per chi viaggia in famiglia e vuole trascorrere una vacanza spensierata, dove anche i più piccoli possono divertirsi, imparare, fare sport e rilassarsi. Ecco qualche suggerimento per quest’estate.

In Val D’Ega, nel cuore delle Dolomiti, patrimonio naturale dell’Umanità, le stelle quest’anno sono le vere protagoniste: tra i paesi di Collepietra e di San Valentino, infatti, è nato il primo “astro villaggio” d’Europa. Raggiungibile in mezz’ora da Bolzano, l’osservatorio astronomico Max Valier – assieme a quello solare Peter Anich - offre esperienze emozionanti e visioni affascinanti della volta celeste. E’ l’unico in Alto Adige ed è raggiungibile percorrendo il sentiero dei pianeti a Collepietra, che attraversa prati idilliaci e boschi incontaminati. Il Planetarium Alto Adige di San Valentino in Campo, invece, consente di ammirare le stelle e il movimento degli astri, proprio come avviene in natura.

Sotto una cupola di 8 metri di diametro un’incredibile combinazione d’immagini ad alta definizione e di suoni stereofonici trasporta i visitatori nel cuore dell’universo. Adulti e soprattutto bambini possono assistere a splendide esplorazioni planetarie con astronomi esperti che spiegano in modo semplice la bellezza dell’universo. Per l’occasione molti alberghi della valle mettono a disposizione cannocchiali ai balconi, punti d’informazione sui pianeti e il sistema solare, libri sull’universo e le stelle. Per maggiori informazioni: www.eggental.com

Sempre nelle Dolomiti, chi è in vacanza fino al 27 agosto nell’Alpe di Siusi con bambini dai 7 ai 12 anni può partecipare all’esperienza “Dolomiti ranger”, esplorando il parco naturale Siciliar-Catinaccio. Grazie a una guida esperta, i bambini e i loro genitori possono esplorare la natura e scoprire quali animali – dalle martore ai pipistrelli, dagli uccelli ai mammiferi notturni - la abitano, dove si nascondono e quali trucchi usano per non essere scoperti e sopravvivere tra le montagne. Si parte tutte le settimane, dal martedì al giovedì, presso il centro visite di Tires e si passeggia nell’avventurosa natura delle Dolomiti. Il prezzo a settimana per un adulto con un bambino è di 60 euro ma se si vuole partecipare soltanto alla prima giornata il prezzo è di 20 euro a bambino. Per maggiori informazioni: www.alpedisiusi.info

La Valtellina, nella parte settentrionale della Lombardia, organizza per tutta la famiglia escursioni tra fattorie didattiche, maneggi e parchi naturali e offre la possibilità di dormire in uno dei 60 rifugi di montagna. I bambini che amano gli animali e quelli che vogliono imparare a conoscerli hanno a disposizione splendide riserve naturali e numerosi parchi, come quello delle Orobie Valtellinesi, dove tra stambecchi, camosci, cervi, falchi e galli cedroni vive anche Orfeo, l’orso bruno di 25 anni; oppure il Parco delle marmotte a Chiareggio, dove gli animali si lasciano avvicinare senza paura. L’agriturismo didattico La bella vita di Piateda, inoltre, organizza diverse passeggiate nella natura, al passo con gli alpaca, merende e tanti giochi. Nel parco dello Stelvio, infine, è possibile fare escursioni a cavallo, sostando nei numerosi maneggi presenti nel territorio. Per maggiori informazioni: www.valtellina.it

A Budapest, in Ungheria, è possibile unire una vacanza culturale e di benessere con piacevoli avventure anche per i più piccoli. Le attrazioni per i ragazzi nella capitale ungherese sono numerose e divertenti, come il trenino che viaggia tra le colline di Budapest, la piscina con le onde di Aquaworld, collegata con la famosa struttura termale Gellert, e i giochi interattivi del museo Aquincum dove si può persino combattere virtualmente con un gladiatore. Ci sono anche il celebre teatro delle marionette e l’unico circo permanente d’Europa con continui spettacoli estivi. Infine, le delizie dolciarie delle pasticcerie ungheresi conquistano i palati di grandi e piccoli. Nel villaggio di Vimmerby, nella regione svedese di Småland, si festeggiano i 70 anni della pubblicazione del primo e famoso libro sulle avventure di Pippi Calzelunghe: per l’occasione sono stati organizzati tour sulle orme della scrittrice Astrid Lindgren, creatrice del celebre personaggio, tanto amato dai bambini. Il programma è davvero ricco di escursioni, giochi e letture: si attraversa il parco teatrale “Il mondo di Astrid Lindgren”, dove gli attori che interpretano i personaggi del romanzo si mescolano ai visitatori, coinvolgendoli in spettacoli e giochi; si visitano la casa natale dell’autrice a Näs e le abitazioni e le fattorie rese celebri dai numerosi film e telefilm su Pippi Calzelunghe. Per maggiori informazioni:www.visitsweden

Sulla mondana e modaiola isola di Ibiza c’è spazio anche per i bambini: sulle spiagge di Sant Antoni si organizzano numerose attività sportive per i più piccoli, in particolare escursioni marittime per andare ad ammirare le foche monache che si rifugiano nella vicina grotta naturale di Sa Cova des Vell Marí. Belle sono anche la spiaggia di Cala Carbò, attrezzata e con acque calme e riparate dove i più piccoli possono noleggiare kayak, accompagnati, per gite lungo la costa; e la spiaggia di Santa Eularia, con una lunga passeggiata sul lungomare e molta ombra. Qui, inoltre, si noleggiano mountain-bike per escursioni all’interno dell’isola, si può entrare nei parchi acquatici e si può partecipare a giochi divertenti, come le avventure sugli alberi. Nell’affascinante regione del Pembrokeshire, nel Galles, c’è una riserva naturale marina dove si possono avvistare foche, delfini e uccelli marini bellissimi, in particolare pulcinella di mare. Si parte da Martin’s Haven e si raggiunge l’isola di Skomer, dove si trova la riserva.

La Foresta Nera, nella regione tedesca di Friburgo, offre paesaggi bellissimi e ricchi di avventure per i più piccoli: sentieri nei boschi, villaggi, cascate, laghi dove fare il bagno e fattorie dove dormire, perfette per chi ha dei figli piccoli. Oltre alla bellezza dei luoghi incontaminati, c’è da tener presente che la spesa della vacanza è molto contenuta. Va anche ricordato che proprio nel capoluogo Friburgo da 40 anni ci si diverte nel parco giochi Europa Park, con più di cento attrazioni, spettacoli e giochi tematici. E’ il parco dei divertimenti più grande del Paese con attrazioni da brivido come le montagne russe più alte d’Europa, una torre a caduta libera, alta 10 metri, e il gioco Arthur nel regno dei Minimei dove si vola letteralmente dentro la natura.

La valle tirolese dello Stubai, appena oltre il confine del Brennero, organizza settimane di attività sportive e ludiche per bambini e ragazzi, in particolare la visita alla grotta di ghiaccio e il sentiero delle emozioni. In realtà la montagna Schlick 2000, che ospita la vallata austriaca, è un immenso e naturale parco giochi, fatto di sentieri, binari di legno, tunnel, cascatelle, scivoli delle fune, ponti sospesi e passeggiate tra fiumiciattoli e prati verdi. Il club Big Family Stubai Summer organizza per bambini dai 4 ai 10 anni sentieri didattici alla scoperta di animali selvatici e la visita alla cascata di Grawa, dove è possibile costruire una mini-zattera, entrare nel bosco in groppa a un pony o percorrere a piedi nudi il sentiero delle emozioni. Per chi ha più di dieci anni, invece, sono previsti giochi a squadre nel bosco e altre attività come lo slittino estivo, l’arrampicata nel parco con le funi, il rafting, il parapendio e l’arrampicata. I prezzi partono da 689 euro in appartamento per una settimana. Per maggiori informazioni: www.stubai.at

Per chi viaggia con la famiglia, soprattutto se numerosa, l’ideale è alloggiare in un appartamento: è comodo, economico e più pratico. La più grande piattaforma europea per la ricerca di appartamenti privati in città, ovunque nel mondo, è www.wimdu.it che permette anche di alloggiare con gente del posto.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA