LaRedoute

L'avventura in dieci parchi naturali

Arrampicarsi sugli alberi, attraversare ponti di corda e legno, dondolare con liane e funi, seguire le orme degli animali e camminare seguendo la bussola su percorsi sospesi e acrobatici: sono le principali attività che i parchi avventura offrono alle famiglie in cerca di un contatto con la natura senza mezzi motorizzati e nel massimo rispetto del territorio. Nati negli Stati Uniti agli inizi degli anni Sessanta, i parchi avventura si sono sviluppati un po’ ovunque, soprattutto in Francia; oggi in Italia questi luoghi di divertimento naturali sono più di 150 e fanno parte dell’associazione “Parchi Avventura Italiani”, che ne tutelano sicurezza e conformità con regole e norme. Ecco dieci indirizzi, da nord a sud della Penisola, dove divertirsi tra i boschi e fare attività sportive, muniti di caschi e scarponi per affrontare al meglio i tanti percorsi naturali, adatti a grandi e bambini.
Acropark Rio Centa
Nel parco fluviale del torrente Centa, in alta val Sugana, il borgo trentino Centa San Nicolò ospita un parco avventura con 8 percorsi divisi per difficoltà: tre soltanto per i bambini mentre uno, Braves only, è dedicato agli esploratori più avventurosi e coraggiosi. Ogni percorso sospeso del parco prevede anche attività sportive e ludiche; fiore all’occhiello è Big Circle, una doppia teleferica che attraversa il fiume Centa e termina sul tracciato più lungo. Acropark offre anche passeggiate mozzafiato tra boschi, prati erbosi, spiagge di ghiaia bianca lungo il fiume e sotto la cascata di Valimpach. Da giugno a settembre il parco è aperto tutti i giorni; per informazioni: www.acropark.it

Fly Emotion Aerobosco
Il nuovissimo parco avventura di Bema, piccolo borgo sopra Morbegno in provincia di Sondrio, è famoso per l’emozionante Fly Emotion, attrazione che permette di volare dalla val Gerola alla valle di Albaredo sospesi su un cavo. L’Aerobosco ospita anche quattro percorsi mozzafiato tra i boschi che prevedono passerelle in legno, ponti tibetani e tronchi sospesi: tre di questi sono per i ragazzi e gli adulti e uno, invece, Marmotta è adatto ai più piccoli. C’è anche la possibilità di fare sport - rafting, canyoning ed equitazione – o semplicemente di rilassarsi nel verde e assaporare le prelibatezze enogastronomiche della Valtellina. Info: www.flyemotion.it

Praudina Adventure Park
Sorge nell’area della pineta di santa Maria Maggiore, nella Valle Vigezzo, ed è particolarmente adatto ai bambini più piccoli: il parco Praudina Adventure offre tra le ultime novità una parete d’arrampicata alta 10 metri con due vie di salita, esperienza da affrontare con l’aiuto delle guide alpine. Ogni sabato sera di luglio e di agosto è possibile effettuare le arrampicate anche in notturna sotto le stelle, un’esperienza unica in Italia. Il parco ospita percorsi di diverse difficoltà e giochi sparsi tra gli abeti secolari. Info: www.santamariamaggiore.info/praudina

Indian Forest
A Borzonasca, nell’entroterra ligure di Chiavari, ci si diverte in uno dei primi parchi avventura d’Italia con un chilometro e mezzo di percorsi, suddivisi in 7 vie distinte per gradi di difficoltà. Le attrazioni del parco sono adatte a tutti e assistite da guide e istruttori. Il parco, aperto tutto l’anno, offre anche la possibilità di dormire nel bosco in diverse strutture: case vacanza, ostelli e campeggio. Per maggiori informazioni: www.oasibelpiano.it

Cerwood
Piccoli Indiana Jones affollano tutti i giorni Cerwood, in provincia di Reggio Emilia, il parco avventura più grande d’Italia. Sorge nel parco delle Fonti di Cervarezza Terme, sull’Appennino tosco-emiliano, e offre 25 percorsi (6 per bambini, 13 per ragazzi e adulti e 6 percorsi pratica), più di 220 giochi con tunnel di rete, tronchi, passerelle e avventure di ogni tipo tra faggi secolari, fonti d’acqua minerale e un sottobosco che invita a passeggiate e a pic-nic nelle aree attrezzate. Lungo i percorsi sono presenti istruttori e guide che illustrano il tragitto e le manovre di sicurezza; il più gettonato è una tyrolienne lunga un centinaio di metri. A Cerwood, oltre ai percorsi, si possono anche fare arrampicate, gite in mountain bike, tiro con l’arco e orienteering, cioè la possibilità di imparare le tecniche per riconoscere la propria posizione all’interno di un terreno non familiare. Info: www.cerwood.it

Activo Park
Dal Canopy tour all’Uomo Ragno, dal bigliodromo al tubing, dal tiro con l’arco alla discesa in gommone: sono solo alcune delle attrazioni dell’ActivoPark di Scheggino, a pochi chilometri da Spoleto, in Valnerina. Il parco umbro è diviso in tre sezioni: la junior Forest per i più piccoli, il Villaggio attivo con diversi giochi e l’Area Natura, ideale per le escursioni. Ci sono anche tre meravigliosi percorsi di tarzaning (salto da un albero all’altro con le funi) per gli adulti - Zig Zag, un doppio itinerario circolare, Avventura Rebus e Spider – e Adrenaline, sentieri sospesi per mettere alla prova il proprio equilibrio. Sono molto richiesti il Canopy tour, attrazione ad alta velocità con 9 carrucole per sfrecciare fra gli alberi, le arrampicate alle pareti, il tubing, un percorso a ostacoli per le mountain bike e una discesa in gommoni sul fiume. Il parco è aperto tutti i sabati e le domeniche e, tutti i giorni, dal 22 luglio al 3 settembre. Info: www.activopark.com

Canyon Park
Ponti nepalesi, teleferiche e passaggi acrobatici adatti a tutti nel parco di Scesta, in provincia di Lucca: è un percorso avventuroso e adrenalinico per sfidare se stessi e vivere una giornata con la famiglia a contatto con la natura. Il parco, aperto tutti i giorni fino al 15 settembre, sorge in un luogo bellissimo, all’interno del canyon sul fiume Lima. Tutti i percorsi di Canyon Park sono sicuri e dotati di attrezzature all’avanguardia: guide e istruttori affiancano i visitatori per consigli e aiuti. Il parco è accessibile anche dal fiume tramite le visite con SUP, standing up paddle, che permette di pagaiare lungo le acque del Lima, o in gommone per attività di soft rafting accompagnati da una guida. Informazioni: www.canyonpark.it

Treja Adventure
Alle porte di Roma il parco avventura Treja, il più grande del Lazio, è immerso nell’omonima riserva regionale e offre dieci percorsi per adulti e quattro per bambini con passerelle, ponti, liane e carrucole sospese tra gli alberi per sfidare l’equilibrio e il coraggio. I percorsi sono differenziati per difficoltà e tipologia senza dimenticare la sicurezza: casco, moschettoni d’ultima generazione e corde per tutti. Oltre alle aree giochi e picnic, c’è anche la possibilità di tirare con l’arco e di fare passeggiate nella natura vicino alle cascate del monte Gelato. Il parco, dove sono previsti anche corsi di orienteering e di educazione ambientale. è aperto tutti i giorni fino al 10 settembre; per maggiori informazioni: www.trejaadventure.it

Orme nel parco
Immerso in una faggeta nel cuore del parco nazionale della Sila, nel comune di Zagarise, il parco ospita 16 percorsi acrobatici – 9 per adulti e 7 per bambini - con ponti tibetani, passerelle e ponti, itinerari per mountain bike, arrampicate e tiro con l’arco; le attrazioni più richieste sono le “eco esperienze”, itinerari sensoriali guidati a stretto contatto con la natura. Il parco avventura è frequentato anche per le installazioni di land art e per i percorsi dedicati ai cani (dog walking). Orme nel parco è aperto tutti i giorni dal primo luglio all’11 settembre; per maggiori informazioni: ormenelparco.it

EtnAvventura
Ha due record il parco siciliano sopra Nicolosi: è il più meridionale e il più alto d’Italia. EtnAvventura sorge a 1.800 metri d’altitudine e, come suggerisce il nome, si trova a pochi passi dal rifugio Speranza sull’Etna; offre 16 percorsi - divisi per aree baby, junior e adulti - e diverse attività sportive, adatte a tutte le età. Tra le attrazioni principali ci sono una tirolese lunga 150 metri e una zip line impegnativa, riservata solo ai maggiorenni. Tra i percorsi più singolari ci sono il Tree Climbing Sportivo, che consente di arrampicarsi su un albero alto 180 metri, e l’UP2 Tree che permette di fare una scalata con un salto finale nel vuoto; c’è anche la possibilità di effettuare un percorso di tarzaning in coppia. Il parco è aperto dal primo luglio al 10 settembre mentre da fine aprile a dicembre è solo su prenotazione. Info: etnavventura.it
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Nessun commento: