LaRedoute

Turismo Svezia le novità di Stoccolma, la città dei contrasti

Stoccolma è una città di contrasti. Da un lato ha dato i natali a nuove tendenze in molti campi, dalla musica al design, passando per la moda e la tecnologia. Dall’altro lato Stoccolma vanta anche una ricca storia che comprende la splendida architettura, più di 80 musei, il Palazzo Reale e il nucleo urbano medievale di Gamla Stan. Bar alla moda e ristoranti di classe internazionale stanno gomito a gomito con i caffè storici e gli accoglienti pub di quartiere. Questa è una città di moderni centri commerciali e grandi magazzini esclusivi, così come di piccole boutique e negozi di nicchia.
Il numero dei visitatori è in costante crescita e nel corso dei primi sei mesi del 2015 Stoccolma ha accolto l'8% di visitatori in più rispetto allo scorso anno.
Ecco una selezione di nuovi ristoranti, mostre, eventi e alberghi:
Mangiare e fare acquisti
Già da molti anni gli abitanti di Stoccolma e i suoi visitatori hanno la fortuna di poter gustare un buon pasto mentre fruiscono delle esperienze culturali, grazie agli ottimi ristoranti presenti nei musei. Gli operatori del settore commerciale curano sempre di più le scelte gastronomiche per i propri clienti, assicurandosi che tutti possano combinare lo shopping con un ottimo pasto.
Ringen
La piazza principale del piccolo centro commerciale Ringen a Skanstull, nel quartiere di Södermalm, sarà trasformata in una food court di qualità caratterizzata dalla presenza di ben dieci rinomatissimi chef. Finora è stato confermato che Magnus Nilsson del noto ristorante di Fäviken, nella regione Jämtland in Svezia Settentrionale, sarà uno dei dieci chef partecipanti così come anche Stefano Catenacci di Operakällaren, Paul Svensson di Fotografiska e il giovane duo Adam Dahlberg e Albin Wessman di Adam & Albin Matstudio. L'apertura dell'area ristorazione è prevista per il mese di novembre. Götgatan 132
NK
Al piano superiore dei grandi magazzini NK, che quest'autunno celebrano i loro 100 anni, lo chef stellato Björn Frantzén ha preso in gestione Bobergs Matsal, un locale che accoglie ospiti sin dal 1915. Condotto dallo stesso chef e sempre a NK si trovano il ristorante Botanique, incentrato sul perfezionamento dell'insalata a pranzo, e il bar Gaston Wine che propone ostriche e champagne. Hamngatan 18-20. www.nk.se
Åhléns
Il grande magazzino Åhléns City ha recentemente aperto uno spazio di 3600 m2 dedicato ai complementi d'arredo per la casa con ben 170 marchi ed ha anche introdotto, nello stesso edificio, due nuovi ristoranti. Al piano superiore, con una bella vista sulla città, lo chef e tuttofare televisivo Paolo Roberto (nonché personaggio nella Trilogia Millennium di Stieg Larsson) ha aperto Panefresco con cibo italiano e pizze cotte in forno a legna. Due piani sotto, al ristorante Sally Voltaire & systrar, la giovane chef Sally Voltaire propone sani piatti vegetariani e un negozio di gastronomia con utensili da cucina e prodotti artigianali, ecologici, biologici ed equo-solidali. Klarabergsgatan 50 www.ahlens.se
MOOD
Tra i più visitati della capitale, il centro commerciale della moda Mood Stockholm, aperto tre anni fa, propone l'ultimo trend gastronomico qui a Stoccolma: il delizioso Bao. Il ristorante Eat, gestito dallo chef rinomato Henrik Norström, serve questo tipico panino al vapore di Taiwan con vari ripieni, accompagnato da esotici milkshake aromatizzati ai gusti asiatici ed è rapidamente diventato molto popolare tra la gente del posto. Quando i negozi intorno sono chiusi il ristorante Bouqeria, anche questo all'interno di Mood, si trasforma in uno dei locali notturni più famosi della zona. Regeringsgatan 48 http://eatrestaurant.se/eat-bao , www.boqueria.se http://moodstockholm.se/?lang=en

Il Museo della fotografia, Fotografiska, riceve la nomination per l'Oscar
Quando Leading Culture Destinations Awards 2015, l'Oscar per i musei, sarà consegnato il 9 ottobre a Londra, Fotografiska sarà tra i candidati, insieme al Metropolitan Museum of Arts, al Centre Pompidou e a diversi altri importanti musei internazionali. Il paese ospitante, la Gran Bretagna, ha invitato personalità della cultura dal mondo intero per selezionare i musei che più degli altri sono stati capaci di creare esperienze che arricchiscono i propri visitatori. Fotografiska compete nella categoria “Mangiare e bere”.
Il ristorante di Fotografiska, vincitore del premio Gulddraken - Il Drago d'Oro 2015 del Dagens Nyheter (uno dei maggiori quotidiani svedesi), come miglior ristorante di Stoccolma nella classe media, è guidato dal famoso chef Paul Svensson. Il ristorante si concentra soprattutto, per quanto possibile, sulle verdure e sui prodotti di stagione e regionali. Grazie alle sue grandi vetrate panoramiche, il ristorante possiede una delle più belle viste in città sull'ingresso a Stoccolma. Fotografiska è stato inaugurato nel 2010 in un vecchio edificio doganale vicino alla chiusa Slussen e conserva l'originale facciata in mattoni. L'edificio si estende su una superficie di 5500 mq ed è diventato una delle attrazioni più visitate della città con mostre di livello mondiale. www.fotografiska.eu FOTO: http://fotografiska.eu/press/#/images
Mall of Scandinavia: il più grande centro commerciale dei paesi nordici
L’ultimo arrivato nella scena dello shopping di Stoccolma è il Mall of Scandinavia. Si inaugura il 12 novembre e si prevede che diventerà il più grande centro commerciale dei Paesi nordici, con un gran numero di marchi di moda, 20 ristoranti e un cinema 5D. Mall of Scandinavia si trova vicino al centro della città, accanto alla Friends Arena e al Quality Hotel Friends.
http://mallofscandinavia.se

Esposizioni salienti
Dal 6 settembre Megamind, Museo della tecnologia
Un luogo dove sperimentare un percorso individuale per arrivare a concepire nuove idee intelligenti. Dipingere con i propri occhi, plasmare sculture virtuali o creare musica utilizzando il potere del pensiero... e tante altre cose che sembravano impossibili prima della visita alla mostra! www.tekniskamuseet.se
12 settembre - 6 dicembre On Being an Angel, Moderna Museet
La fotografa americana Francesca Woodman ha creato un corpus di affascinanti opere fotografiche che hanno ispirato artisti di tutto il mondo. Le sue fotografie esplorano la rappresentazione di genere, la sessualità ed il corpo. www.modernamuseet.se
18 settembre - 22 novembre Höstsalongen, Fotografiska
24 foto scelte da una giuria tra i 2300 fotografi partecipanti al concorso per l’Höstsalongen, il Salone d’Autunno, del Fotografiska di quest’anno. I partecipanti sono giovani, vecchi, dilettanti e professionisti.
2 ottobre - 7 febbraio 2016 Up Close, Fotografiska
Quattro serie di ritratti iconici firmati da Martin Schoeller, uno dei più importanti fotografi ritrattisti contemporanei. Disadorni ritratti di figure di fama mondiale come Ibrahimovic, Barack Obama, Taylor Swift e Meryl Streep si mescolano con ritratti di persone comuni.
www.fotografiska.eu
18 settembre - 28 febbraio 2016 Metropoli cosmopolite lungo la Via della Seta, Museo di Antichità Orientali
Nell'autunno del 2015 il Museo delle culture del mondo riapre le porte delle Caverne su Skeppsholmen a Stoccolma. In questo ambiente sotterraneo il visitatore può viaggiare attraverso la metropoli di Luoyang City, un centro commerciale sulla via della seta durante la dinastia Tang (618-907), che è stata una delle più grandi e cosmopolite città del mondo in quell’epoca.
www.varldskulturmuseerna.se/ostasiatiskamuseet

11-22 novembre: Festival Internazionale del Cinema di Stoccolma
Il festival è uno dei più grandi eventi cinematografici e culturali del Nord con la partecipazione di oltre 200 pellicole provenienti da 60 paesi. Il festival è riconosciuto per la sua capacità di promuovere, fare network e fungere da vetrina per i registi giovani e meno conosciuti. Un terzo dei film selezionati sono opere prime ed al concorso sono ammessi solo autori che hanno realizzato meno di 3 film. Il programma e i biglietti saranno disponibili a partire dal 20 ottobre. www.stockholmfilmfestival.se/en

Mamma mia! The Party
Björn Ulvaeus, uno dei membri degli ABBA, è il produttore esecutivo di Mamma Mia! The Party, una cena-spettacolo che inaugurerà il 20 gennaio 2016. L'idea è che ospiti, personale, artisti e musicisti generino insieme la festa in un ambiente che assomigli alla taverna greca del film Mamma Mia. Ad accompagnare la cena ci saranno ovviamente le canzoni del film nella storica location del ristorante Tyrol, a due passi da ABBA The Museum e dal parco dei divertimenti Gröna Lund a Djurgården. I biglietti sono in vendita on-line su www.mammamiatheparty.com
Salander e Blomkvist sono tornati
Il 27 agosto il quarto libro della serie Millennium, Quello che non uccide, è stato contemporaneamente pubblicato in 46 lingue. Scritto da David Lagerkrantz, è un sequel autonomo della trilogia scritta dal compianto Stieg Larsson. Si svolge a Stoccolma e da spazio a molti degli amati personaggi già conosciuti ma anche ad alcune nuove conoscenze. Il Millennium tour e la cartina dell’omonimo tour, entrambi forniti dallo Stockholm City Museum, saranno aggiornati con luoghi e fatti del nuovo libro.
www.stadsmuseet.stockholm.se/In-English/Guided-tours/Millennium
FOTO: http://mediabank.visitstockholm.com/search/?query=millennium
Nuovo hotel
In questo momento a Stoccolma sono in costruzione molti alberghi, ma solo uno aprirà quest'anno. La premiata HTL sta per aprire la sua seconda proprietà a Stoccolma il 1 ° ottobre. Proprio come quello già esistente in via Kungsgatan, anche questo albergo sarà caratterizzato da camere dal design pensato per il viaggiatore moderno e da grandi spazi comuni al piano terra. L'hotel si concentra su alta qualità e funzioni intelligenti a prezzi contenuti. Gli ospiti fanno il check-in da soli (on-line o in loco) ed è possibile utilizzare lo smartphone come chiave della camera.
Upplandsgatan 4. http://htlhotels.com/hotels/upplandsgatan
ansa

Halloween, tutta Europa va pazza per le streghe Castelli, parate e parchi divertimento in veste horror

di Marzia Apice

Sebbene l'America venga considerata la patria di Halloween, anche la Vecchia Europa sta per cedere al fascino tenebroso della festa più dark dell'anno: per questo il mese di ottobre potrebbe rappresentare un'occasione per organizzare un viaggio fuori dai confini nazionali, magari mettendo in valigia un cappello da strega o una maschera da mostro. Fino alla fatidica notte del 31 e sconfinando ai primi giorni di novembre, c'è infatti una lunga lista di buone idee a disposizione di grandi e piccini per divertirsi mescolando il terrore all'allegria.

La meta più misteriosa e forse meno battuta resta la Transilvania, dove si trova il Castello di Bran, il più celebre della Romania: qui sarà possibile trascorrere la notte di Halloween visitando l'edificio medievale e magari chissà, i più fortunati potranno incontrare addirittura il padrone di casa, il conte Dracula. Sempre attraente è Londra, dove basterà scendere in strada rigorosamente mascherati per vivere fino in fondo l'esperienza indimenticabile di una serata tra creature mostruose e misteri. Gli amanti del teatro digitale potranno assistere allo spettacolo allestito dalla compagnia Anagram all'interno della suggestiva Torre di Londra.

E se non basta, i più coraggiosi potranno cercare spettri e anime inquiete partecipando a una visita guidata dentro i cimiteri della città. Per un Halloween più tradizionale ma non per questo meno "da paura" i parchi divertimento sono la soluzione più giusta. Imperdibili i dinosauri fatti di zucca a Europa Park, il parco più grande della Germania, che offrirà al pubblico dei bambini apparizioni di fantasmi e parate di mostri. Per gli over 16 invece la paura diventerà ancora più tangibile nelle Horror Nights, durante le quali, tra suoni e luci spaventose, si potranno incontrare zombie, clown killer e vampiri. Lo stesso trattamento all'insegna del terrore in salsa autunnale attenderà i visitatori degli altri celebri parchi europei, tra incredibili e coinvolgenti attrazioni: Halloween sta infatti arrivando a sconvolgere con la sua macabra ironia anche il Parque Warner di Madrid, il Legoland di Windsor in Inghilterra e il Disneyland Paris, dove non mancheranno tante avventure da brivido.

Chi invece desidera vivere un'esperienza un po' diversa può scegliere Barcellona, che per Halloween divide la sua anima in due: se da un lato non mancheranno i locali della città in cui si festeggerà nel modo più classico, in mezzo a ragni, streghe e zucche, dall'altro si potrà mettere da parte i mostri e godersi le prelibatezze preparate in occasione della Castanyada, la festa popolare-religiosa di tradizione catalana che cade nel giorno di Ognissanti, il 1 novembre. Già nei giorni che precedono questa celebrazione sarà possibile assaggiare le specialità a base di castagne e patate dolci, con venditori presenti anche direttamente nelle strade.
ansa

Come Internet e la crisi hanno cambiato i turisti

dell'inviata Cinzia Conti


Con in mano il nostro supertecnologico smartphone ricordiamo con tenerezza e anche con un po' di orrore i mostruosi primi telefoni cellulari grandi come scatole da scarpe e dotati di antiquati tasti? Ecco i turisti di una decina di anni fa rispetto a quelli di oggi dovrebbe farci lo stesso effetto. Perché se il mondo corre, l'universo del turismo, così portato ad arricchirsi in continuazione anche delle esperienze degli altri Paesi, corre ancora di più. E dall'osservatorio privilegiato del TTG Incontri, enorme fiera turistica in corso a Rimini Fiera, ecco l'immagine del turista 2015 costretto dalla crisi a viaggi più brevi e low cost, ma non fermo e molto affascinato anche se non completamente "padrone" della tecnologia. E se oggi solo uno su 8 prenota via smartphone e tablet, già nel 2019 si salirà a 1 su 4.

    "Il viaggio online - spiega Angelo Rossini, online travel analyst di Euromonitor International - è la forza che sta cambiando il turismo: oggi l'informazione sulla destinazione e l'acquisto dei servizi non avviene solo prima del viaggio, ma anche e soprattutto durante e da questo punto di vista non sono l'online, ma il mobile stanno rivoluzionando il modo stesso di vendere la vacanza". Anche la crisi, iniziata nel 2008 e trascinatasi fino a oggi, ha avuto il suo peso sul povero turista: per quanto riguarda gli italiani si registrano vacanze sempre più corte e al contempo prenotazioni sempre più anticipate per gli stranieri.

"E' venuta fuori - spiega Luca Patanè, presidente di Confturismo Confcommercio - anche un'altra verità con cui bisogna fare i conti: i mercati vanno letti uno per uno perché ormai è chiaro che nessuno è uguale, dai russi che viaggiano per la Pasqua ortodossa, ai giapponesi che scelgono febbraio e marzo, agli americani che preferiscono l'estate".

    Ma non ci si fermerà qui: secondo uno studio di Amadeus, presentato a giugno scorso e di nuovo qui a Rimini, entro il 2030 ci sarà un vero popolo di oltre 1,8 miliardi di persone che viaggerà ogni anno fuori dai confini nazionali. E potrà essere diviso in 6 tribù molto contaminate tra di loro: social, etici, forzati, puristi culturali, fan della semplicità e cacciatori di gratificazioni. Insomma ancora tante trasformazioni e tanti viaggi da fare..."
ansa