LaRedoute

Opera tua, enogastronomia restaura arte Franceschini, bene iniziativa Coop che coinvolge anche cittadini


(ANSA) - ROMA, 31 MAG - "Da sempre il nostro ministero ha cercato di promuovere, sollecitare, facilitare la collaborazione tra pubblico e privato nel restauro e nella conservazione del patrimonio artistico e culturale italiano. Ma in questo caso si fa un passo in più, ovvero non solo c'è un azienda che destina 100 mila euro al restauro di 7 opere d'arte ma c'è il coinvolgimento delle persone, in questo caso dei 2 milioni e mezzo di soci, che vengono chiamati a scegliere quale dipinto o scultura o mosaico deve essere oggetto dell'intervento". A dirlo è il ministro Dario Franceschini oggi alla presentazione al Mibact di "Opera tua", il nuovo progetto promosso da Coop Alleanza 3.0 che sostiene il restauro di opere d'arte e la valorizzazione delle specialità enogastronomiche locali.
    L'iniziativa si svolge in un percorso di 7 tappe in altrettante regioni, dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia, lungo tutta la Dorsale adriatica. I soci possono promuovere il restauro di un'opera d'arte, votando tra due proposte. Gli interventi di restauro riguardano diverse tipologie, dal quadro alla statua lignea, dal mosaico ai reperti archeologici, fino ad antichi tessuti.
    "Il nostro progetto ha lo scopo di diffondere la cultura in modo trasversale anche grazie al contributo dei soci e dei consumatori" spiega Mirco Dondi, vicepresidente Sviluppo Territori Gestione di Coop Allenza 3.0.
    "Finora abbiamo contribuito a 61 restauri in tutta Italia - spiega Enrico Bressan, presidente di Fondaco Italia che ha lavorato con le istituzioni territoriali per scegliere le opere d'arte coinvolte - e con questi assieme alla Coop arriviamo a 68. Siamo già orgogliosi di poter annunciare i risultati della prima tranche di votazioni, quella che ha riguardato nelle passate tre settimane Puglia e Basilicata: sarà restaurato il dipinto Sant'Anna e Maria con bambino nella cattedrale di Matera a cui i materani sono particolarmente affezionati".
   

Nessun commento: