LaRedoute

Edison, video a 360 gradi suoi impianti Su Facebook e Youtube viaggio sotto una piattaforma petrolifera

Edison offre la possibilità di esplorare i propri impianti sfruttando la tecnologia, da poco implementata su Youtube e Facebook, dei video a 360 gradi. Per la prima volta sarà possibile vedere i fondali al di sotto di una piattaforma petrolifera, la Vega A, a largo della Sicilia, scoprendo la ricca e variegata fauna marina, oppure "volare" sopra una centrale idrolettrica. Il primo dei due video a 360 gradi è ambientato sulla diga di Venina, in Valtellina: un'opera di sbarramento che varia tra i 50 e i 60 metri d'altezza immersa in un paesaggio montano. Il bacino creato dalla diga raccoglie circa 11 milioni di litri d'acqua, utilizzati per produrre energia idroelettrica. Il video mostra anche la sala macchine della centrale Esterle, situata sul fiume Adda; decorata in stile liberty, è entrata in produzione nel 1914 e continua tutt'oggi a produrre energia pulita. Il secondo video ha come protagonista la piattaforma petrolifera offshore Vega A, nel Mediterraneo. Entrata in produzione nel 1987, conta 24 pozzi di cui 17 in produzione che estraggono ogni giorno 2.500 barili di greggio. La piattaforma è ancorata su di un fondale profondo 122 metri per mezzo di venti pali di acciaio tubolare; nel video si può vivere l'esperienza di nuotare tra questi pali, circondati dalla fauna marina che popola il tratto di mare. I video a 360 gradi sono disponibili su tutti i dispositivi mobili, smartphone e tablet, utilizzando l'app di Youtube e Facebook. Per la realizzazione del progetto sono state prodotte più di 15 ore di girato, in 4 location differenti. I video sono stati realizzati in collaborazione con Liqid e Fantastificio. (ANSA).

Cavallino Bianco primo kinderhotel italiano aperto a famiglie gay

di Eugenia Romanelli

Gli hotel per famiglie, sogno di chiunque abbia bambini al seguito, sono diventati ormai anche in Italia un’eccellenza, almeno al pari, se non di più, di quelli dei mitici paesi nord-europei, da sempre primi per qualità ed efficienza dei servizi. Basti pensare ai pluridecorati - secondo Trip Advisor - La Grotta di Vigo di Fassa, Piz Galin di Andalo, o Gambrinus Mare di Cattolica. Per non parlare del Cavallino Bianco di Ortisei, da tre anni giudicato il migliore del pianeta per la sua categoria: family hotel. Proprio lui, quest’anno, ha inserito nella propria mission l’apertura a tutte le famiglie contemporanee: “Accogliamo famiglie same sex con bimbi al seguito, sia con due mamme, sia con due papà. O famiglie ricomposte, o allargate, o monogenitoriali. In tutto il mondo il concetto di famiglia si è da tempo ampliato, ed è ora che anche l’Italia ne ridefinisca l’identità”, dice Ralph A. Riffeser, il creatore del nuovo Grand Hotel, nato dalle ceneri del Posta Hotel, di proprietà del padre.

Una scelta coraggiosa, visto che oltre il 70 per cento delle cento famiglie ospitate nelle cento stanze del Cavallino Bianco sono italiane, ossia provenienti da un paese che ad oggi ancora non riconosce per legge i diritti delle famiglie omogenitoriali, né rende possibile la monogenitorialità. “Per me è un orgoglio – continua Riffeser, un vero vanto poter ospitare formazioni familiari differenti: la diversità è sempre un dono immenso, un trampolino per ogni evoluzione”. Sfida non banale: stiamo infatti parlando di un’icona mondiale in quanto a rappresentazione della famiglia italiana, luogo d’élite dove le élite si incontrano e si confrontano, sorta di prova generale di convivenza tra famiglie di diversa provenienza, dal profondo sud al nord d’oltralpe. Per immaginarlo però bisogna raccontarlo.

A differenza di quanto si potrebbe pensare, ciò che caratterizza questo luogo non è l’onnipresenza dei bambini, le risa o i pianti, i giochi ovunque, le pappe sempre, e un mondo esclusivamente a loro dedicato. No. Il protagonista indiscusso è il piacere dei genitori. Un piacere fatto di lusso, di sfizi, di eccellenze, e soprattutto di pace e serenità. A cominciare, s’intende, dalla serenità dei figli. Ed è questa la filosofia del Cavallino, che lo differenzia da tutti gli altri kinderhotel (per dirla alla tedesca, indiscussa patria del genere): un posto dove genitori e figli, insieme, possano provare emozioni positive senza sacrifici e senza fatiche.

All’arrivo viene consegnato un albero di legno dove andranno attaccate le foglioline che il personale consegnerà per ogni iniziativa a cui si è partecipato: escursioni, trattamenti, aperitivi, spettacoli serali (c’è anche un piccolo teatro), giochi, etc. Le foglie hanno colori diversi a seconda che si tratti di una iniziativa pensata per la coppia, per il singolo, per il bambino, o per tutta la famiglia. “L’albero, che è il nostro simbolo, serve a stimolare un equilibrio familiare basato sulla soddisfazione di bisogni e desideri di ogni membro della famiglia, vista da ogni angolazione: il singolo, la coppia, i genitori, i figli”, spiega Riffeser. E in effetti le possibilità sono tante per tutti, e ben distribuite: dalla saletta riservata al lume di candela per una cena romantica mentre i figli giocano al Lino Land (il grande asilo del primo piano ha iniziative diverse a tutte le ore del giorno, fino alle 21), all’escursione guidata dall’esperto Markus (con passeggini sportivi in dotazione, o senza figli) nei sentieri o sulle piste più belle dell’Alpe di Siusi, del Sassolungo, dello Sciliar, dei monti Seceda e Rasciesa, o della Val Gardena; dagli spettacoli per tutta la famiglia al Teatro, ai trattamenti benessere in solitudine o in coppia; dalle piscine con gli scivoli d’acqua per bambini, a quelle con acqua calda all’aperto o in grotta; dai massaggi family, alle ventilazioni aromatiche in sauna; fino ai piatti dello chef, sempre curatissimi anche per i bambini, mentre eleganti camerieri servono con qualche sorriso in più per i piccoli portate locali e internazionali.

“Quando ci sono capitate famiglie omogenitoriali – racconta Emi Bonifacio, maitre d’hotel – tutto lo staff è stato pronto ad accoglierle con cura particolare, proprio per evitare che potessero sentirsi diverse dalla maggior parte delle altre famiglie. Con gli italiani è sempre un po’ più difficile perché di solito non si dichiarano. Per gli inglesi o i tedeschi invece è cosa normale, e non esistono imbarazzi di alcun tipo”. In effetti è bello pensare che un giorno, nel segnaposto del tavolo riservato ad ogni famiglia, possa comparire il doppio cognome delle famiglie same sex, proprio come adesso si trova scritto il cognome del marito.
ansa

Oktoberfest, le parole da sapere prima di partire. Dalla Maß al Lebkuchenherz. E se volete rimorchiare occhio al fiocco del Dirndl...

Conto alla rovescia per Oktoberfest, un avvenimento che attira ogni anno milioni di visitatori e che viene imitato ormai in tutto il mondo. Che si vada a festeggiare a Monaco, Tsingtao o Las Vegas il motto è uno solo: "È spillata!" E allora Babbel rivela tutto quello che è necessario sapere per destreggiarsi al meglio durante la vacanza.

“O’zapft is!”: È spillata!È il sindaco a dare il via ufficiale all'Oktoberfest, con un bel colpo di martello alla prima botte e l'annuncio in bavarese “O’zapft is!” ("È spillata!").

Il tradizionale "tendone della birra"
Se state pensando alla tenda delle vacanze avrete una grossa sorpresa: questi cosidetti "tendoni" possono ospitare fino a 6.000 persone. Ma attenzione: sbrigatevi comunque ad aggiudicarvi un posto. Di norma si può ordinare da bere solo se si è seduti!

"Una Maß, per favore!"Alla festa popolare più grande del mondo non si può bere una birra qualsiasi: ogni anno viene prodotta una birra espressamente per questo evento. Tradizione vuole che si beva da un boccalone da litro, il cosidetto "Maßkrug", detto più semplicemente "la Maß". Si brinda con un bavaresissimo "Oans, zwo, g’suffa" (Uno, due, si beve!).


Specialità bavaresiCon una tale quantità di birra bisogna mettere qualcosa nello stomaco. Niente paura: le specialità bavaresi non mancano, come il Brezn (pane dalla forma tipica ad anello con le estremità annodate), l'Obazda (crema di formaggi e polvere di paprica), l'Hendl (la versione bavarese del pollo arrostito) e l'Haxn (stinco di maiale).

Il “Lebkuchenherz”, dolce come l'amoreSe siete alla Wiesn con i vostri partner non potete esentarvi: un cuore di pan pepato è d'obbligo. Le scritte di zucchero più tipiche? “Bärli” (orsetto), “Spazl” (passerotto) oder “Herzmadl” (ragazza del cuore).

Il "Dirndl"Ragazzi, attenzione: prima di tentare un approccio con una delle belle ragazze vestite con il Dirndl date un occhio alla posizione del fiocco: allacciato sulla sinistra significa "libere", ma sulla destra: "occupate"!

I "Lederhose", i pantaloni tipici di pelle
Se volete sfoggiare un vero look alla bavarese scordatevi cappellini e scarpe da ginnastica: quello che vi serve è uno Charivari (una catena decorativa per i pantaloni in pelle), i Loferl (una specie di scaldamuscoli bavaresi) e le tipiche scarpe Haferl-Schuhe, che completano con i pantaloni in pelle (Lederhose) il costume tradizionale.

L'Oktoberfest nel mondoSi stima che nel mondo ci siano circa 3.000 varianti di questa rinomata festa della birra, ad esempio negli Stati Uniti, in Canada, in Brasile, in Australia, in Russia e in Giappone. Con circa tre milioni di visitatori all'anno, l'Oktoberfest di Tsingtao, in Cina, è uno dei più grandi al mondo.
ansa

Salone del Camper 2015: comunicazione in sordina

Pubblichiamo il comunicato dell'agenzia Agi sull'edizione 2015 del salone del Camper: un'edizione caratterizzata in parte dalla mancata comunicazione da parte dell'Ufficio Stampa (inserito da quest'anno Klaus Davi & Co).

Molti giornalisti non hanno avuto comunicazione se son appena 3 comunicati.... Nella giornata di inaugurazione era stato inviato un programma per i giornalisti che poi non è stato rispettato... 

Speriamo che il presidente APC e la direzione delle Fiere di Parma intervengano per la prossima Edizione 2016 per sviluppare la comunicazione dell'Ufficio Stampa: quest'anno molto deludente.

In fase di inaugurazione poi deludenti il padrino e la madrina dell'evento, Klaus Davi e Tessa Gelasio (pessimo il loro look e i loro abiti non consoni a una manifestazione inaugurale) (ndr)
turismoculturale@yahoo.it

------

(AGI) - Parma, 22 set. - Sesta edizione da record per il Salone del Camper, che ha chiuso i battenti domenica alla Fiera di Parma con oltre 126.000 visitatori (+5% rispetto al 2014). La manifestazione e' stata trainata da un comparto in piena ripresa, che ha segnato da un +10,2% rispetto all'anno precedente nel mercato del nuovo e da un sensazionale boom dell'export del Made in Italy, con circa l'83% dei veicoli prodotti destinati all'esportazione. Autoveicoli: Salone del Camper, oltre 126.000 i visitatori (+5%). Secondo le fonti ufficiali di Fiere di Parma ben 45.000 sono stati gli appassionati che hanno riempito i 135.000 mq di area espositiva totale, un vero e proprio boom. Tra questi va segnalato che sono stati numerosissimi i nuovi visitatori, cioe' coloro che si sono recati al Salone per la prima volta. Numeri in aumento anche per quel che riguarda i veicoli esposti, quest'anno oltre oltre 630, presentati dalle oltre 20 aziende partecipanti.

Acqua e benessere, 10 Spa da sogno in Italia Tra piscine panoramiche, hammam e trattamenti extra lusso

di Ida Bini

Fonteverde
Nel cuore della Val d’Orcia, tra paesaggi mozzafiato e sorgenti millenarie da cui sgorgano acque termali ricche di minerali, la Fonteverde Terme & Spa di San Casciano dei Bagni, in Toscana, è un centro benessere attento al significato originario di Spa, cioè salus per aquam, salute attraverso l’acqua. I 5mila metri quadrati del centro ospitano sette piscine dalle acque ricche di proprietà terapeutiche e dai percorsi drenanti e tonificanti, fanghi termali e trattamenti personalizzati. Tra le piscine termali ci sono anche quelle esterne con 22 tipi di idromassaggio e vista sulla valle, di cui una riservata agli ospiti più piccoli e, unica nel suo genere, un’altra aperta agli amici a quattro zampe.

Verdura Resort
A Sciacca, in provincia di Agrigento, c’è il paradiso del relax e del benessere in un ambiente unico e incantevole: la Spa del Verdura Resort è uno dei centri termali di lusso più avanzati d’Europa, nato tra ulivi, alberi di arance e limoni. Offre trattamenti di lusso e quattro piscine talassoterapiche esterne dal design innovativo, che rappresentano il fiore all’occhiello dell’intera struttura termale. Il resort, che si estende su 230 ettari e quasi due chilometri di costa mediterranea privata, dispone anche di tre campi da golf disegnati da Kyle Phillips, una piscina di 60 metri e sei campi da tennis in terra battuta, tutti rigorosamente panoramici. La Spa, in particolare, si estende su un’area di 4mila metri quadrati ed è suddivisa in alcuni padiglioni riuniti intorno a una corte centrale all’aperto. Oltre alle piscine talassoterapiche a differenti gradi di temperatura, salinità e un diverso tenore di minerali e microrganismi, il centro benessere offre anche saune, bagni di vapore, docce emozionali, palestra, aree relax e lo Spa bar con una terrazza che si affaccia sulle colline circostanti. La filosofia della Spa si basa sui cinque pilastri di Sebastian Kneipp: acqua, erbe medicinali, movimento, alimentazione e stile di vita, potenziata quest’ultima dalle sapienti tradizioni siciliane e da validi terapisti e professionisti che lavorano nella Spa.

Boscolo Milano
La Spa del Boscolo Hotel di Milano è un vero tempio del benessere, il più grande della città: nei suoi 600 metri quadrati vista Duomo si stacca dalla frenesia quotidiana del capoluogo lombardo e si gode dei benefici dei suoi tanti trattamenti. Irresistibile è la piscina principale che riesce a trasportare i visitatori in una dimensione onirica grazie alle pareti ricoperte da sfere riflettenti e allo schermo di oltre 15 metri, che trasmette immagini e suoni rilassanti. Tra gli altri servizi della Spa, ideata dall’architetto Simone Micheli, ci sono il bagno turco, la vasca di reazione, la cascata, la sauna e sei beauty room per massaggi e trattamenti, anche di coppia.

Prince Spa
E’ un’altra eccellenza italiana la Spa dell’hotel Parco dei Principi di Roma, un vero gioiello di benessere nel cuore della capitale, dietro Villa Borghese. E’ soprattutto uno dei centri termali più richiesti che richiede una lunga lista d’attesa, ripagata tuttavia dalla qualità dei servizi e dall’ambiente raffinato ed elegante. Tra i trattamenti offerti dalla Spa ci sono il bagno turco, le docce emozionali, la sauna finlandese e i massaggi sensoriali e di cromoterapia nelle 12 cabine e nelle due Spa suite dedicate alle coppie.

Bauer Palladio Hotel & Spa
E’ la più panoramica ed esclusiva tra le Spa italiane: si trova in un ex convento settecentesco sull’isola della Giudecca, di fronte a piazza San Marco, in una delle città più belle e romantiche del mondo. Ha un’altro primato: è il più grande centro benessere di Venezia, un vero tempio di pace e di tranquillità, che rimette in sesto grazie a tanti trattamenti nelle otto sale con vista mozzafiato sulla basilica veneziana, grazie anche alle vasche di vapore, ai bagni idromassaggio e all’hammam, disposti su 450 metri quadrati di terme.

Vair Spa
E’ tra le più innovative e alternative Spa d’Italia il centro benessere di Borgo Egnazia, resort a cinque stelle a Savelletri di Fasano, nel Salento. La psico-spa Vair, infatti, rispetta la relazione tra mente, corpo e spirito in una location autentica e bellissima della Puglia - il nome vair della Spa significa appunto autentico - con trattamenti personalizzati che si ispirano alla naturopatia e alla psicosomatica, con un’attenzione particolare alla medicina analogica e alle terapie dell’acqua, della musica e degli aromi. Tra le esperienze più significative ci sono Nghinaè, Peddara e Fure, rispettivamente “rimettersi in gioco” che invita alla calma profonda e al sentire del corpo calmando la mente; “aprire il cuore e svegliare la mente” e “rimessa in forma” con attività outdoor e indoor che fanno sentire più felici, più energici e ringiovaniti.

Hotel Cristallo Spa & Golf
Il centro benessere dello storico e fascinoso hotel Cristallo di Cortina d’Ampezzo, il salotto alpino più raffinato d’Italia, è una delle Spa più richieste e apprezzate nel nostro Paese: offre un complesso termale di altissima qualità e una piscina riscaldata a emiciclo, situata all’interno dell’albergo, in un grande salone dalle vetrate panoramiche con vista sul massiccio dolomitico delle Tofane. La Spa si presenta su due piani, su una superficie di 1600 metri quadrati affacciati sulle Dolomiti: i diversi trattamenti sono personalizzati e, oltre alle classiche terme, è possibile trovare una palestra ben attrezzata e una zona dove rilassarsi in un ambiente a cinque stelle.

Spa Tiberio
Due piani e più di 600 metri quadrati dedicati alla salute e alla bellezza: sulla splendida isola di Capri, la Spa del Tiberio Palace, magnifico hotel di lusso, mette a disposizione degli ospiti uno spazio interno per trattamenti di ogni tipo e uno esterno, dove rilassarsi con vista mozzafiato sull’isola più esclusiva del Mediterraneo. Tra i trattamenti ci sono quelli a base di minerali marini o alle infusioni di vitamine, mentre i massaggi spaziano dallo shiatsu a quello tailandese e a quello svedese. Fiore all’occhiello della struttura termale, dal design minimalista e zen, è la water zone, un percorso che inizia con quattro docce sensoriali – la connettiva, la scozzese, l’emozionale e quella a getti - e che termina in un’area relax dotata di sauna finlandese, bagno di vapore e frigidario.

Thalasso & Spa Forte Village
Il centro benessere del Forte Village Resort, esclusivo hotel di lusso di Santa Margherita di Pula in Sardegna, a 40 chilometri da Cagliari, offre il miglior percorso di talassoterapia d’Europa e numerosi trattamenti dell’antica sapienza indiana. La Spa sorge in un parco ayurverdico e offre un percorso unico, immerso in un giardino tropicale, che conduce alle vasche ad alta densità salina con temperature di 35 gradi e ai bagni di vapore aromatizzati alle erbe medicinali. Tra i trattamenti più richiesti ci sono la fangoterapia per la circolazione, il massaggio Abhyangha che elimina lo stress e riduce le tensioni nervose, la pratica Shirodhara eseguita a 4 mani e la remise en forme con trattamenti purificanti studiati dal dottor Mosaraf Ali, celebre medico indiano, considerato una vera autorità nel campo della medicina integrata, per ritrovare il peso-forma e riequilibrare corpo e mente. La Spa, dunque, è molto più di un centro benessere: oltre ai trattamenti estetici e ai percorsi talassoterapici offre una Medical Spa, trattamenti massoterapici, la macchina Selam per allenamenti in assenza di gravità e il programma di Spice for Life di Alfons Schuhbeck per i trattamenti detossicanti.

Mezzatorre Resort & Spa
E’ il centro benessere dell’hotel più esclusivo e raffinato di Ischia, che si affaccia su una baia privata a picco sul mare e con discesa in una spiaggia privata. L’albergo è membro de The Leading Hotels of the World e l’esclusiva Spa, che sorge nella torre del resort, offre una piscina esterna con acqua di mare riscaldata e tre piscine interne, che utilizzano le preziose acque delle terme di Ischia e regalano agli ospiti relax, benessere e salute. Tanti sono i trattamenti, soprattutto estetici, dimagranti, detossicanti e di remise en forme, tutti preceduti da un’accurata visita medica e poi personalizzati secondo le esigenze dell’ospite. Tra i più richiesti ci sono i massaggi anti-stress e quelli open-air, effettuati nei piccoli gazebo di legno che affacciano direttamente sul mare, dove gli ospiti sono cullati dal suono delle onde.
ansa

I voli aerei più lunghi del mondo ecco come e i consigli per affrontarli

La compagnia aerea Emirates ha recentemente realizzato un nuovo record, annunciando che opererà la nuova tratta Dubai-Panama con un volo diretto della durata di 17 ore e 35 minuti. A partire dall’1 febbraio 2016, questa rotta supererà la durata del volo fino a ora più lungo in assoluto, ovvero quello operato da Qantas Airways, con la tratta Dallas-Sydney, della durata di quasi 17 ore. Alla luce di queste novità riguardanti i cieli, gli esperti di Kayak hanno stilato una lista dei voli senza scalo più lunghi in partenza da Europa, Asia e Oceania e hanno raccolto utili suggerimenti per affrontare al meglio un lungo viaggio in aereo.

In Europa, il volo più lungo senza scali parte dalla Francia con la rotta Parigi-Santiago del Cile ed è operato da Air France in 14 ore e 40 minuti. Anche dalla Spagna il Cile è una destinazione per voli a lunga tratta, con la rotta Madrid-Santiago del Cile operato da Iberia in 13 ore e 30 minuti.

La lista continua con l’Italia - al quinto posto - con la tratta Roma-Buenos Aires effettuata in 13 ore e 55 minuti dalla compagnia aerea Alitalia, solo 5 minuti in meno rispetto a quella operata da Lufthansa, che parte da Francoforte. La capitale argentina è la meta di arrivo anche per il volo più lungo in partenza dal Regno Unito, che vola da Londra a Buenos Aires ed è operato da British Airways in 13 ore e 45 minuti. Il Sud America risulta, dunque, essere un continente decisamente popolare per voli lunghi senza scalo e grazie ai constanti progressi tecnologici adottati dalle compagnie aeree, i viaggiatori avranno a disposizione una scelta sempre più ampia di destinazioni lontane per le proprie vacanze.

Un volo senza scali ha certamente il vantaggio di offrire un viaggio più comodo, ma implica anche trascorrere un consistente numero di ore in aereo. Al fine di vivere al meglio la permanenza tra le nuvole, gli esperti di viaggio di KAYAK hanno stilato una lista di consigli pratici per aiutare gli utenti a sopravvivere a un lungo viaggio aereo.

Scegliere con cura il proprio volo: se appisolarsi in aereo risulta difficile, prenotare un volo diurno potrebbe essere la soluzione ideale. In questo modo si potrà dormire una volta arrivati a destinazione, evitando anche i problemi legati al jet lag.

Il posto a sedere fa la differenza: il detto “Chi prima arriva, meglio alloggia” si adatta perfettamente a una lunga tratta in aereo. Spesso le compagnie aeree permettono di effettuare il check-in solo a partire da 24 ore prima del volo: impostare l’allarme del telefono aiuta a ricordarsi di farlo in tempi utili per scegliere il miglior posto a sedere. Inoltre, assicurarsi un posto vicino al finestrino per un lungo viaggio può risultare una scelta vincente, per essere sicuri di non essere disturbati da altri passeggeri che devono alzarsi.

Tutto ciò di cui si ha bisogno in volo: vestiti comodi e diversi strati aiutano a far fronte a qualsiasi condizione di caldo o di freddo. Inoltre, gli oggetti fondamentali sono la maschera per dormire, i tappi per le orecchie, un comodo cuscino gonfiabile e una coperta per creare un perfetto angolo tranquillo.

Trascorrere piacevolmente il tempo in volo: non sempre la selezione di musica e di film proposta in aereo può rispecchiare i propri interessi, è quindi indispensabile avere una propria selezione musicale e cinematografica, un paio di serie TV, il tutto sempre accompagnato da un buon libro.
ansa

Le dodici Spa più spettacolari del mondo. Incantevoli resort e centri termali di lusso dove recuperare salute e benessere

di Ida Bini

The Woodland SpaE’ stata premiata quest’anno come la miglior Spa di lusso emergente nel Regno Unito: la Woodland Spa del Lancashire sorge nella campagna inglese tra colline, pascoli verdissimi e un bosco lussureggiante. E’ il luogo perfetto dove abbandonare ogni stress e dedicarsi a sé stessi, grazie anche alle strutture termali e ai trattamenti personalizzati dell’accogliente Spa. Tra i servizi più richiesti ci sono i fanghi e i vapori rilassanti e disintossicanti e le immersioni nell’acqua fredda per tonificare il corpo. Imperdibili sono la serenity pool, una piscina riscaldata e con luci soffuse, i trattamenti per i piedi con le bolle e Rasul, una suite termale con fango minerale per due o quattro persone.

La MamouniaNella città-gioiello di Marrakech, in Marocco, l’arabeggiante struttura della Spa La Mamounia, storico albergo a 5 stelle ristrutturato di recente, è elegante e raffinata, ricca di intarsi, decori e mosaici sfarzosi, ispirati alla tradizione berbera e arabo-andalusa. L’elegante Spa offre piscine ed hammam che fanno rivivere un’atmosfera da Mille e una notte. I trattamenti del centro termale sono extra lusso, soprattutto quelli speciali a base di ingredienti naturali, provenienti dai lussureggianti giardini della città marocchina.

AmangiriMeditazione, yoga, idromassaggi, trattamenti estetici e piscine termali: è ciò che offre questa Spa statunitense, nel cuore del deserto dello Utah. La Spa Amangiri regala un’esperienza insolita e unica con trattamenti offerti in una struttura che sorge tra pianure aride e pareti rocciose e con una spettacolare vista sul deserto e sul canyon. Qui, in un’atmosfera rilassante, regna solo il silenzio come nella Spa dove tutto sembra ovattato. I trattamenti del centro si ispirano ai principi olistici, da sempre osservati dalla popolazione Navajo che abita ancora la zona Four Corners, dove sorge il resort.

Blue Lagoon SpaA Grindavík, in Islanda, si trova la favolosa Laguna Blu, Spa geotermica apprezzata soprattutto per i benefici delle sue acque termali e per gli incredibili paesaggi che la circondano. La piscina, fiore all’occhiello della Spa, è di un azzurro intenso con le acque che, in alcuni punti, raggiungono persino i 92 gradi di temperatura. La struttura, molto frequentata dai turisti e dagli abitanti della capitale; si trova, infatti, ad appena mezz’ora d’automobile da Reykjavik.

The Dolder Grand Spa
Disegnata dal prestigioso studio d’architettura Foster & Partners, la lussuosa Spa di Zurigo sorge in un hotel a 5 stelle e offre, a prezzi relativamente accessibili, percorsi di meditazione per liberarsi dallo stress e piscine termali dall’atmosfera intima e raffinata. Tra i trattamenti più richiesti nella Spa ci sono i massaggi shiatsu con canne di bambù e le cure anti età per il viso.

Sha Wellness Clinic
Design pulito, minimalista e luminoso, piscine panoramiche e tanta attenzione per i particolari: la Sha Wellness Clinic di Alicante, sulla costa orientale della Spagna, è una Spa di lusso, un vero tempio del benessere e della forma fisica, progettata da Carlos Gilardi e Elvira Blanco Montenegro. Le piscine sono panoramiche e i trattamenti sono numerosi e personalizzati, tra cui più di dieci tipi diversi di massaggi. La Clinic è ottima per una remise en forme - anche grazie al ristorante macrobiotico - ma è anche una location incantevole dove dimenticare lo stress; la Spa, inoltre, si è recentemente specializzata nella cura medica di alcuni disturbi, in particolar modo legati all’alimentazione, avvalendosi dell’aiuto di dottori qualificati.

The Bath House Residence
La Spa di Pechino Bath House Residence è una struttura lussuosa e raffinata, il luogo perfetto dove rigenerarsi e ritrovare l’energia. Porta il marchio internazionale di Green T. House del celebre artista e chef JinR, meta per chi ama la cultura e il design contemporaneo cinese e per gli intenditori del tè verde e della gastronomia locale. La Spa offre un percorso rilassante di 4 ore, basato sull’acqua e con trattamenti energizzanti a base di tè. Imperdibili sono, inoltre, i bagni nelle vasche ricoperte di té verde.

Four Seasons Hotel George V
Nel cuore di Parigi la Spa dello storico e prestigioso hotel George V è il luogo perfetto dove rilassarsi, rigenerarsi e vivere un’esperienza indimenticabile. Il contesto stesso è un viaggio nella raffinatezza architettonica parigina, accolti da un arredamento classico e un servizio impeccabile. La Spa ricorda l’atmosfera delle antiche terme romane e ospita numerose saune, vasche idromassaggio, una bellissima piscina al coperto e numerose sale, dove si eseguono trattamenti deluxe.

The Ritz-Carlton Spa by ESPA
E’ la Spa dell’esclusivo hotel Ritz Carlton di Hong Kong ed è sicuramente la più panoramica e scenografica del mondo. Si trova, infatti, al 116esimo piano di un grattacielo ed è dotata di ampie vetrate da dove ci si gode lo spettacolo mozzafiato sulle luci della città cinese. L’elegante Spa offre piscine termali, saune, un’area fitness, nove stanze per trattamenti deluxe, tra cui quelli richiestissimi con la lava giapponese, e due suite per le coppie.

Tabacon Grand Spa & Thermal Resort
A Nuevo Arenal, in Costa Rica, il centro benessere Tabacon è tra i più apprezzati e premiati del Paese per la posizione e l’ambiente naturale in cui si trova: tutti i bungalow all’aperto del resort termale, infatti, sono perfettamente integrati nel paesaggio circostante, ricco di sorgenti termali in una foresta pluviale, di cui si usano i suoni e i profumi per i trattamenti estetici e di salute. L’esperienza al Tabacon Grand Spa inizia con l’idroterapia naturale delle sorgenti e delle cascate calde, naturalmente riscaldati e alimentati dal vulcano Arenal, presente all’interno del resort. I minerali disciolti nelle sorgenti rilassano e offrono un’esperienza di totale benessere. Nella zona relax ci sono piscine idromassaggio, aree di sosta e altre sale, oltre ai bungalow, dove si eseguono i numerosi ed esclusivi trattamenti.

Talise Spa
E’ il centro benessere, lussuoso e spettacolare, del Jumeirah Dhaevanafushi, a sud dell’arcipelago delle Maldive. Qui abili terapisti utilizzano nei loro trattamenti deluxe tecniche tradizionali maldiviane e internazionali, unite ai tantissimi prodotti locali: la sabbia, il cocco, le perle, le pietre preziose e le rose. Da provare assolutamente sono lo scrub alla polvere di cocco e l’impacco per il corpo a base di papaya e miele.

Raffles Spa
Affacciata sulle bianche spiagge delle Seychelles e incorniciata da una lussureggiante vegetazione tropicale, la Raffles Spa fa parte dell’esclusivo resort Raffles Praslin, 86 lussuose ville tutte dotate di piscina privata. Il centro benessere, il più grande dell’arcipelago, ospita 13 padiglioni con vista panoramica sull’oceano e usa nei suoi trattamenti perle, sabbia e conchiglie; imperdibili infatti sono il seashell therapy massage, un massaggio con le conchiglie, e lo scrub a base di polvere di perle al profumo di geranio e lavanda. La posizione della Spa, sull’oceano Indiano, è già da sé una vera cura rigenerante e rilassante.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA