LaRedoute

Vacanze di Pasqua gay friendly, da Palermo a Santiago

Ecco la primavera e Pasqua: è il momento di break per ricaricarsi e regalarsi un viaggio avventuroso oppure uno di quelli che resta nel cuore per sempre. Ecco 5 città gay-friendly da Palermo a Santiago con le dritte di babaiola.com, community dei viaggiatori Lgbt.
PALERMO 
Per chi non volesse allontanarsi troppo, né cambiare drasticamente clima, Palermo offre tutto ciò di cui c'è bisogno, a temperature decisamente più gradevoli rispetto al resto dello stivale. Mare, arte e street food sono a vostra disposizione: meravigliatevi di fronte alla bellezza del Palazzo dei Normanni e della Cappella Palatina, la chiesa annessa al Palazzo e dedicata a San Pietro. Oppure osservate la città dall'alto dei tetti della Cattedrale o lasciatevi stupire dal Teatro Massimo, che vanta un’acustica perfetta, con effetti di amplificazione naturale in alcune sale (se vi trovate nella “rotonda del mezzogiorno”, state molto attenti a quello che dite… Vi sentiranno tutti!). Per chi preferisce passeggiare all'aria aperta e perdersi tra i colori e profumi della città, tappe imperdibili sono i mercati di Ballarò, di Vucciria, del Capo o di Borgo Vecchio, luoghi ideali in cui gustare una Raschiatura e la bontà della Cassata. Il locale più alla moda è l’Exit, si trova in centro, ma attenzione perché il sabato potresti trovarlo chiuso e tutti vanno a ballare al Rise Up.

BRUGES 
Un piccolo gioiello nelle Fiandre, circondato dai canali detti Reien, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall'UNESCO nel 2000. Sono queste le premesse di un viaggio romantico a Bruges per Pasqua. Impossibile non amare a prima vista le case tipiche in mattoncini, i tetti spioventi, i campanili e ponticelli. Nella "città dei merletti", vi perderete tra monumenti, come il Begijnhof, che raccontano storie lontane, gallerie d’arte come il museo del cioccolato Choco Story e le botteghe artigianali. Noleggiate una bici e percorrertela in tutta la sua bellezza, sostando ogni tanto in un romantico caffè o in uno dei pub dove gustare una buonissima birra belga. Di notte la città apre le porte al locale più alla moda, il Studs Club, il più famoso locale LGBT. Bruges sembra uscita da un libro di fiabe illustrate...

SITGES 
Luci intense e colori mediterranei riempiono il paesaggio e la vita a Sitges. La città brilla tra spiaggia e mare cristallino e scoppia di vivacità in occasione delle feste pasquali quando tutti si riversano sulle strade e lungo il porto e i tavolini dei ristoranti brulicano di chiacchiere e delizie. Abbracciata da una corona di montagne e pretesa verso la Costa di Garraf, vanta strutture lussuose, servizi turistici all'avanguardia e numerosi locali notturni come il Privilege Dance Bar. Ma, conserva e testimonia la storia e tradizione spagnola, soprattutto quella del periodo franchista, che le regalano un tocco gay friendly, si pensi ai carnevali gay organizzati in opposizione alla dittatura franchista. È la natura ad affascinare più di ogni altra cosa gli ospiti di Sitges, vanta 4 km di spiagge accoglienti, dalle più affollate e vivaci a quelle tranquille e silenziose, tra queste: Platja de la Bossa Rodona, la culla del turismo gay friendly barcellonese.

SANTIAGO
La metropoli sudamericana ai piedi della Ande e costeggiata dall'oceano, ha come punto di forza quello di abbinare il patrimonio storico e artistico di epoca coloniale alle bellezze naturali. Ha un centro storico con edifici ottocenteschi e parchi con vista panoramica. È chiusa su un lato dalla cordigliera andina e i tramonti regalano dei bellissimi cieli rosa sulle montagne innevate. Iniziate l’esplorazione in uno dei posti ideali per vivere le Ande in tutta la loro gloria, ovvero lo spettacolare Torres del Paine National Park, uno dei più bei parchi del Sud America: massicci ghiacciai, montagne innevate, guglie torreggianti, laghi blu incontaminati, scintillanti fiumi cristallini e lama. Terminate la giornata ballando salsa alla Salsoteca Maestra Vida oppure al Bar 105 o al Bunker in Bellavista.

NEW YORK
Pasqua non è una festività particolarmente sentita a New York ma è un ottimo periodo per visitare la Grande Mela. L’appuntamento clou dei festeggiamenti pasquali è una mega parata in stile americano: l’Easter Bonnet Parade. Si tratta di una sfilata di cappelli vistosi, di cui molti sono a tema pasquale o primaverile, con uova, nidi e conigli che spuntano dalla testa, e altri sono enormi sculture floreali. Si tiene ogni anni alla Fifth Avenue e che siate fedeli religiosi o meno, assistere a una messa gospel in occasione della domenica di Pasqua sarà un po' come sentirsi Whoopy Golberg in Sister Act . Godetevi lo shopping, i negozi rimangono aperti anche a Pasqua.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Nessun commento: