Pantone, ecco 10 viaggi nelle tonalità "ultra violet"

AIX-EN-PROVENCE – Anche quest’anno Skyscanner.it si è divertito a cercare 10 meravigliosi luoghi che fossero in tono con il colore Pantone dell’anno, che per il 2018 avrà tutte le sfumature di un un viola acceso e vibrante, l’”ultra violet”. Se l’anno scorso Pantone aveva scelto il “Greenery”, un verde luminoso, per anticipare un anno di rinnovamento e fresche promesse, nel 2018 a dominare sarà un colore forte e “spirituale”, enigmatico e misterioso, prezioso e magico come una gemma d’ametista. Ecco la lista:
Provenza, Francia
La selezione non poteva che iniziare con uno dei paesaggi color “ultra violet” più famosi del mondo: i campi di lavanda della Provenza. Un tuffo in questa distesa di colore profumatissima è tra le esperienze da fare almeno una volta nella vita, magari proprio nel 2018.

Moschea di Nasir ol Molk, Iran
La Moschea si Nasir ol Molk è uno dei siti religiosi più affascinanti e spettacolari di Shiraz, in Iran. La Moschea è nota per le sue bellissime vetrate, che lasciano filtrare la luce del sole, creando riflessi e geometrie colorate nella sala di preghiera, con sfumature che virano dal rosa al lilla, fino al viola più acceso. Una vera meraviglia!

Science Museum, Londra
Il Science Museum di Londra è uno dei musei più visitati della città, con una spettacolare galleria dedicata alla matematica (The Winton Gallery), progettata da Zaha Hadid. I principi della fisica e della matematica sono stati applicati all’architettura, per realizzare un’opera imponente e sinuosa, dai colori di un viola luminoso, che non passa certo inosservato.

Pigalle Basket Camp, Parigi
Il campo da basket incastonato tra alti edifici in stile parigino, nel cuore del quartiere di Pigalle, è una delle attrazioni più amate da fotografi e instagrammer in visita nella capitale francese. Un angolo di Parigi dove sport e colore si fondono, che merita di essere aggiunto alla lista dei luoghi da scoprire per chi programma un viaggio nella ville lumière nel 2018.

Aurora boreale
L’aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più affascinanti e magici al mondo, particolarmente visibile nelle buie giornate invernali nei Paesi del nord Europa. L’Islanda è una delle mete preferite dai turisti “a caccia” di cieli cangianti e magici, a queste latitudini, si manifesta spesso e con scie luminose che vanno dal color verde, al viola intenso, rigorosamente “ultra violet”!

Shanghai, Cina
Potevano mancare le atmosfere “gothic” di una metropoli frenetica e brulicante, vivace e misteriosa al punto giusto come Shanghai? Calato il sole, la città si accende delle luci della notte, regalando profili intriganti e “ultra violet”, simili a quelli di una Gotham City asiatica.

Edimburgo, Scozia
Ogni stagione è bella per visitare la Scozia ed Edimburgo, ma nei mesi più miti, quelli che vanno dalla primavera all’estate, i campi innevati delle Highlands lasciano posto al verde di prati fioriti, che si accendono di sfumature ultra violet, squisitamente romantiche.

Supertree Grove, Gardens by the Bay, Singapore
Chi non ha mai sognato di visitare la New York del sud-est asiatico? Singapore è un tripudio di grattacieli e parchi verdissimi, un connubio che trova il suo giusto equilibrio nei meravigliosi Gardens by the Bay, dove natura e tech si intrecciano. In questo parco speciale e coloratissimo, i Super Trees, alberi vertiginosi dai colori di un viola vibrante, catapulteranno i visitatori nelle atmosfere di un film come Avatar, facendo percepire tutta la magia di una città grandiosa.

Antelope Canyon, Arizona
Per chi sta pensando a un viaggio negli Stati Uniti, una visita a questo spettacolo della natura, non deve mancare. L’Antelope Canyon è uno dei canyon più impressionanti della Terra, plasmato dal vento e con rocce levigate e sinuose di colori così caldi e decisi. Lasciarsi avvolgere dalle sue gole, alcune delle quali regalano sfumature nei toni ultra violet, è fra i must del prossimo anno!

Sainte Chapelle, Parigi
La Sainte Chapelle è uno dei monumenti gotici più preziosi e unici che si possono visitare a Parigi. Le sue vetrate a sesto acuto spiccano tra le geometrie severe di un’architettura imponente, regalando, in specifiche ore del giorno, giochi di luce che vanno dal porpora al viola intenso.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

#ioleggoperché una grande raccolta di libri a sostegno delle biblioteche scolastiche: grande partecipazione anche dai piccoli comuni


È la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura, ed è organizzata dall'Associazione Italiana Editori.
Per l’edizione di quest’anno sono stati  111.203 i libri donati alle biblioteche scolastiche italiane nelle nove giornate di raccolta dei libri di #ioleggoperché 2017. Un esito oltre ogni previsione, incrementato dell’80% rispetto all’edizione precedente, sulla scia della straordinaria partecipazione della comunità scolastica, con un coinvolgimento complessivo di 5.636 scuole e di 1.774 librerie aderenti.
Per la scuola Primaria di Casale Corte Cerro (VB) ha partecipato la classe prima con le maestre Elisa Di Lello e Cinzia Fanelli.
Roberto Benvegnù è il dirigente dell’istituto comprensivo di Crusinallo e Casale Corte Cerro, del quale fa parte la classe che è stata coinvolta nel progetto 2017.
Casale Corte Cerro (Casàl dla Cort Cèra in piemontese, Cäsàal dlä Cort Cèrä in dialetto locale) è un comune italiano di 3 453 abitanti in provincia del Verbano-Cusio-Ossola.
L’istituto comprende oltre alle scuole medie di Crusinallo (a indirizzo musicale) anche le medie di Casale Corte Cerro, le elementari di Casale, Ramate e Crusinallo e gli asili di Ramate e Casale. 
Lombardia (15% dei volumi donati provengono da lì), Emilia Romagna (12%) e Puglia (10%) sono le regioni in cui i cittadini si sono mostrati più generosi. Tra le città, le più prodighe di donazioni sono state Roma (al primo posto), Milano (che segue a stretto giro) e Parma, ma ottimi risultati si sono registrati anche a Modena, Maglie (Lecce), Napoli e Schio (Vicenza), seguite da Piacenza, Palermo e Vicenza. Il podio di province più attive va a Milano, Napoli e Roma insieme a Bari, Lecce e Torino.
Sono straordinarie le testimonianze che sono arrivate dalle scuole e dalle librerie per #ioleggoperché. Sono stati coinvolti piccoli centri di provincia così come grandi capoluoghi, perché questa iniziativa ha mobilitato davvero tutta Italia. Lo confermano i dati: sul totale delle scuole aderenti, la partecipazione di quelle del Nord ha rappresentato il 49%, quelle del Centro il 24%, quelle del Sud e delle Isole il 27%. In particolare, le scuole che hanno ottenuto il maggior numero di donazioni sono le scuole secondarie di primo grado Bernardo Pasquini di Massa e Cozzile (Pistoia) e Pirandello - Svevo di Napoli e la primaria G. Tombari di Grosseto, che hanno ricevuto in dono rispettivamente 485, 415 e 331 libri dagli italiani, a cui si andrà aggiungere entro marzo il contributo degli editori.
Ma #ioleggoperché è molto di più. In tutta Italia, circa 1.400.000 studenti hanno partecipato a presentazioni, reading, eventi e contest che hanno invaso la Penisola: molti di queste iniziative sono stati organizzate nelle librerie. Tra le più attive, nella top ten ci sono alcune librerie indipendenti a Schio (Vicenza), Acerra (Napoli), Parma, Pomigliano d’Arco (Napoli), Empoli (Firenze), Maglie e Parabita (Lecce), le Mondadori Retail di Montecatini Terme (Pistoia) e Saluzzo (Cuneo) e la libreria San Paolo di Modena. 
Fonte:
(A cura di Giuseppe Serrone – Turismo Culturale)


Assisi. Alla Porziuncola l'Avvento e il Natale fra preghiera, musica e presepi

La Porziuncola nella Basilica di Santa Maria degli Angeli ad Assisi
Celebrazioni, presepi, concerti. Avvento e Natale nel segno dell’abbraccio con l’Emanuele alla Porziuncola di Assisi, la minuscola chiesa cara a san Francesco – dove è sempre aperta la porta della misericordia – che si trova nella Basilica di Santa Maria degli Angeli ai piedi della città umbra. Anche quest’anno i Frati minori francescani propongono un programma ricco di iniziative che permetteranno ai fedeli in visita ad Assisi e a Santa Maria degli Angeli, di prepararsi al Natale del Signore, di celebrarlo «con la lode e il ringraziamento affinché possa poi essere declinato, una volta tornati a casa, nella vita di tutti i giorni, nell’incontro con il fratello riconoscendovi il Signore che ancora sceglie di bussare alla porta della vita di ciascuno», spiegano i francescani. E aggiungono: «Il suo desiderio? Nascere in coloro che lo accoglieranno per portarvi pace, amore e vita, nell’unità e nella verità».

L’8 dicembre, per la prima volta, il Museo della Porziuncola apre le porte ad un concerto in occasione della Solennità dell’Immacolata Concezione. Nel corso dei secoli, infatti, il ruolo centrale della Vergine nella vita e nella spiritualità del convento e della Basilica papale di Santa Maria degli Angeli ci viene consegnato da alcune preziose opere conservate al museo. Il tutto ha avuto origine dallo stesso Francesco d'Assisi, che ebbe una singolare comprensione del ruolo della Madonna nella storia della salvezza. Al centro del concerto la magnifica voce del tenore frate Alessandro, le armonie dell’arpa di Maria Chiara Fiorucci e la forza del soprano Elisa Bovi. Verranno proposti brani della tradizione popolare mariana attraverso un ampio arco temporale che va dalla musica medievale passando per quella romantica sino alla contemporanea. 

Nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, dal 17 al 23 dicembre, verrà proposto il Settenario in preparazione al Natale. Al mattino della vigilia, domenica 24 dicembre, ci saranno le celebrazioni eucaristiche secondo l’orario solito festivo, mentre nel pomeriggio ci sarà una sola Messa (della Vigilia di Natale) alle ore 17.30. Seguiranno iprimi Vespri di Natale con il canto della «Kalenda» e alle 23.30 la Veglia e la Messa nella Notte di Natale, presieduta da padre Giuseppe Renda, custode della Porziuncola.

Per il 25 dicembre, tra le altre celebrazioni, la Messa di Natale delle 11.30 sarà presieduta dal cardinale Agostino Vallini, nominato circa un mese fa legato pontificio delle Basiliche papali di Assisi. Domenica 31 dicembre le celebrazioni, che si terranno secondo l’orario festivo, si concluderanno con i primi Vespri della solennità della Santissima Madre di Dio – con il canto del «Te Deum» di ringraziamento – e la Messa di fine anno con i giovaniche, com’è tradizione, accorrono da tutta Italia per trascorrere il Capodanno ad Assisi con i frati della Porziuncola. Il tema di quest’anno è «… nella tua Terra». Presiede padre Graziano Malgeri.

Il nuovo anno si aprirà con le celebrazioni della solennità della Santissima Madre di Dio e la preghiera dei secondi Vespri «in cappella papale» con il canto «del Veni, Creator Spiritus». Il giorno dellìEpifania ci sarà il consueto bacio del Bambino presso la cappella del presepe. 

Altri concerti sono in programma in queste settimane. Il 26 dicembre, alle 17, nel chiostro del Convento si terrà «E il Verbo si fece carne», rappresentazione sul Natale con la partecipazione di Elisa Bovi e frate Alessandro. Il 29 dicembre, alle 21, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli è prevista la rassegna corale «Natale in-coro» organizzata dall’Associazione regionale cori dell’Umbria. Il 5 gennaio, alle 17, nella cappella del presepe, si terranno i «Canti natalizi» con Andrea Ceccomori (flauto), Maria Chiara Fiorucci (arpa) e il soprano Elisa Bovi assieme a frate Alessandro. Il 6 gennaio, alle 17, torna «E il Verbo si fece carne». Il 7 gennaio, alle 15.30, nella Basilica si svolgerà il concerto dell’Epifania con il coro “Laudesi Umbri di Spoleto” diretto da padre Matteo Ferraldeschi. 

Infine, dall’8 dicembre al 7 gennaio, tutti i pellegrini potranno visitare nei locali del santuario e nel chiostro del convento la classica mostra internazionale di presepi «Un mondo di presepi». Tra le novità della nuova esposizione, l’allestimento permanente del presepe provenzale, nuovo presepe giunto dalla Corea del Sud e un altro realizzato a partire da materiali di recupero.

Info sul sito della Basilica www.porziuncola.org per il programma dettagliato.

Turismo religioso: dal Vaticano all’America Latina le immagini delle Vergini benedette dal Papa

Cotal, la confederazione delle organizzazioni turistiche dell’America Latina, in questi giorni in visita a Roma dalSanto Padre con una delegazione guidata dal presidente Armando Bojórquez Patrón per enfatizzare l’aspetto del turismo religioso, riporterà nel continente americano alcune immagini delle Vergini, patrone di vari paesi dell’America Latina benedette dal Papa stesso.
Le immagini torneranno in patria e saranno portate in pellegrinaggio a testimonianza dell’evento che ha visto per 100 ore la delegazione a contatto con Roma, le autorità laziali e la Santa Sede.

«L’iniziativa per i 60 anni della nostra organizzazione- ha commentato Bojórquez Patrón – vedrò il culmine domani all’udienza con il Papa, durante la quale verranno benedette le immagine delle Vergini, patrone di diversi paesi latinoamericani. L’idea è che il prossimo marzo, in Argentina, quando si celebreranno i cinque anni di pontificato di Bergoglio, si inizi un percorso da Buenos Aires perché tutta l’America Latina, orgogliosa del “suo” Papa possa partecipare a questa processione che sarà guidata dalla “Virgen de Guadalupe”, imperatrice d’America e toccherà le capitali dei vari paesi».
Il principale motivo del viaggio sarà di “mettere un cappello” sull’idea di concentrare gli sforzi turistici sul segmento religioso come tramite di un messaggio di pace, armonia, amore e integrazione fra i paesi americani,
«Il turismo religioso è, senza dubbio – conclude Bojórquez Patrón – uno dei settori che maggiormente vengono promossi nei nostri paesi, e rappresenta uno spazio privilegiato per essere sviluppato, seguendo l’esempio della Santa Sede, che riceve milioni di visitatori ogni anno o come la Basílica de la Virgen de Guadalupe, che anch’essa è meta di milioni di visite annuali».
travelquotidiano.com

48 immobili. Castelli, fortilizi e masserie dal Demanio ai privati: al via il bando

Il Castello di Blera vicino a Viterbo
Il Castello di Blera vicino Viterbo (sulla Via Francigena), due masserie in Puglia (sulla Ciclovia Acqua), un ex molino in Lombardia (sulla Ciclovia Vento), il Castello Alimonda vicino Gorizia e il Castello di Montefiore a Recanati (su tracciati locali) ed il Fortilizio dei Mulini a Spoleto (sul Cammino di Francesco).
Sono alcuni dei 48 immobili pubblici, 16 dell'Agenzia del Demanio e 32 di enti territoriali, che saranno dati in concessione a privati, per un massimo di 50 anni, con lo scopo di trasformarli in attività e servizi per i viaggiatori. Gli immobili (castelli, ville, masserie ed edifici rurali) si trovano lungo percorsi ciclopedonali e sui tracciati storico-religiosi.
Per partecipare al bando, da oggi e fino al 16 aprile 2018, è necessario scaricare i moduli sul sito dell'Agenzia del Demanio

Un mercato da 3 miliardi di euro

Con questa operazione, dice il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, «si può dare inizio anche ad una nuova economia», come per le ciclovie con un potenziale mercato «da 3 miliardi euro», o per i percorsi turistici ferroviari. «Ci sono tutti gli ingredienti per un'avventura di successo», aggiunge.
Mentre il ministro del Turismo, Dario Franceschini, sottolinea l'importanza di «aver fatto sistema» con una «strategia del Paese su questi temi» che ha fatto da cornice a molte singole iniziative. «Non siamo più solo di fronte all'opportunità di distribuire ricchezza e crescita», investendo sulle «potenzialità enormi» delle nuove strade per arte e turismo, «ma - sottolinea Franceschini - siamo anche di fronte ad un'emergenza ed ad un'esigenza strategica del Paese: governare una crescita impetuosa».
da Avvenire

E' già natale nei parchi divertimento da Disneyland a Cinecittà World

L'incanto e la magica atmosfera festosa del Natale sono già arrivate nei parchi divertimento per la gioia dei piccoli ma anche dei grandi.
A EURODISNEY TRA ELSA E IL RISVEGLIO DELLA FORZA - "Parigi val bene una messa" e Disneyland Paris val bene un viaggio. Il re dei parchi europei splende nella luce del Natale tra spettacoli di video mapping mozzafiato, fuochi artificiali e giochi d'acqua e il meraviglioso mondo di storie e personaggi Disney da Topolino e Minnie all'amatissima Elsa e il "neonato" messicano Coco. Dopo una giornata sulle attrazioni, dal tranquillo Peter Pan all'iper adernalinico Nemo, si accende l'alberone di Main Street o si segue Pippo al polo Nord tra le sorprese e gli effetti speciali proiettati sulla Tower of Terror. Infine alla chiusura del parco l'incredibile saluto di tutti i personaggi in Disney Illuminations sul Castello della Bella Addormentata. E dal 7 gennaio si preparino gli appassionati di Star Wars: la Forza torna a svegliarsi con tanti spettacoli a tema e oltre 8 esperienze intergalattiche. www.disneylandparis.it

E' GIA' MAGIC WINTER A GARDALAND - Pattinaggio su ghiaccio e un'area giochi sulla neve dedicata a tutti i bambini. Poi Babbo Natale che aspetta le lettere dei bambini nella sua casetta. E' il magico inverno di Gardaland, che oltre alla tradizionale Winter Parade che accompagna gli ospiti all'accensione dell'albero gigante (25 metri di altezza e di larghezza, 4.000 metri di luminarie e 80.000 punti luce), presenta quest'anno la novità dello spettacolo "Elforia". Ma in zona ci sono anche il Villaggio di Natale Flover di Bussolengo, il più grande mercatino di Natale al coperto che garantisce un viaggio nella magica atmosfera natalizia anche attraverso un trenino express e il presepe multimediale e il Parco Natura Viva importante centro di tutela per le specie animali, addobbato a festa con renne, slitte e pacchi regalo. www.gardaland.it e www.nataleaverona.it


IT'S CHRISTMAS TIME ANCHE A MIRABILANDIA - I primi 25 anni del Parco si festeggiano anche a Natale con la prima apertura in questo periodo del parco divertimenti romagnolo. Tra La Terra delle nevi eterne, il Regno dei Cristalli e la casa di Babbo Natale e i suoi amici elfi, i più piccoli troveranno tante novità come lo snow park con vera neve, il pattinaggio sul ghiaccio e l'immancabile parata dei personaggi.www.mirabilandia.it


A CINECITTA' WORLD TRA DICKENS E FERDINAND IL TORO - Il Parco divertimenti del Cinema e della Tv di Roma propone l'apertura straordinaria dall'8 dicembre al 7 gennaio con un ricco cartellone di eventi e anteprime. Si parte proprio l'Immacolata con l'anteprima Dickens - L'uomo che inventò il Natale di Bharat Nalluri, un biopic letterario che rivela gli aspetti meno noti della vita dello scrittore inglese, autore di uno dei capolavori della letteratura di tutti i tempi: Canto di Natale. Tra i nomi già annunciati per la gran festa di Capodanno Sfera Ebbasta, Derrick May, Josh Wink e Danny Tenaglia. www.cinecittaworld.it


A LUNEUR PARK UN VILLAGGIO DI OLTRE 2600 METRI QUADRATI - Al giardino delle meraviglie di Roma dedicato ai più piccoli, oltre a godere delle tante attrazioni, si può visitare il villaggio Regno di Natale diviso in 3 aree tematiche - al coperto - a forma di "pacchi regalo", dove i piccoli ospiti potranno fantasticare: la Fabbrica dei Giocattoli, la Miniera Incantata e la Stella di Babbo Natale, il più grande dei pacchi regalo, immerso in una suggestiva Aurora Boreale. tante le sorprese tra videomapping immersivi, performance live e truccabimbi. www.luneurpark.it


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA