LaRedoute

Termini Imerese. Al via la Va edizione della Mappa

Sarà presentata il 1 agosto alle ore 21,00 presso il Club del Tennis di piazza Marina la Va edizione della mappa di Termini Imerese. L’idea, nata dai fratelli Fabio e Dario Lo Bono e avviata appunto cinque anni fa è quella di affidare a un giovane artista locale la realizzazione della parte figurativa. Del progetto si è occupata quest’anno Valentina Serio, studente dell’Accademia di Belle Arti di Palermo che ha realizzato dei dipinti a olio che raffigurano i siti più rappresentativi della nostra città. La mappa è in lingua italiana, inglese e tedesca. La traduzione è stata curata da Rossana Fontana. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Termini Imerese, della Provincia Regionale di Palermo, del Parco Archeologico di Himera, dell’ACI di Palermo, dai Lions Club Himera Cerere e Termini Imerese Host. L’intento è quello di contribuire a promuovere la città dal punto di vista storico, artistico e monumentale. La distribuzione della mappa è gratuita e si estende a tutta la provincia palermitana. I punti di distribuzione e altre informazioni si possono trovare sul sito internet terminimeresetourism.it. L’iniziativa ha avuto e continua ad avere un grande consenso, dimostrato dalla presenza dei numerosi sponsor che la sostengono.
Nella mappa è segnalato in particolare il percorso del Centro Commerciale Naturale, ossia l’itinerario degli esercizi commerciali che aderiscono al progetto. Alla presentazione sarà presente l’assessore alle Politiche Giovanili Donatella Battaglia.

Aurora Rainieri - cefaluweb.com

Termini Imerese. I ragazzi dell’Opera Don Calabria premiati nell’ambito di “Una storia con il sud”


Esprime soddisfazione il sindaco  di Termini Imerese Totò Burrafato alla notizia che i ragazzi ospiti dell’Opera Don Calabria sono stati premiati per un video nell’ambito di “Una storia con il Sud”. “Il premio – ha sottolineato il sindaco – assume maggior valore se si considera il contesto in cui viene assegnato. Un territorio come il nostro, dove la crisi economico-finanziaria degli ultimi anni ha incrementato le situazioni di disagio e, in particolare di quello giovanile che, impotente di fronte alla grave crisi occupazionale, spesso trova ripiego in condizioni di necessità e di emarginazione. Notizie come queste – ha continuato il Sindaco – danno carica ed entusiasmo ad un impegno gravoso come quello di amministrare una Città complessa e difficile come Termini Imerese. Sono orgoglioso che la generosa e costante presenza dell’Opera Don Calabria a Termini Imerese porti a risultati di tanto rilievo”.
La Giuria di Qualità – composta da Carlo Verdone, attore e regista; Isabella Aguilar, sceneggiatrice; Antonio Polito, direttore Corriere del Mezzogiorno; Luca Mattiucci, Corriere della Sera;Carlo Borgomeo, presidente Fondazione Con il Sud – ha individuato le storie e i video vincitori del contest “Una storia con il Sud”.
All’iniziativa hanno partecipato 113 filmati, realizzati da videomaker e filmaker, e 200 storie di partecipazione, impegno civile e riscatto sociale proposte da associazioni e organizzazioni non profit meridionali come “soggetti” per i video. Il primo a classificarsi è stato il filmato “Lisca bianca” dell’associazione Apriti Cuore onlus di Palermo con il video di Enrico Montalbano.
Si tratta di una storia di inclusione sociale. I protagonisti sono infatti giovani del circuito penale, ragazzi a rischio esclusione e ospiti sia della comunità terapeutica di Palermo, sia dell’Opera Don Calabria, comunità per tossicodipendenti di Termini Imerese che hanno lavorato insieme per restaurare la barca a vela, Lisca Bianca che dà il titolo al filmato. Un’occasione formativa e di riscatto, a livello professionale, ma soprattutto sociale e umano.
Il premio, promosso dalla Fondazione Con il Sud ha l’obiettivo di promuovere, diffondere e far conoscere le buone pratiche avviate al Sud, con una modalità sperimentale: facendo incontrare chi “conosce bene” le storie (associazioni e organizzazioni non profit), e chi le può “raccontare bene” (videomaker), attraverso video di 3 minuti.
fonte: cefaluweb.com

Il Carnevale di Termini Imerese resta fuori dalla finanziaria regionale


carnevale-termini-imerese-6
È arrivato alla fine un sì confuso e parziale  del Parlamento siciliano alla tabella H che stranamente perde per strada l’intervento per i Carnevali di Sicilia. “Si” ad un lungo elenco si spesa. “No” ai Carnevali di Acireale, Sciacca e Termini Imerese. Non viene autorizzata la spesa per Enti ed Associazioni con finalità sociali.
L’intervento in favore di tre municipi che portano avanti – in un contesto finanziario impossibile e tra mille difficoltà – la tradizione del Carnevale. Ecco cadere sotto i veti incrociati di una lotta politica che non produce niente di buono né per la Sicilia, né per i siciliani. Il Carnevale termitano 2014 è stato già garantito con una modesta risorsa finanziaria a carico del bilancio comunale, grazie al generoso impegno dei maestri cartapestai locali che ogni anno pur con scarse risorse assicurano la realizzazione dei carri allegorici. Parsimonia e tradizione.
Resta comunque grande disappunto per una scelta davvero inspiegabile con la quale si dice di no alla storia e alle tradizioni di questa terra. Si dice no ad uno dei pochi eventi che mira alla destagionalizzazione e che non serve a garantire clientele elettorali che si annidano nella famigerata tabella H, riesumata dal voto del parlamento siciliano.
Burrafato : no alle mance! Schiaffo alla tradizione e alla destagionalizzazione. Parlamento regionale in mano a fazioni armate l'una contro l'altra sulla testa dei cittadini e degli amministratori locali. 
fonte: cefaluweb.com

Per la prima volta in Italia i Playing for Change

di Eugenia Romanelli

Fascinosissima la città fondata dal Buontalenti nel 1577, e furbissimi i Medici di allora, a volersi assicurare uno sbocco sul mare. Difficile descrivere Livorno, trasandata eppure poetica, a tratti lirica. E allora, vedere per credere: il 5 agosto, unica tappa in Toscana, arrivano per la prima volta in Italia un gruppo di appeal internazionale, i Playing for Change.

L’unico italiano della band che vanta nazionalità miste è Roberto Luti, chitarrista slide innamorato di Livorno. Piazza del Luogo Pio, aperta e gratuita per tutti, si rivelerà dunque un palco di eccellenza e gli organizzatori, la Bodeguita e il The Cage Theatre, già battono le mani. L’evento è una appendice di Effetto Venezia, la manifestazione dell’estate livornese che si concluderà il 3 agosto, ma "non è rivolto solo ai livornesi – spiegano i curatori - infatti è attesa gente da tutta Italia, perché è l'ultima data del tour e sarà qualcosa di particolare".

Il repertorio della band è vasto e varia dalla musica blues al soul, dal reggae al pop, e poi il classico rock'n'roll, con brani di autori affermati come Bob Dylan, Bob Marley, Ben E. King, Tracy Chapman. Gli undici musicisti che saliranno sul palco sono: Grandpa Elliot (voce e armonica, da New Orleans), Clarence Bekker (chitarra e voce, Amsterdam), Titi Tsira (voce, Sud Africa), Tal Ben Ari aka Tula (voce, Tel Aviv), Mermans Mosengo (chitarra e voce, Congo), Jason Tamba (chitarra e voce, Congo), Louis Mhlanga (chitarra, Zimbabwe), Roberto Luti (chitarra, Italia), Orbe Ortiz (basso, Cuba), Peter Brunetta (batteria, Los Angeles), Keiko Komaki (tastiere, Giappone).

L’occasione è ottima per fare del sano turismo underground e grunge, in linea con i fan della band, in una città che ride sempre (il famoso Vernacoliere, rivista cult di satira dialettale il cui humour dissacratore continua a tener alta la bandiera dell'ironia, è livornese), e sempre pronta ad abbracciare ogni tipo di stimolo, novità e idea. Da villaggio di pescatori spontaneamente nato in una cala naturale, vicino alla foce dell'Arno, unico sbocco al mare della Repubblica di Pisa, Livorno diventò presto un importante centro portuale, munito di fortezze e avamposti militari.

Lo sviluppo urbanistico fu opera di Ferdinando de’ Medici che si preoccupò anche di dare asilo agli esuli soggetti a persecuzioni politiche o religiose. Per questo la città è tradizionalmente aperta alle differenze, alla multiculturalità e multirazialità (basti pensare alla convivenza delle chiese: Chiesa degli Armeni, Chiesa dei Greci Uniti, Chiesa degli Olandesi, Sinagoga degli Ebrei sefarditi, ecc.). Prima tappa d’obbligo è la Fortezza Vecchia, imponente complesso pentagonale edificato nel Cinquecento per proteggere il porto mediceo.

Lungo i bellissimi spalti in mattoni listati a pietra, che proseguono per oltre 500 metri, tre bastioni: quello verso il mare detto la “Canaviglia”, quello verso Stagno detto la “Capitana” e quello intermedio detto “Ampoletta”. Dai bastioni si può raggiungere Piazza Micheli col monumento a Ferdinando I, e la Terrazza Mascagni, formata da una balaustra di 4100 colonne marmoree e una stupenda pavimentazione a mosaico, luogo di ritrovo per i livornesi. Lì anche l’acquario Cestini, che comprende il Centro Interuniversitario di Biologia Marina. Molto romantica anche la vecchia Darsena, e soprattutto il quartiere Nuova Venezia, cuore della vivace tradizione marinara e pittoresco dedalo di vicoletti.

Qui si può visitare la chiesa domenicana di S. Caterina del XVIII secolo con la sua strana pianta ottagonale e il possente bastione diventato parco pubblico. Gli appassionati del mare, vadano ad ammirarlo sulla scogliera del Romito verso l’ora del tramonto, e si fermino per un aperitivo a Calafuria: resteranno estasiati. Il dopo cena invece è piacevole passeggiare cenare o bere alla movida dei vivaci locali sugli Scali Novi Lena. Vale anche la pena, prima di lasciare Livorno, visitare Villa Mimbelli, meraviglia ottocentesca e sede del Museo Civico Fattori che, oltre alla sua bella collezione permanente, ospita importanti esposizioni temporanee molto suggestive. E il Museo ebraico Yeshivè, il Museo Provinciale e il Museo Mascagno. Infine, naturalmente, Piazza Grande, con Palazzo Grande, il Duomo e il Palazzo Comunale, e la più bella chiesa della città, S. Ferdinando, notevole esempio di architettura barocca.
ansa

Turismo: da Gaza all'ebola, ecco le mete da evitare

(AGI) - Roma, 1 ago. - Evitare Libia e Striscia di Gaza, ma anche controllare le condizioni meteo per il pericolo tifoni nel sud-est asiatico e accertarsi della situazione sanitaria a fronte dell'allarme ebola in Africa occidentale: sono solo alcuni degli avvisi pubblicati dall'Unita' di Crisi della Farnesina sul sito 'Viaggiaresicuri', costantemente aggiornato sulle situazioni di rischio in tutto il mondo. Sul portale sono indicate espressamente le aree in cui bisogna evitare di recarsi a causa dello specifico contesto locale o dei particolari livelli di rischio.
  Consultandolo, e' anche possibile ottenere informazioni relative alle normative d'ingresso, numeri utili, condizioni sanitarie e climatiche di tutti i Paesi.
Tra gli avvisi, si va dal rafforzamento dei programmi di controllo alle frontiere negli Stati Uniti per il crescente rischio di attentati, all'allarme ebola in Africa occidentale con la conseguente raccomandazione di evitare le zone colpite dall'epidemia adottando una condotta vigile e prudente anche nei Paesi confinanti, fino all'invito a controllare gli 'allarmi meteo' per il rischio di tifoni nell'area di Taiwan e sulle coste della Cina sud-orientale nel periodo estivo.
 
Iscrivendosi al sito www.dovesiamonelmondo.it, e' invece possibile segnalare il proprio itinerario e i propri recapiti per permettere all'Unita' di Crisi, in caso di emergenza, di poter inviare sms di allerta e intervenire pertanto con maggiore rapidita'. I servizi, attivi 24 ore su 24, sono consultabili anche su smartphone e tablet tramite apposite applicazioni.
Ecco la mappa delle zone a rischio:
- Libia: pressante invito a non recarsi nel Paese e ai connazionali presenti a lasciarlo temporaneamente - Israele: si consiglia di evitare i viaggi nelle aree situate entro un raggio di 40 km dalla Striscia di Gaza, di attenersi scrupolosamente alle misure cautelative e di conoscere la posizione di rifugi anti-missili
- Territori palestinesi: elevatissima tensione, evitare l'ingresso nella Striscia di Gaza
- Egitto: evitare i viaggi non indispensabili in localita' diverse dai resort situati a Sharm el-Sheik, sulla costa continentale del Mar Rosso, nelle aree turistiche dell'Alto Egitto e di quelle del Mar Mediterraneo.
 
- Marocco: il locale ministero dell'Interno ha recentemente segnalato un crescente rischio della minaccia terroristica chiedendo di elevare la soglia di vigilanza al riguardo. E' del tutto sconsigliato intraprendere viaggi via terra dal Marocco verso la Mauritania e il Mali.
 
- Ucraina: si sconsigliano vivamente viaggi a qualsiasi titolo nelle regioni di Donetsk e Lugansk e in Crimea, mentre si consiglia di effettuare solo i viaggi ritenuti indispensabili nelle regioni sud-orientali.
- Nigeria: si sconsigliano viaggi che non siano dettati da ragioni di necessita', in particolare nel nord-est.
- Sierra Leone: sconsigliati viaggi non necessari nel Paese a causa dell'aggravarsi della situazione legata al'epidemia di ebola.
 
- Kenya: a seguito degli attacchi terroristici degli ultimi mesi avvenuti sia a Nairobi che a Mombasa, e quelli nelle recenti settimane nelle vicinanze della zona costiera di Lamu, si segnala il progressivo aumento del rischio per il crescente attivismo di al Shebaab e gruppi locali particolarmente attivi nella contea di Lamu, nella quale si raccomanda di limitare la presenza ed effettuare solo viaggi necessari.
 
- Indonesia: resta attuale il rischio di attacchi terroristici in tutto il territorio, in particolare nella capitale Giacarta e nelle altre maggiori aree urbane, si raccomanda la massima prudenza e cautela negli spostamenti.
- Malaysia: la costa orientale del Sabah, da Kudat a Tawau, continua a essere teatro di gravi episodi di violenza a danni di turisti.
- Taiwan: tifoni anche di notevole intensita' possono abbattersi nel periodo estivo/autunnale sull'isola, come pure sulle coste della Cina sud-orientale, si consiglia di informarsi preventivamente sulla situazione meteorologica.
  (AGI) .

Ecco le 20 spiagge regine dell’estate 2014


E’ Cala degli Infreschi la più bella tra le spiagge d’Italia 2014. Il comune cilentano di Camerota si conferma, dunque, per il secondo anno consecutivo vincitore de “La più bella sei tu”, il contest di Legambiente lanciato sul web per eleggere la spiaggia più bella dell’estate. La spiaggia regina è raggiungibile via mare o facendo trekking attraverso i sentieri immersi nella macchia mediterranea e secondo chi l’ha votata «Rappresenta una delle insenature di particolare fascino e straordinaria valenza naturalistica della costa tirrenica meridionale. Una naturale insenatura ad arco delimitata da scogliere rocciose con un mare limpidissimo e dalle diverse tonalità». Nelle scorse settimane Camerota si è aggiudicata anche le 4 Vele de “Il mare più bello, la nuova Guida Blu 2014” di Legambiente e del Touring Club, «Per aver saputo valorizzare in modo lungimirante il proprio patrimonio paesaggistico e culturale». Proseguendo questo percorso, a settembre, il paese ospiterà la prima edizione di Festambiente all’ariAperta, uno degli ultimi nati tra gli ecofestival di Legambiente. Tre giorni di festa – dal 18 al 21 settembre – che diventeranno l’occasione per sottolineare l’importanza dello sport e delle attività all’aria aperta come modalità di fruizione sostenibile e piacevole di luoghi preziosi come Camerota. 

 Il sondaggio stila un elenco di perle costiere tra le quali è davvero difficile scegliere: dalla bella Punta Aderci di Vasto alla Spiaggia della Scalea in Calabria. Éremiate anche le Dune di Sabaudia e la Baia del Silenzio a Sestri Levante in Liguria. Gli amanti della Sardegna possono trovare tre spiagge meravigliose in provincia di Nuoro: Cala Mariolu, Cala Luna e Bidderosa. Anche Bosa in provincia di Oristano si distingue con la bellissima Compoltitu. In Sicilia, oltre alla famosissima Spiaggia dei Conigli di Lampedusa, ci sono Cala Faraglione a Levanzo e, sempre nel trapanese, le calette della Riserva dello Zingaro. Nell’Arcipelago Toscano si distinguono la spiaggia della Cannelle, all’Isola del Giglio, e quella di Sansone, a Portoferraio, all’Isola d’Elba, mentre sulla costa Colle Lungo, nel Parco della Maremma. Nel Salento la preferita è Porto Selvaggio, con la sua fitta vegetazione e le aree di interesse paleontologico, ma c’è anche Marina di Pescoluse. Sempre in Puglia, nel foggiano, molti apprezzamenti per la Baia delle Zagare. Nelle Marche la più bella è la spiaggia di Mezzavalle, ad Ancona. In Campania, oltre alla vincitrice, entra nella lista delle preferite dal popolo della rete anche Palinuro con la spiaggia di Buondormire. Secondo Sebastiano Venneri, responsabile mare di Legambiente, «Anche quest’anno con La più bella sei tu abbiamo voluto far emergere quali sono le spiagge del cuore degli italiani. In alcuni casi si tratta di aree di diffuso interesse, altri sono posti difficili da scovare e da raggiungere. Ogni luogo ha la sua peculiarità, ma tutti si distinguono per la loro bellezza. Abbiamo infatti deciso di porre l’accento sull’elemento estetico, anche perché spesso la qualità paesaggistica è il risultato di un’attenta conservazione, ottima tutela ambientale e legalità». Legambiente ha selezionato le spiagge incrociando le preferenze del popolo web – che per oltre due mesi ha potuto votare la sua spiaggia sul sito e la pagina Facebook dell’associazione – con i dati de “Il mare più bello, la nuova Guida Blu 2014”. I risultati ottenuti sono stati confrontati con il parere di una giuria di esperti. Angelo Gentili, responsabile nazionale Legambiente Turismo, conclude: «Con La più bella sei tu abbiamo premiato e valorizzato alcune delle spiagge che rappresentano veri e propri tesori dal punto di vista turistico e paesaggistico: tutte bellissime, alcune più selvagge ed esclusive, altre più accessibili e popolari, ma tutte in grado di raccontare una parte importante della bellezza del nostro Paese. L’invito che facciamo agli amministratori che saranno premiati il 16 agosto a Rispescia (Gr), nell’ambito della 25esima edizione di Festambiente, il festival nazionale di ecologia, solidarietà e bellezza di Legambiente – conclude Gentili – è di mantenere il giusto equilibrio tra fruizione e conservazione di questi luoghi incantevoli e unici, preservandoli con cura all’insegna della sostenibilità». 
http://www.greenreport.it

Il Cai: «No al traffico motorizzato su sentieri, mulattiere e boschi»


Alcune Regioni, con l’intento dichiarato di approvare misure per la tutela delle rete escursionistca, hanno approvato o stanno per approvare leggi che contengono norme e provvedimenti che invece aprono ad un uso inappropriato della sentieristica. Il Club alpino italiano (Cai) da sempre impegnato nella salvaguardia dell’ambiente montano, anche attraverso una frequentazione sostenibile che non procuri, o limiti al massimo, i danni delle attività antropiche all’ecosistema, sottolinea che «Il traffico motorizzato sui sentieri produce un alto impatto ambientale sulla fauna, sulla flora e sul fondo dei di mulattiere e sentieri che i volontari Cai mantengono faticosamente e senza oneri pubblici (60.000 km di sentieri). Moto e quad rappresentano inoltre un pericolo per gli escursionisti ponendo un problema di sicurezza: chi si muove a piedi si trova ad essere l’utente debole anche sui sentieri. Tutto ciò si trasforma in un disincentivo alla frequentazione non motorizzata della montagna e, quindi, un ostacolo allo sviluppo, alla valorizzazione e alla tutela del territorio montano, oltre al danno ambientale». 

 A preoccupare sono le leggi recentemente approvate in Lombardia ed Emilia Romagna che potrebbero essere prese ad esempio anche da altre Regioni. Il Cai ricorda che «Nel caso dell’Emilia-Romagna il 26 luglio 2013 la Regione ha approvato la legge regionale n° 14 “Rete escursionistica dell’Emilia-Romagna e valorizzazione delle attività escursionistiche”, che fornisce una definizione di escursionismo che non pone alcuna limitazione concettuale al fatto che esso venga praticato con l’utilizzo di mezzi motorizzati e prevede la possibilità di percorrere i sentieri anche con mezzi a motore, in evidente contrasto con la finalizzazione dei percorsi escursionistici, affermata dalla legge, alla “promozione delle aree naturali … e allo sviluppo sostenibile”». Per quanto riguarda la Lombardia, che ha una superfice montana di 1.032.322 ettari , il l 9 luglio il Consiglio Regionale ha approvato il contestatissimo Progetto di Legge 124 che consente ai Sindaci dei Comuni lombardi di autorizzare lo svolgimento di manifestazioni che prevedono l’utilizzo di mezzi a motore su sentieri, mulattiere e boschi. Una petizione del Cai Lombardia che ha raccolto oltre 42.000 firme chiedeva ai consiglieri regionali di non votare il Progetto di Legge 124 ma, dicono al Cai, «Dopo un primo congelamento della proposta che ne rimandava l’esame a dopo le elezioni, lo stesso è stato poi approvato. Tra gli esiti collaterali di questo progetto di legge vi è quello di mettere a serio rischio i boschi di pianura, già assediati e continuamente erosi dalle continue costruzioni». Il Club alpino italiano evidenzia che i due casi dell’Emilia Romagna e della Lombardia sono esemplificativi di un problema nazionale, che riguarda anche l’uso delle motoslitte nel periodo invernale. «È evidente l’incompatibilità fra escursionismo e motociclismo su terreno comune, che appare un paradosso anche rispetto ai progetti per la promozione e per lo sviluppo del turismo dolce, che richiedono investimenti modesti ma sono realizzabili solo con scelte precise e coerenti – dice l’associazione – Il nostro paese è percorso da una rete di itinerari di lunga percorrenza di grande valore naturalistico, storico e devozionale, che si appoggia in massima parte sulla rete sentieristica. Le numerose presenze di viaggiatori a piedi, provenienti spesso da altri paesi europei ed extraeuropei, su questi itinerari, dove vengono attivate iniziative imprenditoriali agro-turistiche anche da parte di giovani con possibili futuri sviluppi per l’economia montana, sarebbe fortemente disincentivata dalla convivenza con motociclette e quad». Per questo il Cai ribadisce il suo «No al traffico motorizzato indiscriminato sui sentieri di montagna. Tale aberrazione concettuale e giuridica non sarebbe possibile se il quadro normativo nazionale, a cominciare dal Codice della Strada, fornisse una definizione precisa di sentieri e mulattiere, finalizzandoli esclusivamente a transiti non motorizzati. Il CAI sostiene e supporta, ampliandone l’eco, le iniziative dei Gruppi regionali e le proteste degli escursionisti a difesa della rete sentieristica dalla inusitata apertura ai mezzi motorizzati».

http://www.greenreport.it/

Presenze in spiaggia in calo fino al 70%, pesano maltempo e crisi

(AGI) - Roma, 1 ago. - L'effetto maltempo e la crisi economica hanno messo in ginocchio gli stabilimenti balneari, facendo registrare, a giugno e luglio, cali fino al 70% delle presenze degli italiani sulle spiagge. I primi dati a consuntivo rilevati dall'Onf (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) attestano che solo il 31% degli italiani (pari a circa 18,6 milioni di cittadini) e' in partenza per le vacanze estive.
  Dati confermati anche da illustri e rinomati centri studi, oltre che dall'affollamento e dal traffico ancora presenti in citta'. La crisi ed il forte calo delle presenze nel settore turistico hanno determinato, quest'anno, un aumento medio del 3% dei servizi balneari un dato contenuto, ma comunque inaccettabile, che non fa altro che alimentare la forte contrazione della domanda turistica iniziata in questi anni, chiaro specchio del disagio economico degli italiani. Basti pensare che il numero di cittadini che vanno in vacanza e' passato da 29,4 milioni nel 2008 a 18,6 milioni stimati nel 2014. Una riduzione che appare in tutta la sua gravita' se si pensa che il turismo e' un settore chiave per l'economia del nostro Paese. "Il rilancio di tale comparto rappresenta un'enorme opportunita' di crescita occupazionale e di sviluppo." - dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Secondo il Codacons i dati sul drastico calo delle presenze presso gli stabilimenti balneari non sono da attribuire unicamente alle condizioni meteorologiche, che pure hanno inciso in modo negativo tra giugno e luglio sul turismo. "La riduzione delle presenze presso i lidi del nostro paese, e' da attribuire prima di tutto alla crisi economica che ancora imperversa in Italia - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Gli italiani, come dimostrato dall'andamento degli ultimi anni, rinunciano sempre piu' alle partenze e riducono i giorni di villeggiatura al mare, in un'ottica di spending review che porta a tagliare le spese non indispensabili". "Basti pensare che nel 2008 il 45% degli italiani, ossia circa 29 milioni di persone, aveva effettuato almeno un viaggio nel periodo luglio-settembre - prosegue Rienzi - questa estate, negli stessi mesi, solo circa 20 milioni di cittadini si concedera' un viaggio. Cio' significa che in 6 anni il numero di italiani in viaggio nel periodo estivo si e' ridotto di 9 milioni di individui, con una riduzione del 31% tra il 2008 e il 2014".

Raduno Harley Davidson al Faaker See - DAL 2 AL 7 SETTEMBRE 2014

Raduno Harley Davidson al Faaker See - DAL 2 AL 7 SETTEMBRE 2014
 
Oltre 100.000 appassionati di Harley Davidson si danno appuntamento ogni anno a settembre all'European Bike Week che si svolge sul Faaker See, l'Hotel Ristorante Carnia è il punto ideale per ristoro e perchè no anche per trascorrere la notte...
per soggiornare   
http://www.booking.com/hotel/it/carnia.it.html?aid=374962
Via Canal del Ferro 28 - Stazione Carnia, 33010 Venzone 
Il moderno Hotel Carnia sorge a soli 2 km dalla stazione ferroviaria dell'omonimo borgo e offre un piccolo giardino, un ristorante dalle specialità italiane e friulane, nonché un parcheggio coperto gratuito per biciclette e moto.

Tutte rustiche e colorate, le camere vantano mobili in legno chiaro, l'aria condizionata, una TV LCD e un bagno privato. A vostra disposizione la connessione Wi-Fi gratuita.

La struttura ospita un ristorante aperto al pubblico a pranzo e a cena, mentre ogni mattina allestisce una colazione continentale a buffet a base di croissant, pane, salumi, marmellate e frutta.

Distante 10 minuti di guida dall'autostrada A23, il Carnia Hotel vi attende a 5 km dalla Ciclovia Alpe Adria - Radweg e a 80 metri dalla fermata dell'autobus diretto a Tarvisio e Udine. 
 

 

Anche Termini Imerese "disgrazia" che ''dobbiamo trasformare in grandi opportunità" per Delrio

''I fondi europei sono la nostra ultima occasione e non possiamo permetterci di perderla. Il pieno utilizzo delle risorse per il sud ci aiutera' a cambiare le previsioni degli economisti sul pil''. Lo ha detto Graziano Delrio alla presentazione del rapporto Svimez. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio si e' detto ''molto ottimista'' sul futuro del paese, ma ha avvertito che ''bisogna smetterla con l'atteggiamento rassegnato''. Nel Mezzogiorno, ha sottolineato, ci sono ''alcune disgrazie'', come Gioia Tauro, Bagnoli, Taranto, Termini Imerese che ''dobbiamo trasformare in grandi opportunità''.
adnkronos

In vacanza per… imparare un lavoro: un trend che cresce nel mondo

In vacanza per imparare: perché no? Nella foto, un corso di cucina italiana a Bologna
Siamo abituati a considerare le vacanze come il periodo consacrato al riposo e al dolce farniente. Ma, anche qui, la crisi ha cambiato completamente lo scenario. Quando non si ha un lavoro a cui tornare (e in Italia è il caso di 3 milioni di persone, pari al 12,6%) un periodo trascorso lontano da casa può trasformarsi in un’occasione per imparare qualcosa di nuovo e tornare alla base con una riga in più sul curriculum, una riga magari decisiva. L’Osservatorio sul lavoro promosso da BPSec, azienda di consulenza per le imprese, ha analizzato i media internazionali, riscontrando nella “vacanza per imparare un mestiere” un trend generale. Un po’ ovunque in Europa, infatti, si moltiplicano i siti che offrono queste possibilità. Creativelena propone contatti per esperienze professionali e creative in tutto il Vecchio Continente e oltre; a Parigi il sito Créative Paris fa incontrare viaggiatori desiderosi di imparare con professionisti e artigiani disposti a insegnare; nel nostro Paese studiainitalia raccoglie proposte di corsi di lingua, ma anche di canto, gioielleria, ceramica, moda ecc.
Approfittare delle vacanze per imparare qualcosa di nuovo è una tendenza riconosciuta e accolta anche a livello delle istituzioni, come dimostra il Creative Cities Network un progetto dell’Unesco che dà una fitta serie di recensioni, indirizzi e indicazioni utili per chi è felice di barattare il riposo con nuove abilità e nuove esperienze. 

webit.mag.it

TripAdvisor fa shopping: trattative con Viator

TripAdvisor ha annunciato di essere in fase di trattativa avanzata per l’acquisto di Viator. Viator è un motore di ricerca e prenotazione di attività ed escursioni in tutto il mondo. Il portale offre oltre 20.000 tour e ingressi in un’infinità di attrazioni, prenotabili on line, e più di 600.000 recensioni, foto e video postati dagli utenti. Disponibile in 10 lingue e in 10 valute, Viator vanta inoltre circa 3.000 partner, tra i quali compagnie aeree, agenzie di viaggi e alberghi. La trattativa dovrebbe chiudersi nel terzo quadrimestre del 2014 e il valore dell’operazione è stimato in 200 milioni di dollari.
webit.mag.it

Trivago: in vacanza gli italiani preferiscono l’hotel. In cima alle preferenze ci sono i 3 e 4 stelle

Le vacanze? Meglio in hotel. Secondo l’Osservatorio di Trivago, la sistemazione in albergo raggiunge quota 75% delle preferenze, calcolate sulle ricerche online effettuate per il periodo di luglio e agosto, sia per i viaggi in Italia sia per quelli all’Estero.In particolare i preferiti sono gli alberghi 3 e 4 stelle, seguiti dai 5 stelle per i soggiorni all’estero e dai 2 stelle in Italia.  Dopo l’hotel, gli italiani in vacanza su territorio nazionale scelgono di alloggiare nei B&B (9,30%), Aparthotel (7,92%) o Case vacanza (5,33%). In fondo alla lista resort e ostelli.
webitmag.it

Alitalia ha risposto ad Etihad, domani nuovo cda


Alitalia è al passo finale. E’ partita stanotte, secondo fonti ben informate, la lettera di risposta a richieste ed osservazioni di Etihad. Domani mattina è previsto il consiglio di amministrazione della compagnia aerea. Il board dovrà pronunciarsi sul nuovo importo dell’aumento di capitale, passato a 300 milioni dai 250 milioni precedentemente approvati dai soci. Di questi 300 milioni, 70 milioni verrebbero dalle Poste che però vuole investire nella cosiddetta ‘midcompany‘.  Fonti di stampa ipotizzano la chiusura della trattativa nei primi giorni di agosto.
Inoltre, il consiglio di amministrazione della compagnia è stato convocato per domani mattina: all’ordine del giorno, tra le altre cose, ci sono gli ulteriori 50 milioni di aumento di capitale (per portarlo da 250 fino a 300 milioni) da approvare poi in assemblea. Intanto, a quanto si apprende, è stato anticipato ad oggi pomeriggio il Cda di Poste Italiane. Al consiglio di amministrazione è atteso l’ultimo passaggio sull’investimento di Poste Italiane.
Nello stesso tempo, Atlantia (gruppo Benetton) sta valutando la nuova struttura dell’operazione Alitalia (creazione della mid-co) per le opportune verifiche sulla sua fattibilità, la parità di trattamento dei soci e gli impatti societari ed economici dell’intera operazione. Atlantia ha fatto sapere che si riserva, anche attraverso confronto con gli altri soci, ogni valutazione in merito, fermo restando il pieno supporto al progetto di integrazione Alitalia-Etihad.
webitmag.it

Parma - 13/21 settembre: Eventi e aree tematiche per tutti i visitatori della V edizione del Salone del Camper 2014

Fiere di Parma e APC-Associazione Produttori Caravan e Camper presenteranno un programma ricco di iniziative per tutti i visitatori del Salone del Camper 2014, la manifestazione di riferimento in Italia e seconda in Europa per l’industria del caravanning e del turismo all’aria aperta, dal 13 al 21 settembre a Parma. Oltre allo spazio Agorà, presente anche quest’anno presso il Padiglione 4, dove si terranno numerosi incontri fra le Istituzioni e gli amanti dei veicoli ricreazionali e del turismo in libertà, gli organizzatori hanno confermato due aree di grande successo,quella dedicata ai piccoli ospiti del Salone e quella per gli amici a quattro zampe.

Area Family and Fun
All'interno del Padiglione 2 sarà possibile visitare l’Area Family and Fun, la sezione tematica rivolta a grandi e piccini. Dato il successo di pubblico riscontrato lo scorso anno, l’area sarà più ampia con nuovi divertenti giochi, come la pista di mountain bike sponsorizzata dall'azienda San Carlo, la parete di roccia realizzata dal parco avventura Esploraria e lo spazio giochi e merende di Motta e Nestlé, oltre ai laboratori creativi realizzati con il supporto dell’azienda pastaria Dalla Costa. Tra questi, gli appuntamenti da non perdere saranno:

• le sessioni di creazione di collage e quaderni dedicati al tema "Raccontole mie vacanze: diario di viaggio” organizzate con l’Associazione culturale Arcadia, in cui i piccoli artisti elaboreranno vere e proprie opere d’arte ritagliando immagini e foto da depliant offerti dalle aziende associate APC;
• due appuntamenti con laboratori didattici per bambini a tema "Viaggiare nella storia - 3.000 anni di mezzi di trasporto" a cura di AION Cultura e del MAEC - Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona;
• quattro appuntamenti e workshop creativi del WWF sulla creazione di nidi e mangiatoie per uccellini e sul recupero e riutilizzo di materiali di scarto. Gli incontri hanno come obiettivo quello di sensibilizzare i bimbi sulle attività di rispetto e tutela della natura;
Libri e Formiche, libreria di Parma specializzata sull’infanzia e a misura di bambino, proporrà letture al centro delle quali si affronterà la tematica del viaggio;
• l’ospedale dei pupazzi, l’iniziativa del Segretariato Italiano Studenti in Medicina di Parma dedicata ai piccoli visitatori del Salone del Camper. Si tratta di un ospedale per pupazzi e bambole malate, dove conoscere e sperimentare da vicino una visita medica senza essere loro stessi i pazienti, una modalità ludica per avvicinare il mondo misterioso del medico con quello del paziente pediatrico.

Area Amici a quattro zampe
Torna anche per l'edizione 2014 l’Area Amici a quattro zampe, allestita per tutta la durata della manifestazione nellospazio esterno, di fronte al Padiglione 3. Mobility dog, percorsi educativi e attività di ricerca olfattiva: saranno queste le iniziative organizzate per i fedeli amici da Crescere Insieme, lo studio veterinario che lavora nel territorio di Parma e Reggio Emilia proponendo varie attività educative e riabilitative dell’animale domestico, attraverso un metodo di lavoro basato sulla qualità della relazione con il proprietario.

Il Festival del Prosciutto coinvolge tutto il territorio della Provincia di Parma
Gli eventi per i visitatori del Salone del Camper non si esauriscono all’interno della Fiera. Dal 5 al 21 settembre, infatti, si terrà il Festival del Prosciutto, giunto alla sua diciassettesima edizione, per conoscere e degustare il miglior Prosciutto di Parma e per apprezzare le bellezze naturalistiche e culturali dei luoghi d’origine. Presso l’InfoFestivalPoint (Padiglione 2 del Salone del Camper, sezione Percorsi e mete) i visitatori della manifestazione fieristica potranno prenotare le navette gratuite per “Finestre Aperte”: un’opportunità unica di visitare gli stabilimenti produttivi, scoprire come nasce il prodotto e assaporare in tutta tranquillità l’aria e i panorami delle colline parmensi. Ricco il calendario di iniziative nei 10 Comuni della Provincia di Parma coinvolti: appuntamenti all’insegna della gastronomia, dello spettacolo e della cultura. Attività sportive, serate musicali e tante altre proposte.

Per i giornalisti interessati a partecipare a Il Salone del Camper 2014 è possibile accreditarsi collegandosi al sito internet www.salonedelca
mper.it e accedere all’area stampa o contattare:

Ufficio Stampa Salone del Camper c/o extra comunicazione
Serena Ferretti 346 4182567 - Daniela Pierpaoli 346 6096602
ufficiostampa@e
xtracomunicazione.it
segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone - turismoculturale@simail.it

Estate: luoghi cultura aperti ad agosto

(AGI) - Milano, 31 lug. - Alcuni luoghi di interesse artistico e culturale rimarranno aperti a Milano durante il mese di agosto grazie ai volontari Touring. Nell'ambito dell'iniziativa 'Aperti per voi', sara' quindi possibile visitare la Casa Museo Boschi Di Stefano (dal martedi' alla domenica, dalle 10 alle 18), lo Studio Museo Francesco Messina (dal martedi' al venerdi', dalle 10 alle 14 e il sabato dalle 14 alle 18), la Cripta San Giovanni in Conca (dal martedi' alla domenica, dalle 9.30 alle 17.30), la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore (dal martedi' alla domenica, dalle 9.30 alle 17.30) e il Museo del Duomo (dal martedi' alla domenica, dalle 10 alle 18). L'iniziativa sara' sospesa nel weekend dal 15 al 17 agosto.

Ecco le 4 mosse con cui si rilancerà il turismo

di Cinzia Conti

Moltiplicare l'offerta turistica, lavorare sulla digitalizzazione, aumentare la qualificazione dell'ospitalità, promuovere l'Italia come sistema Paese e non come singole entità regionali. Dopo 5 mesi di governo e il varo del suo decreto su cultura e turismo, Dario Franceschini condensa in questi quattro punti la sua ricetta per rilanciare il settore e promette velocità: nei prossimi 180 giorni il lavoro da fare con Enit, Regioni e gli altri enti sarà molto, dice, ''ci sarà da correre'', il turismo è una potenzialità enorme che l'Italia non può perdere. L'occasione è una conferenza stampa che serve al ministro anche per presentare la nuova squadra sia nel ministero sia all'Enit con il commissario straordinario Cristiano Radaelli già al lavoro sulla riorganizzazione dell'agenzia a partire dalla digitalizzazione e dalle sedi estere.

LA RICETTA DEL RILANCIO IN 4 PUNTI - In Italia bisogna evitare la concentrazione dei turisti sempre negli stessi luoghi. ''Sappiamo - dice Franceschini - che il 15-20% al massimo dei turisti va nel Mezzogiorno: nel Sud ci sono Napoli, Capri, Pompei, Paestum, i sassi di Matera, i bronzi di Riace, la Sicilia e potrei andare avanti all'infinito. E' assurdo che la zona del Paese con maggior vocazione turistica potenziale non abbia questa capacità di attrazione che invece potrebbe avere con grande crescita economica e non solo per il Sud del Paese. E poi si può diversificare anche in altro modo e cioè andando oltre l'offerta turistica tradizionale. E su questo stiamo lavorando con Regioni e Comuni''. Il ministro vuol puntare molto anche sulla digitalizzazione, dato che il turismo ha avuto uno sviluppo molto forte in questo ambito: ''Ormai ognuno di noi quando si organizza un viaggio, tende a fare tutto da solo sulla Rete e ha infinite possibilità. Su questo noi siamo molto indietro sia come sistema pubblico che come sistema privato''. Per il terzo punto, la qualificazione dell'ospitalità, il ministro precisa che non si tratta solo di alberghi e strutture ricettive ma anche di professionalità e scuole di formazione. Infine la promozione: ''E' un pezzo chiave di questa strategia e con le regioni e i Comuni abbiamo già iniziato vari ragionamenti. Vogliamo che andando avanti l'Italia si presenti come sistema Paese, perché siamo attraenti ma sempre un po' piccoli. Basta con questa lotta fra le singole regioni o città che francamente è un po' priva di senso''.

DALLA ITALY TOURIST CARD ALLA NUOVA ENIT - Franceschini scorre brevemente tutte le novità di questi primi intensi 150 giorni di governo sul settore turistico e quelle contenute nel dl Cultura e Turismo appena varato, dall'incremento del digitale (la partenza del laboratorio del turismo digitale e l'introduzione della Italy Tourist Card) a quello delle start up (gli immobili pubblici non utilizzati e non utilizzabili concessi a imprese, cooperative e associazioni per realizzare attività turistiche e al programma ReStart Travel Italy che premia le migliori imprese start up).

UN OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO STABILIZZATO E FORTE - I dati che si leggono sul turismo - spiega il ministro - sono troppo disomogenei e disorganizzati a seconda di chi ha fatto l'indagine e per questo all'Enit vengono trasferite anche le competenze dell'Osservatorio nazionale del turismo perché diventi stabilizzato e forte e dia dati certi su un settore per sua natura trasversale (contiene tutto dalla cultura ai trasporti, dalla ristorazione agli alberghi).

LA TASSA DI SOGGIORNO DIVENTI PIU' EQUA - Franceschini affronta anche uno dei temi più spinosi del settore: ''E' impensabile non avere la tassa di soggiorno perché è impossibile pensare di far pagare ai residenti di una città tutte le spese che ruotano attorno ai turisti (dalle strade alle fognature etc) ma al momento viene fatta pagare solo a chi va in un albergo, invece non viene chiesto nulla a chi usufruisce di altri servizi. Invece penso sia necessaria e urgente una ridefinizione nazionale della tassa di soggiorno in modo da estendere la platea di chi la paga. Argomento su cui il Parlamento, ci sono diverse proposte di legge, sta già ragionando''.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Cultura e turismo: il testo della legge con le ultime misure approvate

Pubblichiamo il decreto legge con le modifiche introdotte dalla Camera dei Deputati e approvate definitivamente il 28 luglio scorso da Palazzo Madama
Agevolazioni fiscali per i mecenati del patrimonio pubblico, assunzioni a tempo indeterminato per under 40, interventi per velocizzare i restauri di Pompei e della Reggia di Caserta, start up per le imprese turistiche gestite da giovani, ma anche digitalizzazione, ristrutturazione e riqualificazione degli alberghi e recupero delle periferie: sono le principali misure del decreto cultura (alcune anche inedite, come la formazione delle commissioni ministeriali che dovranno vagliare i ricorsi contro le decisioni e i vincoli dei soprintendenti o le norme sull'autonomia gestionale e amministrativa dei musei più importanti), che con il voto di fiducia del Senato è legge.
Non solo, arrivano tante.
Queste disposizioni più importanti, come si legge nella nota del Mibac, del decreto legge 31 maggio 2014 n. 83, in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale:
ARTBONUS
Credito d'imposta del 65% per le donazioni in favore di:
a) Interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;
b) Musei, siti archeologici, biblioteche e archivi pubblici;
c) spese di investimento per Teatri pubblici e Fondazioni lirico sinfoniche.
Il credito d'imposta è riconosciuto:
• alle persone fisiche e agli enti non commerciali nei limiti del 15% del reddito imponibile;
• ai soggetti titolari di reddito d'impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui;
Il credito è riconosciuto anche alle donazioni a favore dei concessionari e affidatari di beni culturali pubblici per la realizzazione di interventi di manutenzione, protezione e restauro.
Trasparenza
• I soggetti beneficiari delle erogazioni liberali dovranno comunicare mensilmente al Mibact l'ammontare delle erogazioni liberali ricevute e il loro utilizzo anche con una apposita sezione nei propri siti web istituzionali;
• Nel sito del Mibact dovrà essere attivata una sezione in cui raccogliere e diffondere tutte le informazioni sulle donazioni e sugli interventi realizzati e in corso d'opera
CROWDFUNDING E FUNDRAISING: organizzazione in capo al Mibact (senza oneri) di nuove specifiche strutture per incentivare le donazioni. GRANDE PROGETTO POMPEI
Maggiore trasparenza nelle procedure di gara per gli appalti del Grande progetto Pompei. Rafforzamento della normativa anticorruzione, innalzamento delle garanzie a corredo delle offerte delle imprese (dal 2% al 5% del prezzo base del bando), adozione di un piano di gestione dei rischi e di prevenzione della corruzione e individuazione di un responsabile di comprovata esperienza e professionalità.
Al fine di rispettare la scadenza del programma comunitario e accelerare la realizzazione degli interventi è costituita una segreteria tecnica di progettazione presso l'Unità Grande Pompei, composta da non più di 20 unità di personale.
REGGIA DI CASERTA
Entro il 31 dicembre 2014 dovrà essere predisposto il Progetto di riassegnazione degli spazi dell'intero complesso della Reggia di Caserta, comprendente la Reggia, il Parco reale, il Giardino "all'inglese", l'Oasi di San Silvestro e l'Acquedotto Carolino, con l'obiettivo di restituirlo alla sua destinazione culturale, educativa e museale. A tal fine verrà nominato un commissario straordinario, consegnatario unico dell'intero complesso, che dovrà coordinare tutti i soggetti pubblici e privati operanti negli spazi del complesso della Reggia per garantire la realizzazione del Progetto.
LIRICA
Prosegue il processo di risanamento delle fondazioni lirico sinfoniche già avviato con la legge Bray. Le nuove misure agevolano l'elaborazione l'attuazione dei piani di risanamento, semplificano le procedure di collocamento del personale e consentono ulteriori risparmi di spese. Inoltre si introducono misure anche a vantaggio delle fondazioni virtuose, volte a rafforzarne l'autonomia. Per valorizzare e sostenere le attività operistiche nella Capitale, la fondazione Teatro dell'Opera di Roma assume il nome di Teatro dell'Opera di Roma Capitale.
TAX CREDIT CINEMA
Al fine di attrarre investimenti esteri in Italia nel settore della produzione cinematografica, il limite massimo del credito d'imposta per le imprese di produzione esecutiva e le industrie tecniche che realizzano in Italia, utilizzando mano d'opera italiana, film o parti di film stranieri è innalzato da 5 a 10 milioni di euro.
Lo stanziamento per le agevolazioni fiscali al e cinema e agli audiovisivi è aumentato di 5 milioni di euro e passa da 110 a 115 milioni.
TAX CREDIT SALE CINEMATOGRAFICHE STORICHE
Le piccole sale cinematografiche (esistenti dal 1° gennaio 1980) potranno beneficiare per gli anni 2015 e 2016 di un credito di imposta del 30% dei costi sostenuti per il restauro e l'adeguamento strutturale e tecnologico. Il beneficio fiscale potrà essere utilizzato anche per il ripristino di sale inattive.
PIANO STRATEGICO GRANDI PROGETTI BENI CULTURALI
Con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, sentito il Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici, è adottato entro il 31 dicembre di ogni anno, il Piano strategico "Grandi Progetti Beni culturali", ai fini della crescita della capacità attrattiva del Paese.
Il Piano individua beni o siti di eccezionale interesse culturale e di rilevanza nazionale per i quali sia necessario e urgente realizzare interventi organici di tutela, riqualificazione, valorizzazione e promozione culturale, anche a fini turistici.
3% ALLA CULTURA E INVESTIMENTI NELLE PERIFERIE
A decorrere dal 2014, una quota pari al 3 per cento delle risorse aggiuntive annualmente previste per le infrastrutture e iscritte nello stato di previsione della spesa del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti è destinata alla spesa per investimenti in favore dei beni culturali.
Per i prossimi tre anni, 3.000.000 di euro di queste risorse sono destinati a finanziare progetti culturali nelle periferie urbane elaborati dagli enti locali.
CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA
Ogni anno il Cdm conferirà il titolo di Capitale italiana della cultura. I progetti presentati dalla città designata saranno finanziati dal Cipe, su proposta del Mibact, a valere sulla quota nazionale del Fondo per lo sviluppo e la coesione.
PROGRAMMA ITALIA 2019
Viene creato il 'Programma Italia 2019' per riconoscere l'importanza strategica dei progetti presentati da tutte le città italiane candidate alla 'Capitale europea della cultura'.
DECORO SITI CULTURALI
Snellimento delle procedure necessarie a garantire la tutela ed il decoro dei complessi monumentali e di altri immobili del demanio culturali interessati da rilevanti flussi turistici. In caso di revoca delle autorizzazioni l'indennizzo sarà commisurato ai redditi dichiarati.
GIOVANI PER LA CULTURA
In deroga alle norme che limitano l'assunzione di personale a tempo determinato, gli istituti e i luoghi della cultura pubblici potranno assumere, mediante contratti di lavoro a tempo determinato, professionisti di età non superiore a 40 anni da impiegare nel rafforzamento dei servizi di accoglienza e assistenza al pubblico e nel potenziamento degli interventi di tutela, vigilanza, ispezione, protezione, conservazione e valorizzazione dei beni culturali. Si tratta della prima concreta applicazione della legge sulle professioni culturali appena approvata dal parlamento (Legge Madia).
RIESAME DEI PARERI DELLE SOPRINTENDENZE
I pareri delle soprintendenze potranno essere riesaminati d'ufficio o su istanza di un'altra amministrazione (non di un privato). Il riesame dovrà avvenire entro 10 giorni dalla richiesta da parte di una commissione regionale di garanzia interna al Mibact. Per scongiurare ritardi se la commissione non darà il parere nei 10 giorni si intenderà confermato il parere del soprintendente.
SELEZIONE PUBBLICA PER I DIRETTORI DEI GRANDI MUSEI
Nei poli museali e negli istituti della cultura statale di rilevante interesse nazionale gli incarichi dirigenziali potranno essere conferiti (con procedure di selezione pubblica, e per una durata da 3 a 5 anni) a persone, anche esterne alla PA, di comprovata qualificazione professionale in materia di tutela e valorizzazione dei beni culturali e documentata esperienza di gestione di istituti e luoghi della cultura.
FOTO LIBERE NEI MUSEI
Sarà possibile scattare liberamente foto nei musei per uso personale e comunque senza scopo di lucro. Sono esclusi i beni archivistici e e librari, per i quali restano in vigore le norme attuali per la consultazione e l'accesso ai documenti.
ARCHIVI
Facilità di accesso ai documenti e alla loro consultazione presso gli archivi di Stato: consultazione dei documenti degli organi giudiziari e amministrativi dopo trent'anni invece che dei precedenti quaranta.
TAX CREDIT PER DIGITALIZZAZIONE TURISTICA
Per sostenere la competitività del sistema turismo, favorendo la digitalizzazione del settore, per i periodi di imposta 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019, agli esercizi ricettivi singoli o aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari, è riconosciuto un credito d'imposta del trenta per cento dei costi sostenuti per investimenti fino all'importo massimo complessivo di 12.500 euro.
Il credito di imposta è riconosciuto esclusivamente per spese relative all'acquisto:
- di siti e portali web, inclusa l'ottimizzazione per i sistemi di comunicazione mobile;
- di programmi informatici integrabili all'interno di siti web e dei social media per automatizzare il processo di prenotazione e vendita diretta online di servizi e pernottamenti e per potenziarne la distribuzione sui canali digitali favorendo l'integrazione fra servizi ricettivi ed extra ricettivi;
- di servizi di comunicazione e marketing per generare visibilità e opportunità commerciali sul web e su social media e comunità virtuali; di applicazioni per la promozione delle strutture, dei servizi e del territorio e per la relativa commercializzazione;
- di spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi, pernottamenti e pacchetti turistici sui siti e piattaforme web specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
- per le spese per la progettazione, la realizzazione e la promozione digitale di proposte di offerta innovativa in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
- impianti wi-fi.
Anche le agenzie di viaggi e i tour operator incoming (ovvero solo quelli che portano turisti in Italia) potranno beneficiare per tre anni di un credito di imposta del 30% dei costi sostenuti per investimenti in digitalizzazione.
TAX CREDIT PER RIQUALIFICAZIONE STRUTTURE RICETTIVE
Al fine di migliorare la qualità dell'offerta ricettiva per accrescere la competitività delle destinazioni turistiche, a decorrere dal periodo d'imposta in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto e per i due anni d'imposta successivi, alle strutture ricettive esistenti alla data del 1° gennaio 2012, è riconosciuto un credito d'imposta del trenta per cento delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia ed eliminazione delle barriere architettoniche.
Una quota del credito d'imposta per la ristrutturazione degli alberghi potrà andare a favore delle spese sostenute per l'ammodernamento degli arredi.
PIANO STRAORDINARIO MOBILITA' TURISTICA
Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, d'intesa con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e sentita la Conferenza Stato-regioni, entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, redige e adotta il piano straordinario della mobilità turistica. Tale piano favorisce la fruibilità del patrimonio culturale con particolare attenzione alle destinazioni minori ed al Sud Italia.
CIRCUITI TURISTICI NAZIONALI D'ECCELLENZA
Per promuovere la realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza a sostegno dell'offerta turistica e del sistema Italia e accelerare il rilascio da parte delle amministrazioni competenti dei relativi permessi, nulla-osta, autorizzazioni, licenze e/o atti di assenso comunque denominati, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in qualità di amministrazione procedente, convoca apposite conferenze di servizi.
NUOVI CRITERI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ALBERGHI
Entro tre mesi dall'entrata in vigore della legge di conversione del decreto, il Mibact rivedrà le classificazioni delle strutture alberghiere per adeguarle a quelle adottate a livello europeo ed internazionale. La nuova classificazione premierà sia l'accessibilità sia l'efficienza energetica delle strutture.
BENI DEMANIALI PER NUOVI ITINERARI TURISTICI
Per favorire la realizzazione di itinerari moto ciclo turistici, le case cantoniere, i caselli e le stazioni ferroviarie o marittime, le fortificazioni e i fari possono essere concessi in uso gratuito a imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da giovani fino a 35 anni. Il termine di durata della concessione non potrà essere superiore a 7 anni.
DISTRETTI TURISTICI, SEMPLIFICAZIONE PER LE NUOVE IMPRESE E START UP
Per semplificare le attività nel settore turistico sono introdotti questi provvedimenti:
- creazione di distretti turistici attraverso l'individuazione di zone a ‘burocrazia zero' dove sono semplificate le procedure di avvio ed esercizio delle attività imprenditoriali
- l'avvio e l'esercizio delle strutture turistico-ricettive sono soggetti a segnalazione certificata di inizio attività, così come l'apertura, il trasferimento e le modifiche concernenti l'operatività delle agenzie di viaggi e turismo
- dal 2015 anche le imprese turistiche create da persone di età inferiore ai 40 anni potranno godere delle agevolazioni fiscali previste per le start up.
VALORIZZAZIONE PROFESSIONALITA' MIBACT
Sono adottate misure per valorizzare le professionalità del Mibact e per agevolare la mobilità e il comando presso l'amministrazione dei beni culturali.
TASK FORCE CALAMITA'
A seguito del verificarsi di eventi calamitosi per i quali sia vigente o sia stato deliberato lo stato d'emergenza, il Ministro, con proprio decreto, può, in via temporanea e comunque per un periodo non superiore a cinque anni, riorganizzare i propri uffici esistenti nelle aree colpite dall'evento calamitoso, fermo rimanendo la dotazione organica complessiva.
ENIT
Al fine di assicurare risparmi della spesa pubblica, di migliorare la promozione dell'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale e favorirne la commercializzazione, anche in occasione della Presidenza italiana del semestre europeo e di EXPO 2015, l'ENIT-Agenzia nazionale del turismo è trasformata in ente pubblico economico, sottoposto alla vigilanza del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo.
L'ENIT, nel perseguimento della missione di promozione nazionale del turismo, interviene per individuare, organizzare, promuovere e favorire la commercializzazione dei servizi turistici, culturali e dei prodotti enogastronomici, tipici e artigianali in Italia e all'estero, con particolare riferimento agli investimenti nei mezzi digitali. A tal riguardo l'Enit si attiverà per realizzare e distribuire la carta del turista, finalizzata ad ottenere sconti e promozioni per la fruizione integrata dei servizi pubblici di trasporto e i biglietti d'ingresso nei musei e nei luoghi della cultura.
ilsole24ore.com

Turismo: nasce RomagnApp, prima app ufficiale della Riviera

(AGI) - Bologna, 29 lug. - Se pianificare lavacanza direttamente sullo smartphone e' ormai una consuetudine per il turista, gli operatori turistici romagnoli ne prendono atto e creano una App gratuita per smartphone. Nasce RomagnApp, la prima applicazione ufficiale della Riviera Romagnola -realizzata dall'Unione di Prodotto Costa in quattro lingue (italiano, inglese, francese e tedesco)- che consente di decidere al meglio il proprio soggiorno lungo i 110 km tra Comacchio e Cattolica. RomagnApp (scaricabile gratuitamente) da' il benvenuto nella sua home page articolata in 6 sezioni, cui si affiancano i tasti "ricerca" e "preferiti" (per memorizzare i risultati trovati). La sezione "Vacanze a Tema" permette di scegliere la propria destinazione tra tantissime proposte tematiche, da "arte e cultura" a "benessere e terme", passando per "cicloturismo", "divertimento notte", "enogastronomia", "fiere e congressi", "golf", "mare", e senza dimenticare "parchi divertimento", "turismo religioso", "Notte Rosa" e persino una sezione "Halloween", dedicata a chi vuole passare la notte delle streghe in Riviera. La sezione "offerte" presenta un'ampia panoramica di proposte soggiorno per ogni esigenza di spesa, mentre nella sezione "eventi", aggiornata quotidianamente da una redazione ad hoc, il turista puo' trovare date, orari e luogo di ogni tipo di appuntamento, da quello sportivo a quello enogastronomico, passando per cultura, intrattenimento e folklore. Per ogni localita' della Riviera Romagnola la sezione "citta'" riporta una sintetica, ma completa presentazione con tutti i riferimenti per richiedere informazioni turistiche approfondite. (AGI) .


Turismo. A Btc 2014 si impara a comunicare con Cina e Russia




Cinesi e russi non usano i social network occidentali e per comunicare con loro è necessario farsi indicizzare sui locali motori di ricerca
Gli utenti digitali di Cina e Russia, due Paesi che costituiscono mercati di primaria importanza per l’Italia nel settore dell’incoming e in quello degli eventi, sono abituati a utilizzare il web per ricercare informazioni e acquistare viaggi, ma con un ecosistema digitale autonomo, diverso da quello occidentale.
Cinesi e russi infatti non usano Google e i social network occidentali, e per comunicare in maniera efficace con loro è necessario farsi indicizzare sui locali motori di ricerca ed essere presenti sui canali social stranieri e sulle loro piattaforme di messaggistica istantanea.
Per capire come comunicare efficacemente con cinesi e russi, tenendo conto delle differenze culturali, a Btc 2014, la fiera degli eventi in programma a Firenze l’11 e il 12 novembre, si svolgerà un seminario dal titolo ‘Comunicare in Cina e in Russia sfruttando i motori di ricerca e i social network locali: l’approccio cross-culturale’, curato da Emanuele Vitali, sales & marketing director di East Media, azienda specializzata nel digital marketing in Asia.
L’iniziativa è dedicata a tutte le aziende che parteciperanno alla manifestazione di Firenze.
Fonte TTG Italia

Albergatori Lampedusa, turismo danneggiato da disinformazione




Il presidente del Consorzio degli Albergatori delle Isole Pelagie, Antonio Martello, lancia il suo messaggio da Lampedusa
“Abbandonate ogni timore e raggiungeteci sulle nostre spiagge. C’è il sole, c’è il mare, c’è quanto di buono la nostra isola sa preparare per i suoi ospiti. E niente di più. Nessuna sorpresa”. E’ il messaggio che il presidente del Consorzio degli Albergatori delle Isole Pelagie, Antonio Martello, lancia da Lampedusa, estremo lembo d’Italia e d’Europa dove in queste settimane si soffrono i danni causati da un calo di arrivi turistici legati alla cattiva informazione o da una più generica disinformazione. E proprio in quest’ottica, Lampedusa vuole ricominciare a vivere, a sorridere.
“L’informazione fuorviante ha penalizzato l’immagine turistica dell’isola – denuncia Martello – scatenando un effetto psicologico negativo; un panico irrazionale che Lampedusa intende soffocare, dimostrando che non esiste alcuna ragione che possa inficiare l’esito della vacanza”. Lampedusa sta vivendo in questi mesi un lungo periodo di tranquillità grazie al lavoro svolto da Mare Nostrum nelle acque del Mediterraneo.
Tutto è tornato già da tempo alla normalità e l’isola è pronta a regalare emozioni indimenticabili. Colpisce inoltre l’elevato grado di trasparenza dell’acqua. Gli eventi spesso luttuosi che riempiono le cronache con le storie di immigrazione avvengono ormai lontano dall’isola, ma chissà perché Lampedusa viene scelta come punto di riferimento ogni volta che si deve parlare di un naufragio, fosse accaduto pure sulle spiagge libiche o tunisine che sono di fronte.
E così, gridando a gran voce, operatori e abitanti invitano a constatare personalmente la tranquillità che si respira sull’isola. “L’isola è tranquilla come non mai – fa sapere Martello – tutto si svolge nella normale quotidianità e per chi la conosce bene sa che la via principale è sempre animata dai numerosi negozietti di souvenir e prodotti artigianali, nei ristorantini tipici è possibile assaporare i gustosi piatti a base di pesce e la gita in barca è sempre tra le attività da non perdere”.
Le strutture ricettive propongono offerte che puntano sull’alta qualità dei servizi e fanno leva su tariffe decisamente concorrenziali anche nel mese di agosto per offrire a coloro che hanno le ferie soltanto nel mese di punta una vacanza a prezzi vantaggiosi. E poi, Lampedusa è raggiungibile a meno di due ore di volo. “Invitiamo tutti ad approfittare delle nuove politiche tariffaria adottate per incentivare gli arrivi – spiega ancora il presidente del Consorzio degli Albergatori isolani – che comprendono tutto il prodotto Lampedusa tra hotel, residence e appartamenti”.
Fonte Il Giornale del Turismo

Le imprese del turismo all’aria aperta si associano in Assitai



Nasce Assitai, l’associazione delle imprese legate al turismo all’aria aperta, che unisce campeggi, tour operator e produttori di allestimenti mobili
La costituzione, avvenuta a Mestre, è il risultato di un gruppo di lavoro coordinato negli ultimi anni da Confindustria Veneto, con lo scopo di promuovere le istanze del turismo open air e di rafforzare la presenza dell’Italia in questo mercato, nell’ambito delle normative comunitarie applicate in Europa. I soci fondatori di Assitai, che aderisce a Federturismo Confindustria, sono circa 20 strutture ricettive all’aperto diffuse su tutto il territorio nazionale, alcuni tour operator internazionali e le principali aziende produttrici di allestimenti mobili in Italia.
L’associazione svolgerà un ruolo di rappresentanza di un settore importante per il turismo, composto da strutture e imprese di eccellenza a livello internazionale. Il comparto italiano coinvolge circa 5mila addetti di varie professionalità, conta circa 6 milioni di presenze turistiche, per un fatturato di oltre 150 milioni di euro. In Europa i turisti open air sono circa 20 milioni, gli addetti 45mila e il giro d’affari è di 3 miliardi di euro.
Il turismo all’aria aperta, oltre a presentare condizioni economiche molto competitive, è la forma di villeggiatura turisticamente organizzata a minor impatto ambientale, in cui sono consentiti i più bassi indici edificatori e di impermeabilizzazione dei suoli. Le strutture fisse previste sono minime e legate alle attività di accoglienza: reti tecnologiche, strutture igienico sanitarie e una dotazione di alloggi fissi (bungalows), che devono occupare meno del 10% della capacità ricettiva.
Assitai – si legge nella sua prima nota-stampa – “punterà a supportare le imprese italiane legate al turismo all’aria aperta, promuovendo in particolare l’attenzione alle normative europee sulla qualità e alla sostenibilità ambientale. A evidenziare il ruolo primario dell’Italia e di Confindustria nel proporre un turismo open air ecosostenibile, i numerosi riconoscimenti a iniziative nel settore: il Manifesto Turistico Qualità Ambiente Veneto 2000 da parte dell’Unep (agenzia per l’ambiente dell’Onu), il riconoscimento della più grande associazione consumatori europea Adac e le decine di certificazioni ambientali conseguite da diverse strutture italiane”.
Fonte L’Agenzia di Viaggi

Artbonus diventa legge: i vantaggi per le imprese



Il decreto Artbonus è diventato legge
Con l’approvazione definitiva da parte del Senato nella serata di ieri, il documento che introduce una serie di novità sia per la cultura che per il turismo diventa operativo. “Finalmente anche in Italia ci sono strumenti fiscali adeguati per sostenere la cultura e rilanciare il turismo- commenta il ministro ai Beni Culturali e Turismo Dario Franceschini (nella foto) – . Questa legge abbatte due barriere che per troppo tempo hanno monopolizzato il dibattito italiano: quella del rapporto tra pubblico e privato e quella della separazione tra la tutela e valorizzazione. Adesso non ci sono più scuse: veniamo da anni di tagli, è arrivato il momento di investire”.
Fra le novità previste dal decreto, come già raccontato da TTG Italia, il tax credit del 30 per cento per la digitalizzazione delle imprese turistiche, comprese le agenzie di viaggi e i tour operator incoming, e un altro credito d’imposta dedicato alle ristrutturazioni alberghiere. Il decreto prevede anche il piano straordinario della mobilità turistica per favorire la fruibilità del patrimonio culturale con particolare attenzione alle destinazioni minori ed al Sud Italia e la nascita di circuiti nazionali di eccellenza.
Entro tre mesi dall’approvazione del decreto, inoltre, partirà la revisione le classificazioni delle strutture alberghiere per adeguarle a quelle adottate a livello europeo ed internazionale.
Il documento prevede inoltre la creazione di distretti turistici attraverso l’individuazione di zone a ‘burocrazia zero’ dove sono semplificate le procedure di avvio ed esercizio delle attività imprenditoriali; la Scia per l’avvio e l’esercizio delle strutture turistico- ricettive è dal 2015 un ampliamento delle agevolazioni fiscali previste per le start up anche per le imprese turistiche.
Fonte TTG Italia

Termini Imerese, ultimati i lavori da 15 milioni di euro al porto

Termini Imerese, ultimati i lavori al portoLe opere eseguite hanno permesso il ripristino dei piazzali ed il rifacimento degli impianti d'arredo e delle banchine. Un ulteriore intervento, già programmato e finanziato, consentirà di realizzare le opere di dragaggio dei fondali


 Termini Imerese, ultimati i lavori al porto
Definito il nuovo look del porto di Termini Imerese. Sono stati conclusi i lavori di ripristino statico dei piazzali ed il rifacimento degli impianti d'arredo del porto commerciale. Il costo complessivo dell'intervento è stato di poco più di 15 milioni di euro, che hanno permesso di sistemare le banchine, uniformare la quota dei piazzali, rimuovere l'asfalto su 120 mila metri quadrati di pavimentazione sostituendolo con una lastra di calcestruzzo e, per concludere, sostituire tutte le bitte e rifare il ciglio della banchina.
Termini Imerese, ultimati i lavori al portoSoddisfatto il presidente dell'Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella, secondo cui questi lavori hanno permesso un ampliamento delle aree operative e incrementato gli standard di sicurezza. Un ulteriore intervento, già programmato e finanziato, riguarderà l'allungamento dei moli di sopraflutto e sottoflutto. Questo secondo lotto consentirà inoltre di eseguire le necessarie opere di dragaggio dei fondali.
palermotoday.it




Termini Imerese, Grifa disposta a investire 350ml sulle auto ibride


Grifa, la società disposta a produrre auto ibride a Termini Imerese, dove la Fiat ha chiuso la fabbrica nel 2012, ha definito le procedure per aumentare il capitale sociale, portandolo da 25 a 100 milioni di euro. E' quanto emerso, secondo fonti sindacali, nel corso del vertice al ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza dello stabilimento siciliano del Lingotto. Il gruppo ha ribadito la propria disponibilità a investire a Termini Imerese 350 milioni di euro, produrre a regime 35mila vetture ed assumere 475 operai. Sono 1.200 le tute blu di Fiat e dell'indotto in cig in deroga fino al 31 dicembre. "Entrare nel merito del progetto che ci è stato illustrato oggi - dice il segretario regionale della Fiom Roberto Mastrosimone - è prematuro. Il numero di lavoratori che vorrebbero impiegare è insufficiente e non è chiaro quali prospettive possono esserci per le ditte dell'indotto e quali relazioni industriali Grifa intende avviare con queste aziende". Esprime cauto ottimismo l'Ugl. "E' importante - dice il segretario della Ugl metalmeccanici Antonio Spera - arrivare in tempi stretti a soluzioni solide, perché il tempo stringe e il 31 dicembre scadrà la cassa integrazione". La Fim Cisl, invece, sottolinea che occorre "verificare la fattibilità della continuità degli ammortizzatori sociali per consentire l'avvio del piano industriale". Sindacati e azienda torneranno a discutere i primi di agosto nella sede di Confindustria a Palermo. Altri incontri sono in programma a settembre: uno si terrà a Roma nella sede del ministero dello Sviluppo economico l'8 sul tema degli ammortizzatori sociali e il mantenimento dei livelli occupazionali in caso di messa a regime del progetto. L'altro, invece, il 22 settembre al Mise per definire l'accordo di programma quadro per il rilancio del polo industriale termitano. 

Articolo pubblicato il 29 luglio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA
qds.it

Fiat Termini Imerese, Cisl e Fim su incontro Grifa: “accelerare i tempi di avvio dei nuovi progetti industriali”

“Siamo ancora in una fase interlocutoria con Grifa, nelle prossime settimane dovremo verificare la fattibilità della continuità degli ammortizzatori sociali per consentire l’avvio del piano industriale della società nell’area di Termini Imerese, il trattamento economico che si intende applicare alle tute blu e il numero di lavoratori da assorbire, il progetto ne prevede a regime 476 sui 770 da impiegare ancora”. Ad affermarlo alla fine dell’incontro che si è tenuto nella sede del Mise a Roma sono Giovanni Scavuzzo della segreteria provinciale Fim Cisl e Ludovico Guercio Segretario Fim Cisl Palermo Trapani. “Oggi abbiamo approfondito l’aspetto societario ed industriale di Grifa, abbiamo appreso dell’aumento del capitale sociale da 25 a 100 milioni di euro e dell’insediamento del nuovo Cda composto da 15 elementi”. Il progetto industriale da 356 milioni di euro di investimento, prevede la realizzazione dell’auto ibrida con due prodotti iniziali nel cosiddetto segmento A (le utilitarie) per poi proseguire con altri due progetti, uno di segmento B (le auto un po’ più grandi) ed uno che prevede la realizzazione di vetture commerciali. “Sul progetto complessivo e la questione retributiva, ci rivedremo con Grifa a Palermo, la prima settimana di agosto”. Il prossimo 8 settembre invece si terrà il tavolo tecnico al Ministero dello Sviluppo Economico, la data successiva già fissata sarà il 22 settembre sulla questione ammortizzatori e per la firma dell’accordo di programma. Mimmo Milazzo Segretario Cisl Palermo Trapani conclude “i tempi stringono come da tempo ormai, chiediamo un accelerazione dell’avvio del progetto industriale e delle opere per riqualificare l’area di Termini. I primi passi devono essere però la garanzia del rinnovo degli ammortizzatori sociali in scadenza a dicembre per le tute blu Fiat e per l’indotto al fine di garantire il rilancio dello stabilimento tutelando i lavoratori, e la firma dell’accordo di programma quadro”.
cefaluweb.com

Termini Imerese (Pa): mostra sul Risorgimento


TERMINI IMERESE (PALERMO) - Sarà inaugurata il 31 luglio alle ore 18,30 presso il Museo Civico B. Romano la mostra sul “Risorgimento termitano”. Da più parti, essendo venuti a conoscenza del notevole contributo che Termini Imerese ha dato alla “scrittura” del nostro Risorgimento italiano, è stata richiesta una nuova esposizione della mostra che si era tenuta già nel 2012, oggi arricchita con rari cimeli garibaldini che erano custoditi presso il Museo Romano. L’allestimento della mostra - ha dichiarato l'Assessore Donatella Battaglia - è stato reso possibile grazie alla collaborazione dei Lions Club Host  e  Lions Club Cerere di Termini Imerese con il Comune di Termini Imerese.
“L’esposizione – ha sostenuto il Sindaco Totò Burrafato - ha lo scopo di far risorgere nei termitani l’interesse per la cultura risorgimentale restituendo alla loro fruibilità e a quella dei numerosi turisti che visitano la nostra Città, importanti cimeli del periodo garibaldino che testimoniano l’attiva partecipazione dei termitani alle lotte per l’unità d’Italia”.
Saranno esposti fucili ad avancarica, rare pistole, sciabole, dipinti ed importanti testimonianze del periodo garibaldino, che hanno suscitato già grande interesse. Considerevole è stato infatti l’afflusso di visitatori nella precedente mostra del 2012.
La speranza del generale Mario Piraino, curatore della mostra e dell’Assessore Donatella Battaglia, promotrice dell’iniziativa è quella di poter rendere permanente la mostra a testimonianza di questo importante tassello della storia termitana. A tal scopo è stato già avviato dagli organi competenti, il necessario percorso burocratico. In particolare saranno esposte le armi e le opere pittoriche di Filippo Liardo, artista al seguito dei Mille, riproduzioni fotografiche, volumi rari e di pregio. Il museo termitano custodisce altre armi del periodo, pezzi unici nel panorama museale italiano. E’ in programma infatti, una loro valorizzazione in vista di una nuova rilettura in chiave risorgimentale degli spazi espositivi. È questo l’intento comune di chi ha sostenuto l’iniziativa come i Club Lions Host e Cerere di Termini, l’Assessore Battaglia  e il Sindaco del comune di Termini Imerese che l’ha patrocinata.
Con la mostra sul “Risorgimento termitano” e altre attività in programma per il mese di settembre, si intende mantenere alta l’attenzione intorno alla questione dell’Unità nazionale.
La mostra oltre ad essere uno stimolo per salvaguardare le “cose” belle del nostro passato, ha l’intento di spingere chi si trovasse in possesso di oggetti e testimonianze di quel periodo a donarli al museo cittadino, affinché si possa concretamente mantenere viva la memoria delle gloriose gesta dei nostri antenati rendendole patrimonio della città.
Aurora Rainieri
in http://www.pensieridintegrazione.it/component/k2/764-termini-imerese-pa-mostra-sul-risorgimento
segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone
turismoculturale@yahoo.it